Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7311 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Visualizza articoli per tag: Animali esotici

calopsittaLe calopsitte (Nymphicus hollandicus) sono dei comuni pappagalli da compagnia, per i quali mancano in letteratura dei dati relativi ai reperti oftalmologici fisiologici. L'obiettivo di questo studio era dunque quello di stabilire parametri oculari normali in calopsitte sane e valutare se la pressione intraoculare (IOP) potesse variare in base al metodo di contenimento.

Nella valutazione sono state incluse 25 calopsitte prive di malattia oculare; i pazienti sono stati sottoposti a esame oftalmologico completo, compresa la biomicroscopia con lampada a fessura, l'oftalmoscopia indiretta, la misurazione del diametro della fessura palpebrale, la produzione lacrimale mediante test di rottura del film lacrimale (PPTT) e tonometria a rimbalzo. Le misurazioni della IOP sono state ottenute con uccelli tenuti in due diverse posizioni del corpo (decubito verticale e dorsale).

Disciplina Oftalmologia

cavia urolitiasiL'urolitiasi rappresenta una patologia comune e potenzialmente pericolosa per la vita delle cavie da compagnia (Cavia porcellus). Lo scopo di questo studio era quello di determinare la potenziale associazione tra segnalamento, PCV (packed red-cell volume), solidi totali, parametri biochimici selezionati e dati di imaging nell'urolitiasi delle cavie da compagnia. 

I database di due ospedali universitari veterinari sono stati revisionati per la ricerca di casi di cavie che avevano sia un pannello di parametri chimici che uno studio di imaging eseguito durante una visita medica. Sono stati inoltre registrati altri parametri, tra cui età, sesso, peso, PCV e solidi totali.

Disciplina Nefrologia-Urologia

ricciConigli, furetti e ricci sono animali domestici esotici popolari, ma raramente sono stati condotti studi epidemiologici completi su questi animali. Il presente studio mira a chiarire l'incidenza di malattie neoplastiche e non neoplastiche in conigli da compagnia, furetti e ricci in Giappone. 

Sono stati esaminati istologicamente/citologicamente 1098 campioni di 883 conigli, 812 campioni di 521 furetti e 561 campioni di 468 ricci che sono stati raccolti al Miwa Exotic Animal Hospital e presentati al Laboratorio di Patologia Veterinaria dell'Università di Tokyo tra il 2006 e 2020. Gli esami dei campioni di necroscopia non sono stati inclusi nel presente studio.

cincillàLa cisapride, un farmaco procinetico, è stata aneddoticamente raccomandata nei cincillà alla dose di 0,5 mg/kg PO q8-12h per trattare la riduzione della motilità gastrointestinale. Tuttavia, studi su altre specie di roditori suggeriscono che l’efficacia di tale molecola si raggiunge con dosi più elevate di farmaco.

Attraverso due studi crossover randomizzati, controllati con placebo, in cieco, sono stati valutati nei cincillà gli effetti di cisapride (10 mg/kg PO q12h per quattro dosi), somministrata con o senza l’associazione concomitante di alimento con siringa di una formula di terapia intensiva di recupero (25 mL/kg PO q12h per due dosi), dopo sedazione indotta da alfaxalone-butorfanolo,. L'assunzione di cibo e la produzione fecale sono state quantificate per valutare gli effetti di cisapride su questi parametri.

Disciplina Gastroenterologia
Venerdì, 09 Aprile 2021 20:08

Trattamento di una massa surrenalica nel furetto

furetto tcL'iperadrenocorticismo rappresenta l’endocrinopatia più comune tra i furetti domestici. Le attuali terapie includono la surranelectomia e l’utilizzo degli analoghi dell'ormone di rilascio delle gonadotropine. La radioterapia è stata utilizzata in passato come opzione di terapia locale non invasiva alternativa. 

Lo studio riguarda il caso di un furetto maschio castrato di 5 anni presentato originariamente per pollachiuria. Una valutazione ecografica addominale ha rivelato un aumento di dimensioni della ghiandola surrenale destra, che presentava parenchima disomogeneo. La radioterapia ipofrazionata per il trattamento della massa surrenale destra è stata pianificata ed eseguita utilizzando un sistema di irradiazione per piccoli animali. Il protocollo di radiazione prescritto era il seguente: 30 Gray somministrate in 5 frazioni settimanali. Il volume della massa surrenalica irradiata è stato quantificato settimanalmente tramite valutazioni seriali TC a fascio conico. 

