Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6454 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Lunedì, 27 Gennaio 2014

Prelievo di CSF atlanto-occipitale ecoguidato nel cavallo

  • Effettuato con sicurezza nei cavalli sani in stazione di uno studio
Vota questo articolo
(0 Voti)
Prelievo di CSF atlanto-occipitale ecoguidato  nel cavalloLa sede atlanto-occipitale (AO) è conveniente per il prelievo di volumi adeguati e di qualità di liquido cerebrospinale (CSF) per la diagnosi delle patologie neurologiche del cavallo. Tuttavia, l’anestesia generale non è sempre effettuabile nei soggetti con segni neurologici gravi o per motivi economici. Uno studio ha valutato la fattibilità e la sicurezza del prelievo AO ecoguidato nel cavallo in stazione.

Si sedavano con acepromazina (0,02 mg/kg EV o 0,04 mg/kg IM) 7 cavalli (6 sani e uno lievemente atassico) e detomidina (0,01mg/kg EV), ricoverandoli poi in una stalla di risveglio con testa in verticale. Il prelievo era effettuato sotto guida ecografica con la tecnica parasagittale precedentemente descritta utilizzando un ago spinale da 20 g e 9 cm.

Non si osservavano in alcun soggetto reazioni avverse durante l’attraversamento della dura madre e il rapido prelievo di 20 ml di CSF, in assenza di contaminazione ematica.

Il prelievo ecoguidato di CSF in sede AO può essere effettuato con sicurezza nel cavallo sano in stazione, concludono gli autori. Dati i possibili rischi della procedura, sono importanti misure di sicurezza e la stretta osservazione. Prima di considerare la tecnica come possibile alternativa per il prelievo di CSF occorrono ulteriori studi su un numero maggiore di cavalli atassici.


“Ultrasound-guided atlanto-occipital puncture for cerebrospinal fluid analysis on the standing horse” M. Depecker, C. Bizon-Mercier, A. Couroucé-Malblanc. Veterinary Record 2014; 174: 45



Maria Grazia Monzeglio Med Vet PhD
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Prelievo di CSF atlanto-occipitale ecoguidato  nel cavalloLa sede atlanto-occipitale (AO) è conveniente per il prelievo di volumi adeguati e di qualità di liquido cerebrospinale (CSF) per la diagnosi delle patologie neurologiche del cavallo. Tuttavia, l’anestesia generale non è sempre effettuabile nei soggetti con segni neurologici gravi o per motivi economici. Uno studio ha valutato la fattibilità e la sicurezza del prelievo AO ecoguidato nel cavallo in stazione.

Si sedavano con acepromazina (0,02 mg/kg EV o 0,04 mg/kg IM) 7 cavalli (6 sani e uno lievemente atassico) e detomidina (0,01mg/kg EV), ricoverandoli poi in una stalla di risveglio con testa in verticale. Il prelievo era effettuato sotto guida ecografica con la tecnica parasagittale precedentemente descritta utilizzando un ago spinale da 20 g e 9 cm.

Non si osservavano in alcun soggetto reazioni avverse durante l’attraversamento della dura madre e il rapido prelievo di 20 ml di CSF, in assenza di contaminazione ematica.

Il prelievo ecoguidato di CSF in sede AO può essere effettuato con sicurezza nel cavallo sano in stazione, concludono gli autori. Dati i possibili rischi della procedura, sono importanti misure di sicurezza e la stretta osservazione. Prima di considerare la tecnica come possibile alternativa per il prelievo di CSF occorrono ulteriori studi su un numero maggiore di cavalli atassici.


“Ultrasound-guided atlanto-occipital puncture for cerebrospinal fluid analysis on the standing horse” M. Depecker, C. Bizon-Mercier, A. Couroucé-Malblanc. Veterinary Record 2014; 174: 45



Maria Grazia Monzeglio Med Vet PhD
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Letto 720 volte

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.