Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6538 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Anestesiologia

Anestesiologia (123)

Lunedì, 09 Ottobre 2017

Esito dell’anestesia inalatoria negli uccelli: 352 casi

Scritto da

  • Elevato tasso di mortalità durante e dopo l’anestesia
Schermata 2017 10 04 alle 09.38.15Uno studio retrospettivo ha determinato l’esito dell’anestesia inalatoria negli uccelli e identificato le variabili relative ai pazienti o alle procedure associate a un’aumentata probabilità di decesso correlato all’anestesia. Si includevano 352 uccelli sottoposti ad anestesia inalatoria nel corso di un anno in una singola struttura veterinaria di referenza.I dati raccolti includevano data della visi...

Lunedì, 04 Settembre 2017

Sedazione per via intracloacale nella tartaruga

Scritto da

  • Idoneità di una combinazione di dexmedetomidina e ketamina
Schermata 2017 09 04 alle 09.11.06Sono scarse le informazioni riguardanti l’assorbimento mucosale dei farmaci anestetici nell’iguana. Un studio ha valutato l’utilità di una combinazione di dexmedetomidina e ketamina somministrata attraverso la cloaca nei cheloni, per fornire evidenze circa l’assorbimento mucosale dei farmaci e l’idoneità della via di somministrazione.Si combinavano in una singola siringa dexmedetomidina (0,2 mg/k...

Mercoledì, 31 Maggio 2017

Anestesia della cavia: quale protocollo?

Scritto da

  • Medetomidina-midazolam-fentanyl la scelta elettiva. Sconsigliato l’utilizzo di ketamina-xilazina
cavia1L’induzione di un’anestesia efficace è difficoltosa nella cavia, la scelta degli anestetici è limitata ed è probabile che i parametri fisiologici siano influenzati in maniera sostanziale dall’anestesia. In uno studio sono stati impiantati dispositivi di radiotelemetria per la rilevazione della pressione ematica in 16 cavie maschio sottoposte ad anestesia con ketamina-xilazina (KX), medetomidina-midazolam-fentanyl (MMF) o isoflurano (Iso, più premedicazione con atropina), in ord...

Venerdì, 31 Marzo 2017

Alfaxolone EV a tre diversi dosaggi in Caretta caretta

Scritto da

  • Rapida induzione dell’anestesia con durata della sedazione dose-dipendente a 3, 5 e 10 mg/kg
carettaUno studio ha confrontato gli effetti fisiologici e anestetici dell’alfaxolone somministrato per via EV in 9 tartarughe Caretta caretta di un anno sane a tre differenti dosaggi. Gli animali ricevevano 3 dosi ciascuno di alfaxalone (3 mg/kg, 5 mg/kg o 10 mg/kg) somministrate EV in ordine casuale con un periodo minimo di washout di 7 giorni tra i dosaggi. Si tentava l’intubazione endotracheale dopo l’induzione dell’anestesia.Il tempo di induzione dell’...

Mercoledì, 22 Marzo 2017

Miscela ketamina-propofolo per l'induzione dell’anestesia nel coniglio

Scritto da

  • Effetti dose-dipendenti. Funzioni emodinamiche conservate. Consigliabile la premedicazione per facilitare l’intubazione
Schermata 2017 03 17 alle 10.05.52Uno studio prospettico randomizzato cieco ha valutato e confrontato 3 dosi endovenose (EV) di una miscela di ketamina-propofolo (ketofol) per l’induzione dell’anestesia nei conigli non premedicati. Si includevano 21 coniglie New Zealand sane del peso di 2,7 ± 0,1 kg. Gli animali venivano assegnati a caso 3 gruppi di 7 soggetti ciascuno e ricevevano 1 (KP1), 3 (KP3) o 5 (KP5) mg/kg di ketamina e propofol...