Disciplina Endocrinologia
Domenica, 14 Marzo 2021 10:26

Analisi urinaria dei lamantini dei Caraibi

trichechusGli autori dello studio hanno voluto descrivere i dati dell'analisi di campioni di urina prelevati liberamente dai lamantini delle Antille (Trichechus manatus manatus) in centri di soccorso e grandi acquari caraibici.

I campioni di urina sono stati ottenuti mediante cattura libera durante l'esame fisico o mediante l'uso di procedure di condizionamento operante. L'analisi delle urine consisteva in valutazioni macro e microscopiche, analisi biochimiche con strisce reattive e rifrattometria. I risultati sono stati confrontati per i lamantini raggruppati in base all'età, al sesso e all'habitat.

Disciplina Altro

cheloniGli autori di questo studio prospettico avevano l’obiettivo di valutare il valore prognostico del PCV e della concentrazione ematica di glucosio nei cheloni presentati per cure veterinarie e sviluppare categorie di rischio sulla base dell'interazione di queste variabili laboratoristiche.

Nello studio sono stati inclusi 954 cheloni di proprietà (34 generi).

Disciplina Medicina d'urgenza

dragonsNonostante la malattia paradontale sia riconosciuta come una condizione comune nei draghi barbuti in cattività, mancano i dati relativi alla prevalenza di essa. Una dieta sbilanciata è stata precedentemente citata come il principale fattore di rischio legato alla malattia, sebbene siano state condotte poche ricerche sull'eziologia di tali patologie. Gli obiettivi di questo studio erano: indagare la prevalenza di alterazioni e malattie dentali nei draghi barbuti in cattività nel Regno Unito e di iniziare a studiare i fattori di rischio che influenzano la presenza e la gravità della malattia in questa specie.

Nello studio sono stati inclusi 304 draghi barbuti, tutti valutati per la presenza di malattie dentali e per ogni animale è stato compilato un modulo di raccolta dati standardizzato per fornire informazioni sul segnalamento, la dieta e lo stato di salute dell'animale. La gravità di qualsiasi malattia dentale è stata classificata anche in un sottogruppo di draghi barbuti (n = 147), utilizzando un sistema di classificazione da 0 a 5.

Domenica, 28 Giugno 2020 22:10

Mieloencefalite protozoaria equina

mvcglIl Ponazuril è un farmaco attualmente impiegato per il trattamento della mieloencefalite protozoaria equina (EPM, equine protozoal myeloencephalitis).

Gli autori di questo studio ipotizzano che la somministrazione di tale molecola in associazione all’olio di mais possa aiutare ad ottenere delle concentrazioni maggiori di Ponazuril sia nel siero che nel liquido cerebrospinale (CSF, cerebrospinal fluid).

Disciplina Parassitologia
Giovedì, 21 Maggio 2020 23:35

Epilessia post-traumatica in un pappagallo

pappagalloUn pappagallo corona bianca (Pionus senilis), femmina di 13 anni, è stata portata in visita per crisi convulsive comparse 22 mesi dopo il trattamento per una lesione traumatica cerebrale (TBI, traumatic brain injury) caratterizzata da perdita della vista, emiparesi, nistagmo, circling ed head tilt.

Agli esami del sangue, effettuati per indagare l’origine delle crisi convulsive, erano presenti ipercalcemia e ipercolesterolemia, che venivano attribuite alla vitellogenesi compatibile con il reperto anamnestico di deposizione delle uova e con la recente insorgenza del comportamento riproduttivo. La risonanza magnetica del cervello evidenziava una diffusa atrofia del pallio destro con idrocefalo ex vacuo, che si riteneva fosse il risultato del precedente TBI. I reperti diagnostici erano compatibili con epilessia post-traumatica (PTS, post-traumatic seizures).

Disciplina Neurologia
Pagina 1 di 75

VET Channel

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares
0
Shares