Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6949 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 359

Visualizza articoli per tag: Animali esotici

Mercoledì, 14 Novembre 2018 00:45

Testudo hermanni: emogas e chimica clinica

Testudo hermanniL’obiettivo principale dello studio consiste nel valutare l’agreement tra analizzatori point-of-care (POC) e da laboratorio nella misurazione di parametri biochimici ed emogasanalitici da campioni di sangue venoso di Testudo hermanni. Gli autori vogliono inoltre definire degli intervalli di riferimento preliminari per i valori emogasanalitici nelle tartarughe.

Il sangue è stato prelevato dalla vena giugulare di 47 Testudo hermanni ed ogni campione è stato analizzato sia con l’emogasanalizzatore portatile (i-STAT 1, Abaxis) sia con l’analizzatore chimico portatile (VetScan VS2, Abaxin) e con le rispettive metodiche di riferimento. Dodici campioni sono stati inoltre utilizzati per effettuare l’elettroforesi su gel di agarosio e determinare le concentrazioni di albumina.

rabbitLe malattie cardiache congenite sono state descritte raramente nei conigli. In questo case report sono descritte le caratteristiche cliniche, radiografiche ed ecocardiografiche in corso di difetto parziale del setto atrioventricolare in un coniglio domestico.

Un coniglio maschio vaccinato di 3 mesi di età e di 380 grammi di peso corporeo è stato portato a visita per ridotta attività, aumento della frequenza respiratoria, anoressia e ridotta produzione fecale della durata di 2 giorni.

Disciplina Cardiologia
Giovedì, 12 Luglio 2018 23:58

Esame ecografico dei gechi leopardini

gecoI gechi leopardini (Eublepharis macularius) allevati in cattività presentano spesso problematiche di tipo gastrointestinale, stasi follicolare o distocie.

Uno studio prospettico si è posto l’obiettivo di sviluppare, per la prima volta, delle tecniche ecografiche applicabili a questa specie e fornire una descrizione della normale anatomia sonografica della testa, della cavità celomatica e della coda.

Giovedì, 14 Giugno 2018 15:45

Ossificazione eterotopica in un furetto

furettoL'ossificazione eterotopica (HO, heterotopic ossification) è una rara condizione caratterizzata da una produzione ossea anomala a carico dei tessuti molli. Sono stati segnalati pochissimi casi di HO negli animali (cani e cavalli) e generalmente questo processo patologico è stato associato ad un evento traumatico.

In un case report viene descritto il caso di un furetto europeo (Mustela putorius furo) maschio di 5 anni riferito per anoressia, debolezza generalizzata e perdita di peso. L'esame clinico aveva rivelato la presenza di masse addominali multiple.

Disciplina Altro
Lunedì, 28 Maggio 2018 11:27

Concentrazionedi aldosterone sierico nel furetto

furettoUno studio prospettico ha indagato le variabili che influenzano la concentrazione di aldosterone sierico in una popolazione di furetti sani e malati, ha determinato l’intervallo di riferimento dell’aldosterone sierico nei furetti sani e ha stabilito un valore limite di aldosterone per differenziare i furetti sani da quelli malati.

Il limite superiore di riferimento per le concentrazioni di aldosterone sierico è stato definito da campioni di sangue prelevati da 78 furetti (56 sani e 22 malati). La sensibilità e la specificità dei valori di cutoff dell’aldosterone per differenziare i furetti sani dai malati sono state stimate tramite l’analisi della curva ROC.

Disciplina Endocrinologia
Mercoledì, 16 Maggio 2018 08:46

Salmonellosi nei gechi in cattività

gecoI rettili sono considerati un importante serbatoio di Salmonella.

Uno studio si è posto l’obiettivo di valutare la prevalenza di Salmonella spp. in diverse specie di geco allevate in Italia come animali domestici.

Lunedì, 19 Marzo 2018 16:55

Farmacocinetica della buprenorfina nella cavia

caviaUno studio ha determinato la farmacocinetica e l’effetto sedativo della buprenorfina dopo somministrazione endovenosa (IV) e orale transmucosale (OTM) nelle cavie.

Lo studio ha previsto un esperimento preliminare, condotto su 6 soggetti maschi adulti, finalizzato a determinare quale fosse la dose appropriata di buprenorfina da somministrare; lo studio primario è stato, invece, condotto su 8 soggetti maschi di età compresa tra le 8 e le 11 settimane. Nello studio primario, è stata somministrata buprenorfina per via IV o OTM alla dose di 0,2 mg/kg; prima della somministrazione per via OTM è stato misurato il pH della cavità orale. L’effetto sedativo è stato valutato per 6 ore facendo riferimento ad uno score da 0 a 3 (0 = nessuna sedazione, 3 = sedazione profonda). Dopo un periodo di washout di 7 giorni, le procedure sono state ripetute in modalità crossover.

Disciplina Farmacologia

silsUno studio ha voluto descrivere e illustrare la procedura di ovarioisterectomia laparoscopia-assistita mediante la tecnica di chirurgia laparoscopica ad incisione singola (SILS, Single Incision Laparoscopic Surgery) nel coniglio domestico.

La SILS prevede un’unica incisione di soli 2-3 cm lungo la linea mediana ventrale del paziente per l’ingresso della porta, ed in particolare per la porta di accesso multiplo SILS Port.

Disciplina Chirurgia generale

Schermata 2018 02 21 alle 11.04.31Il Dolphin Morbillivirus (DMV) dell’epidemia avvenuta fra il 1990 e il 1992 nel Mar Mediterraneo è l’unico morbillivirus dei cetacei il cui genoma sia stato completamente sequenziato. In questo lavoro è stata applicata per la prima volta la tecnologia Next Generation Sequencing (NGS) per lo studio dei morbillivirus dei mammiferi marini. Un ceppo virale, rappresentativo della seconda grande epidemia (2006-2008) nel Mar Mediterraneo (DMV_IZSPLV_2008), è stato isolato in vitro utilizzando cellule della linea Vero.DogSLAMtag; l’intero genoma è stato successivamente sequenziato mediante NGS.

La lunghezza del genoma risultante è stata determinata in 15.673 paia di basi. Il confronto fra i genomi dei ceppi rappresentativi delle due epidemie (2006-‘08 e 1990-‘92) ha evidenziato 157 mutazioni nucleotidiche, 47 sostituzioni amminoacidiche nelle sequenze polipeptidiche correlate, e una similarità del 98,7% sull’intera sequenza.

Schermata 2018 02 21 alle 10.25.16Campylobacter spp. termofilo e Salmonella spp. sono batteri zoonosici comunemente ospitati nel tratto enterico delle specie aviarie. Uno studio ha verificato la presenza di tali microrganismi in una popolazione italiana eterogenea di uccelli d’affezione e rapaci in cattività (Passeriformi, Psittaciformi, Accipitriformi, Falconiformi e Strigiformi) viventi a stretto contatto con l’uomo.

Si analizzavano in totale 151 soggetti per Campylobacter spp. termofilo e 444 per Salmonella spp. Si isolavano nei rapaci 6 C. jejuni e 1 S. Livingstone: 4 Accipitriformi (2 Buteo regalis, 2 Parabuteo unicinctus), 1 Falconiforme (Falco peregrinus) e 1 Strigiforme (Strix aluco) erano positivi per C. jejuni e 1 Falconiforme (Falco peregrinus) per S. Livingstone. Si genotipizzavano mediante MLST 4 ceppi di C. jejuni, identificandoli come ST 2116 (ST-353 CC).

Pagina 2 di 74

SCIVAC Rimini Web

eveditoria Editoria Scientifica

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.