Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7192 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Visualizza articoli per tag: Cane e gatto

pancreatite cane gattoIl rapporto tra neutrofili e linfociti (NLR) e il rapporto piastrine-linfociti (PLR) sono stati descritti come marker prognostici in corso di malattie tumorali ed infiammatorie. Una valutazione di tali rapporti non è ancora stata studiata nella pancreatite acuta del cane e del gatto. L'obiettivo degli autori era pertanto quello di valutare l'utilità di NLR e PLR ​​come marker per la gravità della malattia e il decorso clinico della pancreatite acuta in cani e gatti.

Nello studio sono stati inclusi in modo prospettico complessivamente 67 cani e 41 gatti con pancreatite acuta, oltre a 17 cani e gatti sani come gruppo controllo. Sono stati confrontati il NLR e il PLR di cani e gatti con pancreatite acuta con i rispettivi rapporti degli animali sani. La gravità della malattia è stata misurata utilizzando uno score modificato, "indice di gravità nella pancreatite acuta" (BISAP), utilizzato in medicina umana; infine, il decorso della malattia è stato valutato con la misurazione del tempo necessario per il recupero clinico.

Disciplina Ematologia

ventiled dogGli autori di questo studio retrospettivo hanno valutato l'utilizzo della nutrizione enterale e parenterale in una popolazione di cani e gatti ventilati meccanicamente; obiettivi degli autori erano anche quelli di identificare i fattori associati all'implementazione della nutrizione e di valutare la frequenza del supporto nutrizionale entro 72 ore dall'assenza di apporto calorico.

Nello studio sono stati inclusi 58 pazienti (50 cani, 8 gatti) sottoposti a ventilazione meccanica per ≥6 ore con cartella clinica completa. I dati raccolti includevano la fornitura nutrizionale, il tempo per l'inizio della nutrizione, il periodo di assunzione calorica assente, la percentuale di apporto calorico ottenuta e possibili fattori che contribuiscono al ritardo o alla mancata implementazione della nutrizione. Il 31% dei pazienti (cani 16/50, 32%; gatti 2/8, 25%) ha ricevuto supporto nutrizionale durante la ventilazione meccanica, con tutti i cani, tranne 2, che ricevevano nutrizione parenterale. Di quei pazienti che non hanno ricevuto supporto nutrizionale (cani 34/50, 68%; gatti 6/8, 75%), si segnalavano controindicazioni documentate o omissioni nella compilazione dei report clinici in 16 dei 34 cani (47%) e 4 di 6 gatti (66,7%). Tredici animali (11 cani, 2 gatti) avevano> 72 ore di assunzione calorica assente e solo un piccolo numero di questi riceveva nutrimento (cani 4/11, 36,4%; gatti 0/2, 0%).

Disciplina Medicina d'urgenza

Cat ecoNella medicina dei piccoli animali, il campionamento ecoguidato dei linfonodi con ago sottile svolge un ruolo fondamentale nel protocollo diagnostico di varie patologie, inclusa la stadiazione dei processi neoplastici. La tecnica di agoaspirazione (fine needle aspiration cytology, FNAC) è stata comunemente utilizzata per la produzione di campioni citologici, ma è stato suggerito che la tecnica di agoinfissione (fine needle non-aspiration cytology, FNNAC) possa permettere di produrre dei preparati citologici diagnostici e di qualità superiore.

Nel presente studio clinico controllato randomizzato sono stati campionati 104 linfonodi in cani e gatti, utilizzando entrambe le tecniche. I campioni citologici sono stati quindi valutati da dei patologi che non conoscevano la tecnica utilizzata per la produzione del campione. Questi ultimi hanno determinato se il campione era diagnostico o meno e hanno classificato il campione in termini di: grado di cellularità, conservazione cellulare ed emodiluizione.

temperatura gattiL'emergenza sanitaria mondiale indotta dal nuovo coronavirus del 2019 (SARS-CoV-2) ha reso necessaria la valutazione del potenziale di infezione del SARS-CoV-2 negli animali da compagnia. Utilizzando un ampio set di dati, gli autori di questo studio hanno valutato la frequenza di SARS-CoV-2 e altri patogeni respiratori in campioni di cani e gatti sottoposti a test respiratori da metà febbraio a metà aprile 2020.

Un sottogruppo di campioni di cani e gatti inviati per il panel test di patogeni respiratori a laboratori di riferimento in Asia, Europa e Nord America è stato anche testato per SARS-CoV-2. Per lo studio è stata sviluppata e validata una PCR real time per la ricerca di SARS-CoV-2.