Mercoledì, 08 Marzo 2017

Decessi correlati all’anestesia: fattori di rischio in cani e gatti

Scritto da

  • Più frequenti nei gatti. Aumento dell’età e procedure non elettive associati a maggiori probabilità di morte per entrambe le specie
anesUno studio caso-controllo ha identificato i fattori di rischio di decesso correlato all’anestesia nel cane e nel gatto. Si includevano 237 cani e 181 gatti. Si identificavano le cartelle cliniche elettroniche di 822 cliniche per identificare i cani e gatti sottoposti ad anestesia generale (inclusa la sedazione) o unicamente a sedazione, la cui morte era attribuibile all’episodio anestetico ≤ 7 dopo di esso (casi; 115 cani e 89 gatti) oppure che erano sopravvis...

Mercoledì, 25 Gennaio 2017

Premedicazione del cavallo: effetti perioperatori di buprenorfina e butorfanolo

Scritto da

  • Meno dolore postoperatorio dopo buprenorfina. Assimilabili le altre variabili analizzate
horseLa buprenorfina, un oppiode μ-agonista, è stata di recente autorizzata per l’utilizzo nel cavallo, tuttavia il butorfanolo, un oppioide κ-agonista, è utilizzato più di frequente in questa specie. L’effetto dei due oppioidi non è stato confrontato in ampi studi clinici. Uno studio clinico prospettico, multicentrico, randomizzato, cieco, ha confrontato l’analgesia e le variabili fisiologiche postoperatorie nei cavalli sottoposti a chirurgia elettiva dopo...

Lunedì, 09 Gennaio 2017

Dolore addominale viscerale del cane: conoscenze e approccio dei veterinari italiani

Scritto da

  • Dimestichezza con cause e segni clinici. Sistemi di classificazione del dolore poco utilizzati. Comune l’esigenza di più formazione continua in materia
Figure 1Uno studio prospettico ha valutato l’atteggiamento, le opinioni e le conoscenze dei veterinari italiani riguardo il dolore addominale viscerale del cane nella pratica clinica. Si somministrava un questionario online formato da 18 domande chiuse, semi-chiuse e aperte, suddivise in 5 sezioni (eziologia, riconoscimento e valutazione, scelta dei farmaci per il dolore viscerale canino, conoscenza generale del trattamento del dolore e desiderio di ulteriore form...

Lunedì, 10 Ottobre 2016

Parto cesareo: alfaxalone per l’anestesia totale endovenosa

Scritto da

  • Protocollo CRI possibile ma con risveglio della cagna più lento e punteggio Apgar dei cuccioli inferiore
aneUno studio clinico prospettico, randomizzato, cieco, ha valutato gli effetti e l’affidabilità dell’infusione costante (CRI) di alfaxalone in confronto con l’isofluorano per il mantenimento dell’anestesia nelle cagne sottoposte a parto cesareo. Si includevano 22 cagne di proprietà e 94 cuccioli. Si assegnavano a caso le cagne al gruppo che riceveva alfaxalone CRI [0,2 mg/kg/minuto per via endovenosa (IV), con dimezzamento della dose dopo il parto dell’ultimo ...

Mercoledì, 28 Settembre 2016

Sedazione transnasale nel coniglio

Scritto da

  • Effetti profondi con una combinazione di dexmedetomidina, midazolam e butorfanolo
coniglioUno studio ha valutato gli effetti sedativi e cardiorespiratori della somministrazione transnasale (TN) di una combinazione di dexmedetomidina (DEX), midazolam (MID) e butorfanolo (BUT) attraverso un catetere nasale in conigli sottoposti a procedure diagnostiche. Si includevano 8 coniglie New Zealand White sane (12 ± 1 mesi, 3,5 ± 0,3 kg).Si mischiavano in una siringa DEX (0,1 mg/kg), MID (2 mg/kg) e BUT (0,4 mg/kg) (DMB), applicandoli alla mucosa nasofarin...

Pagina 2 di 9

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.