Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6611 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Neurologia

Neurologia (184)

Lunedì, 11 Novembre 2019

Incontinenza urinaria o fecale nei cani con trauma spinale

  • Valore predittivo di alcuni aspetti clinici, diagnostici e terapeutici
polposumL'incontinenza urinaria (UI, urinary incontinence) e quella fecale (FI, fecal incontinence) si verificano rispettivamente nel 7,5% e 32% dei cani dopo l'estrusione acuta non-compressiva del nucleo polposo (ANNPE, acute noncompressive nucleus polposus extrusion) del midollo spinale toraco-lombare.Uno studio retrospettivo, multicentrico ha indagato i predittori clinici, diagnostici e terapeutici della UI e FI nei cani con ANNPE a carico del tratto spinale T3-L3. I dati sono stati ottenuti median...

Venerdì, 27 Settembre 2019

Sindrome vestibolare nel cane

  • Agreement tra esame neurologico e MRI nella localizzazione della lesione
HundUno studio ha indagato se l’esame neurologico fosse in grado di distinguere correttamete tra le lesioni vestibolari centrali e quelle periferiche nel cane.Sono stati retrospettivamente inclusi 93 cani con sindrome vestibolare....

Mercoledì, 25 Settembre 2019

Meningite-arterite steroido-responsiva nel cane

  • Caratteristiche cliniche, predisposizione di razza e qualità di vita
old dog 1 originalLa meningite-arterite steroido-responsiva (SRMA, steroid-responsive meningitis-arteritis) è un comune disturbo neurologico infiammatorio dei cani.L’obiettivo di questo case series retrospettivo era quello di determinare se esistano differenze di razza nelle caratteristiche cliniche, nella risposta al trattamento e nella incidenza di recidiva in una popolazione di cani nordamericani con SRMA e, in secondo luogo, valutare l'effetto della malattia sulla qualità di vita (Qo...

Venerdì, 20 Settembre 2019

Impiego endorettale del levetiracetam

  • Nei cani con crisi a cluster, il levetiracetam endorettale associato al protocollo standard migliora il controllo dell’attività convulsivante
seizLe opzioni terapeutiche per la gestione domiciliare delle crisi epilettiche a cluster (CS, cluster seizure) e dello stato epilettico (SE, status epilepticus) sono limitate. Recentemente è stata studiata la farmacocinetica del levetiracetam (LEV) dopo somministrazione rettale in cani sani ed epilettici.L’obiettivo di questo studio sperimentale prospettico era quello di indagare l’efficacia clinica della somministrazione endorettale di LEV nel prevenire il reiterarsi delle crisi epilettiche nei can...

Lunedì, 29 Luglio 2019

Mielopatia cervicale in un coniglio

  • Primo report sulla malformazione atlanto-assiale nel coniglio
rabbitmaoUn coniglio nano di un anno d’età era stato portato in visita per la comparsa sub-acuta di tetraparesi progressiva.Le radiografie, la TC e la risonanza magnetica hanno evidenziato la presenza di una mielopatia cervicale compressiva secondaria a una malformazione atlanto-assiale caratterizzata da aplasia parziale dell’arco dorsale dell’atlante, malformazione del dente dell’epistrofeo, malarticolazione e dislocazione laterale atlanto-occipitale....

Venerdì, 26 Luglio 2019

Esame neurologico nel coniglio

  • Necessità di rivedere i passaggi dell’esame al fine di adattarle alle caratteristiche di specie
neurabFino all'11% dei conigli viene condotto a visita per una sospetta malattia nervosa, che richiede un esame neurologico dettagliato. Tuttavia, le valutazioni neurologiche dei conigli sono, ad oggi, basate su protocolli sviluppati per i cani e non tengono conto delle inevitabili differenze nelle risposte reattive tra le specie predate e le specie predatrici.Lo scopo di questo studio era quello di descrivere i risultati di un esame neurologico modificato per essere adattato al coniglio. La finalità d...

Mercoledì, 17 Aprile 2019

Relazione tra stenosi lombosacrale e vertebre transizionali nel gatto

  • La presenza di vertebre transizionali lombosacrali è un fattore di rischio per lo sviluppo di stenosi lombosacrali
cat slsNella specie canina è stata dimostrata la relazione tra la presenza di vertebre transizionali lombosacrali e lo sviluppo di stenosi lombosacrali.Lo scopo di questo studio era quello di indagare la relazione tra la presenza di vertebre transizionali lombosacrali e la stenosi lombosacrale nella specie felina....

Mercoledì, 03 Aprile 2019

Fenobarbitale transdermico nei gatti sani

  • La somministrazione transdermica in gel PLO si associa a concentrazioni sieriche rilevabili, ma inferiori a quelle considerate terapeutiche
transdermals 680x1024Lo scopo di questo studio era quello di determinare la sicurezza della somministrazione transdermica del fenobarbitale e verificare il raggiungimento di concentrazioni sieriche idonee nei gatti sani. Gli autori ipotizzano che la somministrazione transdermica consenta il raggiungimento di concentrazioni sieriche terapeutiche (15-45 μg/mL) con solo minimi effetti collaterali a breve termine.Lo studio ha coinvolto gatti ritenuti sani sulla base dell’esame fisico, dell...

Mercoledì, 20 Marzo 2019

Levetiracetam transdermico nel gatto

  • Questa formulazione costituisce un’alternativa valida per gatti non collaborativi alle terapie orali
transdermalLa somministrazione orale ripetuta di farmaci anticonvulsivanti può essere complicata per i proprietari di gatti, con conseguenti ripercussioni sulla compliance, sul controllo delle crisi e sulla qualità di vita del gatto. Il levetiracetam (LEV) ha diverse proprietà che si prestano alla somministrazione per via transdermica.In questo trial clinico prospettico sono stati inclusi 6 gatti sani di proprietà e di peso ≤5 Kg con gli obiettivi di determinare se il LEV in forma di crema li...

Venerdì, 15 Marzo 2019

Solfato di magnesio nella sindrome di “headshaking” del cavallo

  • L’infusione endovenosa di MgSO4 ha ridotto significativamente il comportamento di headshaking nei cavalli affetti
headshakingLa sindrome di “headshaking” mediata dal trigemino è conseguente ad una riduzione della soglia di sensibilizzazione del nervo trigemino ed è responsabile di un apparente dolore facciale. Il magnesio può avere una funzione neuroprotettiva sulla soglia di sensibilizzazione delle fibre nervose e, potenzialmente, potrebbe attenuare i sintomi conseguenti al dolore neuropatico.L’obiettivo di questo studio prospettico crossover randomizzato era quello di indagare come si modificasse il...

Pagina 1 di 14

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.