Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6387 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Oftalmologia

Oftalmologia (106)

Mercoledì, 13 Marzo 2019

Misurazione della produzione lacrimale nel furetto

  • Lo studio provvede a fornire dei range di riferimento da utilizzare in corso di visita oftalmologica
furoLo scopo di questo studio era quello di confrontare lo Shirmer tear test (STT) e lo standardized endodontic absorbent paper point tear test (PPTT) nel furetto (Mustela putorius furo) e stabilire il range di normalità per il PPTT. Nello studio sono stati inclusi 66 occhi di 33 furetti sani (17 maschi e 16 femmine) di età compresa tra i 10 e i 120 mesi. La misurazione ottenuta con lo STT è stata di 7,4 ± 1,9 mm/min; quella ottenuta con il PPTT è stata di 12,6 ± 2,4 mm/min. Non ci sono state diffe...

Lunedì, 04 Marzo 2019

Caratteristiche cliniche e outcome chirurgico della cataratta

  • La natura multifattoriale della cataratta richiede studi su ampia scala per una caratterizzazione più esaustiva
cataractLe cataratte sono tra le più comuni malattie oculari e sono una delle principali cause di perdita della vista nell'uomo e nel cane. Jack Russell Terrier (JRT) e Labrador Retriever (LR) sono tra le razze canine più colpite dalla cataratta. Questo studio si è posto gli obiettivi di analizzare le caratteristiche cliniche e l'outcome chirurgico della cataratta in JRT e LR in un centro di referenza oftalmologico. A tal fine, le cartelle cliniche di 26 JRT e 18 LR con cataratta (44 cani; 81 occ...

Lunedì, 25 Febbraio 2019

Glaucoma congenito felino

  • Relazione tra sensibilità, spessore e diametro corneale e pressione intraoculare in gatti con e senza glaucoma congenito
glaucomaL’obiettivo di questo studio era quello di determinare le conseguenze del glaucoma congenito felino (GCF) sulla sensibilità corneale e le relazioni tra sensibilità corneale, spessore corneale centrale (SC) e diametro corneale (DC). In 16 gatti sani e 14 gatti con GCF, sia maschi che femmine di età compresa tra 7 mesi e 3,5 anni, sono stati misurati la sensibilità corneale valutata con estesiometro di Cochet-Bonnet, lo SC misurato con pachimetria ad ultrasuoni, la pressione intraoculare ...

Lunedì, 25 Febbraio 2019

Trattamento dell’uveite ricorrente nel cavallo

  • L'iniezione intravitreale di gentamicina a basse dosi (4 mg) sembrerebbe essere una terapia promettente
eyeMolti cavalli affetti da uveiti ricorrenti possono continuare a presentare delle recidive nonostante ricevano un'adeguata terapia medica. L’intervento chirurgico di vitrectomia via pars plana o il posizionamento di un impianto di ciclosporina a livello sopracoroideo sono procedure che possono controllare e/o prevenire le recidive, tuttavia non vengono sempre effettuate in quanto possono essere controindicate in alcuni pazienti, possono non essere disponibili o possono essere rifiutate dal proprietario...

Venerdì, 14 Dicembre 2018

Cataratta nei gatti blu di Russia

  • L'elevata prevalenza nei gatti giovani e il caratteristico aspetto clinico suggeriscono un tipo di cataratta ereditaria ad esordio precoce
gatto blu di russia copertinaLo scopo di questo studio era quello di indagare la prevalenza della cataratta nei gatti di razza blu di Russia e di descrivere l'aspetto clinico di questa sospetta forma ereditaria di cataratta. Lo studio ha incluso un totale di 66 gatti blu di Russia di età compresa tra i 3 mesi e i 14 anni. In 22 di 66 gatti, appartenenti ad entrambi i sessi, sono state osservate forme da lievi a gravi di cataratta, per lo più bilaterale. Due di questi gatti ave...

Venerdì, 23 Novembre 2018

Linfoma oculare post-traumatico in 3 conigli

  • Accanto ai già descritti sarcomi post-traumatici, è stata segnalata anche l’esistenza di linfomi a cellule B oculari post-traumatici
1 s2.0 S1557506317302963 gr2Questo lavoro descrive 3 casi (2 unilaterali e 1 bilaterale) di linfoma oculare post-traumatico in 3 conigli da compagnia. La diagnosi di un’eziologia traumatica è basata su dati anamnestici che riferivano di un trauma oculare esterno unilaterale o di una facoemulsificazione bilaterale. Durante gli esami oftalmologici di questi soggetti, sono stati notati gravi alterazioni corneali, presenza di una o più masse nella camera anteriore dell’occhio, b...

Venerdì, 26 Ottobre 2018

Neurite ottica nel cane

  • Alterazioni oftalmologiche e neurologiche, cause ed outcome in 96 cani
ondL’obiettivo di questo studio era quello di descrivere le alterazioni riscontrate all’esame oftalmologico e neurologico in cani con neurite ottica, le cause responsabili di questa patologia e gli esiti del suo trattamento. Sono stati raccolti 96 casi (20 unilaterali, 76 bilaterali) di neurite ottica, di cui 38 maschi e 58 femmine, con un'età media di 6,1 ± 3,0 anni (range 0,5-13 anni). Di questi pazienti, 74 sono stati presentati per la perdita della vista e 42 presentavano altre anomalie neurolog...

Venerdì, 19 Ottobre 2018

Interferenza della sedazione con butorfanolo in corso di esame oftalmologico

  • Il butorfanolo esercita una lieve interferenza sul test di Schirmer, sulle dimensioni pupillari e sulla pressione intraoculare
esame occhioL’obiettivo di questo studio era quello di stabilire se la sedazione con butorfanolo per via intramuscolare interferisse sulle variabili valutate durante l’esame oftalmologico nella specie canina. A questo scopo sono stati impiegati 22 cani di razza Beagle senza anomalie oculari, sottoposti ad esame oftalmologico 20 minuti prima e subito prima della somministrazione di butorfanolo, al fine di stabilire i dati di riferimento. Per ciascun soggetto sono stati esaminati la posizione d...

Venerdì, 05 Ottobre 2018

Effetto degli anestetici locali sulla sensibilità corneale nel cavallo

  • Lidocaina, bupivacaina e mepivacaina possono essere impiegate nelle procedure corneali riducendone la sensibilità per 1,5-2 ore
friesian eyeL’obiettivo di questo studio crossover randomizzato era quello di confrontare l'efficacia e la durata d’azione di tre anestetici locali, somministrati nello spazio subcongiuntivale, sulla sensibilità corneale nei cavalli. Sono stati impiegati 8 cavalli adulti sani, a ciascuno dei quali sono stati somministrati 0,2 ml di bupivacaina (0,5%), di lidocaina (2%), di mepivacaina (2%) o di soluzione salina in uno dei due occhi (l'occhio controlaterale fungeva da controllo). Ciascun trat...

Mercoledì, 12 Settembre 2018

Pressione intraoculare nei gatti

  • La posizione del corpo influenza significativamente la pressione intraoculare, con valori più elevati nel decubito dorsale
tonometroL'obiettivo di questo studio era quello di studiare l'influenza esercitata dalla posizione del corpo sulla pressione intraoculare in gatti clinicamente sani. Sono stati utilizzati sedici gatti senza alcuna anomalia oculare ai quali è stata misurata la pressione intraoculare (PIO) in tre diverse posizioni: decubito sternale, decubito laterale destro e decubito dorsale. La PIO è stata registrata, per ciascuna delle tre posizioni, nell'occhio sinistro utilizzando un tonometro Tono-Pen Vet (R...

Pagina 1 di 8

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.