Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6457 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Lunedì, 03 Giugno 2013

Entesopatia e desmite del legamento collaterale mediale del gomito nel cavallo

  • Ritorno all’utilizzo precedente in quattro soggetti da competizione trattati con fenilbutazone e riposo
Vota questo articolo
(0 Voti)
Entesopatia e desmite del legamento collaterale mediale del gomito nel cavalloUno studio descrive 4 cavalli con entesopatia e desmite del legamento collaterale mediale del gomito. Tutti i soggetti avevano un’anamnesi di zoppia acuta grave unilaterale di un arto anteriore e segni di dolore durante la manipolazione dell’arto prossimale affetto; in 2 casi era presente anche tumefazione della regione ascellare. Non si osservava miglioramento della zoppia dopo analgesia locale diagnostica sotto la regione del carpo e un cavallo su 4 aveva un lieve miglioramento dopo l’analgesia del gomito.

L’esame radiografico rivelava la formazione di un entesofita sulla tuberosità radiale e la mineralizzazione lineare del legamento collaterale mediale in 2 cavalli e una reazione periostale del condilo omerale in tutti e 4 i soggetti. Un soggetto aveva una modica osteortrite del gomito e 3 soggetti presentavano osteofitosi della faccia craniale del radio. Benché tutti i cavalli venissero inizialmente esaminati per l’insorgenza acuta di zoppia, tutti presentavano alterazioni croniche agli esami diagnostici per immagini.

L’ecografia mostrava un contorno osseo irregolare ed entesopatia all’inserzione del legamento collaterale mediale breve sulla tuberosità radiale e desmite del legamento collaterale mediale breve. Due soggetti avevano evidenza radiografica di lesioni simili ma meno gravi nel gomito controlaterale.

Tutti i cavalli venivano trattati con fenilbutazone e riposo e non presentavano più zoppia dopo un tempo mediano di 3 mesi (2-4 mesi), con ritorno all’uso precedente dopo un tempo mediano di 6 mesi (3-8 mesi). I risultati dello studio suggeriscono che i cavalli da competizione con entesopatia e desmite del legamento collaterale mediale del gomito possono avere una prognosi buona per il ritorno all’utilizzo precedente in seguito a trattamento appropriato, concludono gli autori.


“Enthesopathy and desmitis of the medial collateral ligament of the cubital joint in 4 horses” Robin M. Dabareiner, M. Keith Chaffin, Heather Quirham; G. Kent Carter. J Am Vet Med Assoc. 2013 Apr 15; 242 (8): 1152-8


Maria Grazia Monzeglio Med Vet PhD
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Entesopatia e desmite del legamento collaterale mediale del gomito nel cavalloUno studio descrive 4 cavalli con entesopatia e desmite del legamento collaterale mediale del gomito. Tutti i soggetti avevano un’anamnesi di zoppia acuta grave unilaterale di un arto anteriore e segni di dolore durante la manipolazione dell’arto prossimale affetto; in 2 casi era presente anche tumefazione della regione ascellare. Non si osservava miglioramento della zoppia dopo analgesia locale diagnostica sotto la regione del carpo e un cavallo su 4 aveva un lieve miglioramento dopo l’analgesia del gomito.

L’esame radiografico rivelava la formazione di un entesofita sulla tuberosità radiale e la mineralizzazione lineare del legamento collaterale mediale in 2 cavalli e una reazione periostale del condilo omerale in tutti e 4 i soggetti. Un soggetto aveva una modica osteortrite del gomito e 3 soggetti presentavano osteofitosi della faccia craniale del radio. Benché tutti i cavalli venissero inizialmente esaminati per l’insorgenza acuta di zoppia, tutti presentavano alterazioni croniche agli esami diagnostici per immagini.

L’ecografia mostrava un contorno osseo irregolare ed entesopatia all’inserzione del legamento collaterale mediale breve sulla tuberosità radiale e desmite del legamento collaterale mediale breve. Due soggetti avevano evidenza radiografica di lesioni simili ma meno gravi nel gomito controlaterale.

Tutti i cavalli venivano trattati con fenilbutazone e riposo e non presentavano più zoppia dopo un tempo mediano di 3 mesi (2-4 mesi), con ritorno all’uso precedente dopo un tempo mediano di 6 mesi (3-8 mesi). I risultati dello studio suggeriscono che i cavalli da competizione con entesopatia e desmite del legamento collaterale mediale del gomito possono avere una prognosi buona per il ritorno all’utilizzo precedente in seguito a trattamento appropriato, concludono gli autori.


“Enthesopathy and desmitis of the medial collateral ligament of the cubital joint in 4 horses” Robin M. Dabareiner, M. Keith Chaffin, Heather Quirham; G. Kent Carter. J Am Vet Med Assoc. 2013 Apr 15; 242 (8): 1152-8


Maria Grazia Monzeglio Med Vet PhD
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Letto 1469 volte

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.