Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6315 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Oncologia

Oncologia (386)

Lunedì, 04 Febbraio 2019

Leucemia linfoblastica acuta nella specie felina

  • I segni clinici sono aspecifici, ma la presenza di linfoblasti nel sangue periferico deve mettere in allerta
CLL or small cell lymphoma in a catLo scopo di questo studio era quello di descrivere le caratteristiche cliniche di gatti affetti da leucemia linfoblastica acuta, in cui la diagnosi fosse stata emessa sulla base dei recenti criteri diagnostici stabiliti per la specie canina. Sono stati inclusi 6 gatti in cui l'origine linfoide della neoplasia fosse stata confermata tramite PCR, citofluorimetria o immunoistochimica. Il riscontro di sintomi clinici aspecifici, quali letargi...

Venerdì, 01 Febbraio 2019

Impiego del toceranib nei tumori stromali gastrointestinali

  • L’assunzione del toceranib allunga l’intervallo di tempo libero da progressione
200px GIST 3Nel cane, i tumori stromali gastrointestinali (GIST, gastrointestinal stromal tumor) sono neoplasie non comuni dell’apparato gastroenterico. In letteratura, sono poche le pubblicazioni riguardanti i farmaci impiegati nella terapia di tali tumori. Nell’uomo è stata descritta una risposta da parte dei GIST ai farmaci inibitori della tirosin-chinasi. L’obiettivo di questo studio retrospettivo era quello di indagare l’uso del toceranib fosfato in 27 cani con diagnosi istopatologi...

Venerdì, 18 Gennaio 2019

Tumori testicolari nel coniglio domestico

  • I tumori a cellule interstiziali rappresentano l’87% di tutti i tumori testicolari; la castrazione è il trattamento più appropriato
rabbit testicular cancer 1024x768Gli obiettivi di questo studio trasversale erano: (1) determinare, nell’ambito dei tumori a cellule interstiziali (TCI), la prevalenza dei tumori testicolari a cellule granulari (TCG) usando la colorazione PAS(Periodic acid-Schiff, acido periodico – reattivo di Schiff) e (2) valutare il ruolo dei criteri morfologici e l'espressione immunoistochimica di Ki-67 e p53 nel prognosticare le TCI nei conigli domestici. Trenta TCI di conigli d...

Lunedì, 10 Dicembre 2018

Doxorubicina e prednisone nel linfoma a cellule B canino

  • Potenziale alternativa al protocollo CHOP nelle situazioni in cui i tempi e i costi sono fattori vincolanti per il proprietario
vete0511 boxer close sb10065668p 220pxIl trattamento più efficace nei confronti del linfoma a cellule B ad alto grado è il protocollo chemioterapico CHOP, la cui molecola più importante è rappresentata dalla doxorubicina (DOX). Tuttavia, per molti proprietari, le spese di denaro e di tempo sono troppo impegnative da sostenere. Un'opzione terapeutica alternativa è l'uso della DOX in combinazione al prednisone. Studi precedenti hanno valutato la DOX come singolo farmac...

Mercoledì, 28 Novembre 2018

Terapia fotodinamica nel carcinoma squamocellulare felino

  • Efficacia molto buona ma non adatta ai tumori di grandi dimensioni e con caratteristiche di invasività
imagesLo scopo di questo studio era quello di valutare l'efficacia della terapia fotodinamica (TFD) in gatti con carcinoma squamocellulare (CSC), e di fornire informazioni relative all’outcome a lungo termine e ai fattori prognostici correlati a questa tipologia di trattamento. I gatti con diagnosi istologica di CSC della testa e del collo hanno ricevuto un'iniezione endovenosa di meta-tetra(idrossilfenil)clorina (mTHPC) e, 4 ore dopo, sono stati sottoposti all’erogazione di una luce a 652 nm, tram...

