Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6457 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Neonatologia

Neonatologia (20)

Lunedì, 18 Febbraio 2019

Aborto, natimortalità e mortalità neonatale nel cane e nel gatto

  • Coxiella burnetii e Leptospira spp. non sembrerebbero comuni agenti abortigeni o cause di morte neonatale
parto gattaL'aborto e la mortalità neonatale sono eventi possibili negli allevamenti di cani e gatti. È stato riportato che fino al 55% di questi casi nel cane e il 33% nel gatto rimangono senza una causa nota. In queste circostanze possono essere coinvolti agenti abortigeni e potenzialmente zoonotici insoliti, tra cui Coxiella burnetii e Leptospira spp. Per quanto riguarda C. burnetii, questo agente è in grado di causare disturbi riproduttivi nei bovini, ovini e caprini e sono stati osserv...

Mercoledì, 21 Novembre 2018

Ipernatriemia nel puledro

  • Poco frequente, spesso secondaria a sindrome neonatale o sepsi, associata negativamente all’outcome
horse 3628973 960 720Uno studio retrospettivo si è posto l’obiettivo di indagare la prevalenza, i rilievi clinici, la diagnosi e l’outcome di puledri ipernatriemici ricoverati d’urgenza in unità di terapia intensiva. Sono state esaminate le cartelle cliniche di puledri purosangue di età inferiore ai 3 mesi presentati in pronto soccorso, in un periodo di tempo di 10 anni, e che fossero ipernatriemici (sodio sierico> 145 mmol/L) all’ammissione. Sono stati annotati i dati rela...

Venerdì, 13 Ottobre 2017

Infezioni ombelicali del puledro: esito del trattamento chirurgico

Scritto da

  • Risultati positivi con diagnosi e trattamento precoci. Rischi maggiori in soggetti più giovani e in condizioni non ottimali
Schermata 2017 10 12 alle 09.27.16Uno studio retrospettivo ha descritto gli esiti a breve e a lungo termine del trattamento chirurgico delle infezioni ombelicali in 65 puledri. Si rivedevano le cartelle cliniche dei puledri di età fino a un mese trattati chirurgicamente. Si analizzavano i tassi di sopravvivenza a breve termine (al momento delle dimissioni dalla clinica) e a lungo termine (1 anno dopo l’intervento).I 65 puledri inclusi nell...

Mercoledì, 24 Febbraio 2016

Asfissia perinatale del puledro: fattori di non sopravvivenza

  • Sindrome poliedrica con significativo impatto della salute materna
Asfissia perinatale del puledro: fattori di non sopravvivenzaUno studio retrospettivo ha descritto una popolazione di puledri con sindrome da asfissia perinatale (PAS) e identificato i fattori materni e fetali associati alla non sopravvivenza. Si includevano 79 puledri di età inferiore a 5 giorni con comportamento o stato mentale anomali o altri segni clinici riferibile a PAS. Si escludevano i soggetti in cui si diagnosticava una meningite. Dei 79 puledri dello studio, 43 (54,4%: n = 43/79) venivano dimessi dall’osped...

Venerdì, 15 Gennaio 2016

Esito della chirurgia dell’onfaloflebite nel vitello: 39 casi

  • Prognosi buona dopo exeresi chirurgica completa en bloc e marsupializzazione della vena ombelicale
Esito della chirurgia dell’onfaloflebite nel vitello: 39 casiUno studio retrospettivo ha descritto e valutato il trattamento chirurgico dell’onfaloflebite in 39 vitelli descrivendo l’esito a breve (dimissioni dalla clinica) e lungo termine (≥ 6 mesi dopo l’intervento). I 39 vitelli avevano età media di 30 giorni. Undici erano affetti da artrite settica associata all’onfaloflebite e 18 presentavano segni ecografici di ascessi epatici. In 18 soggetti si effettuava un’exeresi chirurgica completa en bloc e...

Mercoledì, 29 Ottobre 2014

Termizzazione del colostro di diverse qualità

  • Il trattamento con calore del colostro contenente circa 50-100 mg IgG/ml aumenta l'assorbimento delle IgG, secondo uno studio
Termizzazione del colostro di diverse qualità Gli studi sulla somministrazione di colostro termizzato ai vitelli neonati hanno costantemente utilizzato un colostro di qualità media e non hanno confrontato colostro con livelli diversi di immunoglobuline. Uno studio ha analizzato l'assorbimento di IgG nei vitelli da latte neonati utilizzando colostro di varie qualità. Si raccoglieva il colostro nel corso di due anni suddividendolo in qualità alta, media e bassa mediante colostrometro. Si raggruppava il colostro di ciasc...

Lunedì, 27 Settembre 2010

Valutazione della vitalità del cucciolo neonato

  • Lattato ombelicale, punteggio APGAR e tocodinamometria costituiscono un sistema predittivo avanzato in neonatologia
Valutazione della vitalità del cucciolo neonatoLa valutazione della vitalità del neonato e l'identificazione precoce del distress fetale possono contribuire a ridurre la mortalità alla nascita nella specie canina. Nel cane, un tasso di mortalità neonatale elevato è associato al parto, complicato o non complicato. La determinazione del lattato nel sangue della vena ombelicale e la tocodinamometria possono fornire informazioni cliniche valide affinché l'ostetrico sia in grado di fornire cure mediche e chirurgiche o so...

Venerdì, 12 Dicembre 2008

Isoeritrolisi neonatale del puledro: fattori prognostici

  • Insufficienza epatica, encefalopatia e sepsi le principali cause di morte
Isoeritrolisi neonatale del puledro: fattori prognosticiL’isoeritrolisi neonatale del puledro è spesso seguita dal decesso dell'animale, tuttavia i fattori di rischio di morte non sono stati identificati. Uno studio retrospettivo ha analizzato 72 puledri affetti da isoeritrolisi. Il tasso complessivo di sopravvivenza era pari al 75% (54 su 72). Le tre principali cause di morte o eutanasia erano insufficienza epatica (n = 7), kernittero (encefalopatia bilirubinica) (n = 6) e complicazioni associate a sepsi batterica (n ...

Venerdì, 15 Febbraio 2008

EXIT: intubazione intrapartum del puledro distocico

  • Trattamento e monitoraggio del feto in corso di distocia. Pamela Wilkins al 14° Congresso SIVE
EXIT: intubazione intrapartum del puledro distocicoSi chiama EXIT (Ex utero Intrapartum Treatment) la tecnica descritta da Pamela Wilkins (University of Pennsilvanya, New Bolton Center) al 14° Congresso SIVE (Venezia, 25-27 gennaio 2008) finalizzata ad assistere i puledri in caso di distocia. E una metodica che permette di garantire un’adeguata ventilazione del puledro, potendo così contare su tempi più lunghi sia per risolvere la distocia, sia per riferire il caso a strutture specializzate spesso non vicinissime. Co...

Lunedì, 21 Gennaio 2008

Cause di morte neonatale equina

  • Predomina la setticemia, seguita dalle lesioni muscoloscheletriche
Cause di morte neonatale equinaDei 1294 casi di morte equina fetale, neonatale, e giovanile osservati presso la University of Kentucky, Livestock Disease Diagnostic Center nel 2004 e 2005, 259 venivano inclusi in uno studio. I casi inclusi riguardavano soltanto quelli successivi alla nascita di un soggetto vivo e quelli con età inferiore a 180 giorni. Morte fino a 30 giorni La maggioranza dei decessi neonatali si verificava entro i 30 giorni di età (174/259, 67%). L prime cinque cause di morte neonatale erano setticem...

Pagina 1 di 2

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.