Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6611 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Giovedì, 25 Febbraio 2016 16:25

Fimosi in un cincillà

Disciplina Nefrologia-Urologia

Idronefrosi bilaterale e infezione urinaria in un cricetoL’idronefrosi è stata descritta in numerose specie mammifere esotiche.

Nel criceto cinese (Cricetulus griseus), è stata segnalata in associazione al diabete mellito. Un criceto di Campbell (Phodopus campbelli) maschio intero di 1,5 anni veniva visitato con un’anamnesi di diarrea e debolezza da 4 giorni. All’esame clinico, il criceto appariva depresso e in condizioni corporee scadenti. Si palpava una massa a contenuto liquido nell’addome caudale.

L’ecografia addominale rilevata idronefrosi in entrambi i reni e dilatazione della vescica urinaria. Si sospettava un’ostruzione urinaria con idronefrosi bilaterale secondaria. La vescica poteva essere efficacemente compressa e svuotata in anestesia generale. Tuttavia, si sceglieva di effettuare l’eutanasia e l’esame autoptico non rilevava alcuna causa di ostruzione urinaria. Le colture anaerobie ed aerobie dei fluidi contenuti nella vescica e nella pelvi renale destra erano positive per Klebsiella oxytoca.

Benché la diarrea sia un problema comune nei roditori d’affezione, non se ne dovrebbe assumere l’origine gastrointestinale finché non è stato effettuato l’esame clinico e gli esami diagnostici indicati.

A conoscenza dell’autore, il presente è il primo caso drscritto di idronefrosi bilaterale con infezione concomitante delle vie urinarie in un criceto di Campbell.

"Bilateral hydronephrosis with urinary tract infection in a Campbell s hamster (Phodopus campbelli).” A. Eleftheriou and N. R. Wyre. Journal of Small Animal Practice. November 2015

Maria Grazia Monzeglio Med Vet PhD
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Idronefrosi bilaterale e infezione urinaria in un cricetoL’idronefrosi è stata descritta in numerose specie mammifere esotiche. Nel criceto cinese (Cricetulus griseus), è stata segnalata in associazione al diabete mellito. Un criceto di Campbell (Phodopus campbelli) maschio intero di 1,5 anni veniva visitato con un’anamnesi di diarrea e debolezza da 4 giorni. All’esame clinico, il criceto appariva depresso e in condizioni corporee scadenti. Si palpava una massa a contenuto liquido nell’addome caudale.

L’ecografia addominale rilevata idronefrosi in entrambi i reni e dilatazione della vescica urinaria. Si sospettava un’ostruzione urinaria con idronefrosi bilaterale secondaria. La vescica poteva essere efficacemente compressa e svuotata in anestesia generale. Tuttavia, si sceglieva di effettuare l’eutanasia e l’esame autoptico non rilevava alcuna causa di ostruzione urinaria. Le colture anaerobie ed aerobie dei fluidi contenuti nella vescica e nella pelvi renale destra erano positive per Klebsiella oxytoca.

Benché la diarrea sia un problema comune nei roditori d’affezione, non se ne dovrebbe assumere l’origine gastrointestinale finché non è stato effettuato l’esame clinico e gli esami diagnostici indicati.

A conoscenza dell’autore, il presente è il primo caso drscritto di idronefrosi bilaterale con infezione concomitante delle vie urinarie in un criceto di Campbell.

"Bilateral hydronephrosis with urinary tract infection in a Campbell s hamster (Phodopus campbelli).” A. Eleftheriou and N. R. Wyre. Journal of Small Animal Practice. November 2015

Maria Grazia Monzeglio Med Vet PhD
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Disciplina Nefrologia-Urologia
Lunedì, 18 Gennaio 2016 13:59

Emogasanalisi nel falco sano

Disciplina Ematologia
Agente della melioidosi in un’iguana d’affezione in EuropaLa melioidosi causata da Burkholderia pseudomallei
Pagina 13 di 89

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.