Mercoledì, 28 Novembre 2018

Carcinoma squamocellulare del planum nasale nel cane

  • Una nuova opzione terapeutica dal minore impatto estetico è rappresentata dalla combinazione tra chirurgia laser ad anidride carbonica e criochirurgia
CSCIl carcinoma a cellule squamose, o carcinoma squamocellulare(CSC), è la neoplasia più comunemente segnalata del planum nasale e il trattamento è di tipo locale. La maxillectomia rostrale e/o l’asportazione chirurgica della porzione del planum nasale interessata sono considerate le tecniche di cura standard per l'escissione del CSC in questa sede. Tuttavia, molti proprietari ritengono inaccettabili le conseguenze estetiche derivanti da queste procedure. L’obiettivo di questo studio era quello di ...

Mercoledì, 28 Novembre 2018

Carcinoma squamocellulare dell’occhio nei cavalli Haflinger

  • Tumore a trasmissione genetica, legato ad una variante missense responsabile della localizzazione sulla membrana nittitante e nel limbo
haflingerIl carcinoma squamocellulare (CSC) è il tumore più comune in sede oculare nel cavallo, con una maggiore incidenza documentata nei cavalli di razza Haflinger. Recentemente, una variante di tipo “senso sbagliato” (missense) di uno specifico gene è stata identificata come fattore di rischio per lo sviluppo del CSC a carico del limbo nei cavalli Haflinger. Dal momento che il CSC nel cavallo interessa spesso la membrana nittitante, gli autori di questo studio hanno ritenuto opportuno indag...

Mercoledì, 31 Ottobre 2018

Linfoma del sistema nervoso centrale nel cane

  • Tempi di sopravvivenza più lunghi rispetto a quanto riportato in studi precedenti
linfoma caneUno studio retrospettivo di tipo multicentrico ha indagato l’outcome di cani con linfoma del sistema nervoso centrale (LSNC). Sono stati inclusi 18 cani con LSNC la cui diagnosi è stata confermata attraverso l’analisi del liquido cerebrospinale, l’analisi istopatologica, la citometria a flusso del liquido cerebrospinale e mediante la citologia del liquido cerebrospinale, dei linfonodi o della milza. A 15 cani su 18 sono stati somministrati trattamenti specifici diversi dal pred...

Lunedì, 01 Ottobre 2018

Emangiosarcoma appendicolare primario e osteosarcoma teleangiectasico nel cane

  • In presenza di lesioni ossee litiche, l’emangiosarcoma appendicolare deve essere considerato una diagnosi differenziale dell’osteosarcoma teleangectasico, specialmente quando a carico della tibia e quando interessa cani di taglia media
HSAL’obiettivo di questo studio retrospettivo multicentrico era quello di definire e confrontare le caratteristiche cliniche dell’emangiosarcoma appendicolare (HSA, appendicular hemangiosarcoma) primario e dell’osteosarcoma teleangectasico (tOSA, telangiectatic osteosarcoma) nella specie canina. A questo scopo sono state utilizzate le cartelle cliniche di 70 cani, 41 con HSA e 29 con tOSA, dalle quali sono stati ricavati i dati relativi a segnalamento, presentazione clinica, risposta al trattamento ...

Mercoledì, 12 Settembre 2018

Linfoma canino: predisposizione di razza

  • Doberman, Rottweiler, Boxer e bovari del Bernese sono le razze col fattore di rischio più elevato in Europa
lymphoma blogLe razze canine, in quanto rappresentative di differenti cluster genetici, possono costituire un adeguato modello per lo studio della predisposizione genetica allo sviluppo di neoplasie. Da studi epidemiologici emerge che alcune razze hanno maggiori probabilità di sviluppare linfomi o specifici sottotipi di linfoma, ma i dati sono variabili e geograficamente incoerenti. Uno studio retrospettivo sul linfoma canino si è posto l’obiettivo di indagare la prevalenza di razza in 8 pae...

Pagina 1 di 28

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.