Disciplina Broncopneumologia

RX CEL'ostruzione meccanica è una causa comune di vomito acuto tra i piccoli animali e la radiografia è lo strumento diagnostico di prima linea. A causa di molte circostanze, la chirurgia potrebbe non essere un'opzione di trattamento immediata. 

Lo scopo di questo studio retrospettivo era quello di determinare l'incidenza della risoluzione dei segni radiografici di ostruzione meccanica o del materiale estraneo gastrointestinale con la terapia medica. I criteri di inclusione comprendevano: vomito, diagnosi o sospetto radiografico di ostruzione meccanica, materiale estraneo sospettato o identificato in modo definitivo per via radiografica. 

bone marrow samplingIn questo studio retrospettivo, gli autori avevano l’obiettivo di valutare la prevalenza delle complicanze associate al prelievo di midollo osseo nei cani e nei gatti.

Sono stati registrati i dati comprendenti segnalamento, presenza di reperti clinicopatologici specifici, sede anatomica del campionamento midollare, numero di tentativi, qualità diagnostica del campionamento, protocollo analgesico e complicazioni post procedurali.

Disciplina Ematologia

Vet BLUEL’obiettivo del presente studio era quello di valutare l'accuratezza del protocollo ecografico polmonare “Vet BLUE” per la rilevazione di patologie toraciche nel cane e nel gatto, utilizzando la TC toracica come standard di riferimento.

Sono stati inclusi, in modo prospettico, cani e gatti sottoposti ad ecografia toracica e TC toracica tra maggio 2017 e settembre 2018. Il protocollo Vet BLUE è stato attuato sugli animali, al momento dell’ammissione, da medici veterinari con una formazione di base sull’ecografia in emergenza. Un radiologo specialista, il quale non era a conoscenza dei risultati ecografici, ha esaminato le immagini TC.

CatL’obiettivo del presente studio era quello di valutare l'effetto della trasfusione di sangue sulle dimensioni del cuore sinistro in cani e gatti con anemia clinicamente rilevante.

Sono stati inclusi, in modo prospettico, 20 cani e 20 gatti anemici che necessitavano di trasfusione afferenti presso un singolo ospedale universitario veterinario. In tutti i soggetti, il PCV (packed cell volume), le proteine totali e l'ecocardiografia sono stati eseguiti prima ed entro 24 ore dalla trasfusione di sangue. Sono stati registrati i dati inerenti: segnalamento, peso corporeo, patologia, durata e volume della trasfusione e trattamenti precedenti.

Disciplina Cardiologia
Venerdì, 25 Dicembre 2020 22:52

Distrofie muscolari negli animali da compagnia

dogecatLe distrofie muscolari nei cani e nei gatti rappresentano un gruppo eterogeneo di malattie neuromuscolari progressive ereditarie, a volte congenite, che assai raramente vengono diagnosticate. Una corretta identificazione e caratterizzazione delle distrofie muscolari canine e feline potrebbe aumentare le strategie diagnostiche e terapeutiche per i neurologi veterinari e potrebbe identificare modelli animali utili per lo studio delle distrofie umane. Tuttavia, nei cani e nei gatti, la diagnosi di distrofie muscolari è molto probabilmente sottovalutata ed è resa difficile da un fenotipo clinico e lesioni patologiche aspecifici.

Gli autori dello studio hanno eseguito tecniche di immunofluorescenza e Western blot utilizzando un ampio pannello di anticorpi contro le proteine coinvolte nelle distrofie umane (distrofina mid-rod e dominio carbossiterminale, α, β, γ e δ-sarcoglicano, α-distroglicano, caveolina-3, emerina, merosina, disferlina, calpaina-3, spectrina), su 9 biopsie muscolari canine e 3 feline caratterizzate da alterazioni miopatiche.

Disciplina Genetica

Cane e gattoIl SARS-CoV-2 è emerso dagli animali e ora si trasmette con facilità tra le persone. Il rilevamento sporadico di casi di infezione naturale da SARS-CoV-2 negli animali insieme alla dimostrazione di infezioni sperimentali in gatti, furetti e cani, sollevano interrogativi sulla suscettibilità degli animali da compagnia al virus.

Nel presente studio è stata condotta una vasta indagine epidemiologica per valutare l'infezione da SARS-CoV-2 in 919 cani e gatti di proprietà residenti nel nord Italia, campionati in un momento in cui la popolazione umana era gravemente colpita dal COVID-19.

Pagina 1 di 43

VET Channel

eveditoria Editoria Scientifica

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.