Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7087 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Visualizza articoli per tag: Cane e gatto

Venerdì, 25 Dicembre 2020 22:52

Distrofie muscolari negli animali da compagnia

dogecatLe distrofie muscolari nei cani e nei gatti rappresentano un gruppo eterogeneo di malattie neuromuscolari progressive ereditarie, a volte congenite, che assai raramente vengono diagnosticate. Una corretta identificazione e caratterizzazione delle distrofie muscolari canine e feline potrebbe aumentare le strategie diagnostiche e terapeutiche per i neurologi veterinari e potrebbe identificare modelli animali utili per lo studio delle distrofie umane. Tuttavia, nei cani e nei gatti, la diagnosi di distrofie muscolari è molto probabilmente sottovalutata ed è resa difficile da un fenotipo clinico e lesioni patologiche aspecifici.

Gli autori dello studio hanno eseguito tecniche di immunofluorescenza e Western blot utilizzando un ampio pannello di anticorpi contro le proteine coinvolte nelle distrofie umane (distrofina mid-rod e dominio carbossiterminale, α, β, γ e δ-sarcoglicano, α-distroglicano, caveolina-3, emerina, merosina, disferlina, calpaina-3, spectrina), su 9 biopsie muscolari canine e 3 feline caratterizzate da alterazioni miopatiche.

Disciplina Genetica

Cane e gattoIl SARS-CoV-2 è emerso dagli animali e ora si trasmette con facilità tra le persone. Il rilevamento sporadico di casi di infezione naturale da SARS-CoV-2 negli animali insieme alla dimostrazione di infezioni sperimentali in gatti, furetti e cani, sollevano interrogativi sulla suscettibilità degli animali da compagnia al virus.

Nel presente studio è stata condotta una vasta indagine epidemiologica per valutare l'infezione da SARS-CoV-2 in 919 cani e gatti di proprietà residenti nel nord Italia, campionati in un momento in cui la popolazione umana era gravemente colpita dal COVID-19.

Giovedì, 05 Novembre 2020 19:59

Criptococcosi addominale nel cane e nel gatto

criptococcoLo studio in questione aveva l’obiettivo di indagare la presentazione clinica, i reperti di laboratorio e di diagnostica per immagini, nonché il trattamento e l'outcome dei cani e gatti affetti da criptococcosi addominale in Australia.

Nello studio sono stati inclusi retrospettivamente cani e gatti con diagnosi citologica (mediante agoaspirato) o istologica (attraverso biopsia o necroscopia) di criptococcosi localizzata a livello di organi/tessuti addominali.
Sono stati pertanto raccolti dati relativi al segnalamento, motivo della visita, segni clinici, reperti di laboratorio e di diagnostica per immagini, titoli del test di agglutinazione al lattice per l'antigene criptococcico (LCAT), trattamenti effettuati e l’outcome dei suddetti pazienti.

Mercoledì, 11 Novembre 2020 11:28

Ipercobalaminemia nel cane e nel gatto

Natural Remedies Diarrhea Dogs CatsL'ipocobalaminaemia è comune nei cani e nei gatti con insufficienza pancreatica esocrina e/o enteropatia cronica. Sebbene l'ipocobalaminemia sia stata ampiamente studiata, l'ipercobalaminaemia sierica (in assenza di integrazione esogena) potrebbe essere un dato sottovalutato nell’ambito della medicina dei piccoli animali. Studi in medicina umana hanno rilevato un’associazione tra l'ipercobalaminemia e malattie neoplastiche, epatiche e renali.

Nel presente studio sono state analizzate, in maniera retrospettiva, le cartelle cliniche di tutti i cani e gatti con misurazioni della concentrazione sierica di cobalamina tra il 2007 e il 2019; i soggetti che avevano ricevuto una supplementazione di cobalamina sono stati esclusi.

Disciplina Gastroenterologia

ventilazione meccanicaLa ventilazione meccanica è una pratica frequentemente eseguita nella terapia intensiva dei piccoli animali con dati di sopravvivenza ben documentati; non è nota però, la qualità di vita di questi pazienti dopo la dimissione dall'ospedale.

In questo studio sono stati intervistati alla dimissione i proprietari dei pazienti sopravvissuti dopo la ventilazione meccanica, attraverso un questionario aperto e con un sistema di classificazione a punti.

Disciplina Medicina d'urgenza
Giovedì, 15 Ottobre 2020 12:53

Neoplasie del cavo orale nel cane e nel gatto

Cat Oral HealthLe neoplasie orali rappresentano il 6-7% di tutte le neoplasie nel cane e il 3% di tutte le neoplasie nel gatto. A conoscenza degli autori, la più recente analisi epidemiologica delle neoplasie orali nel cane e nel gatto è stata pubblicata nel 1976. L'obiettivo di questo studio era quindi quello di descrivere le informazioni demografiche attuali riguardo i tumori orali nel cane e nel gatto.

I dati sono stati raccolti dalle cartelle cliniche di cani o gatti con diagnosi di neoplasia orale afferenti presso 26 ospedali universitari veterinari dal 1° gennaio 1996 al 31 dicembre 2017.

Disciplina Oncologia
Lunedì, 28 Settembre 2020 11:56

Prevalenza della dirofilariosi nel cane e nel gatto

HW disease CatI capisaldi della diagnosi di filariosi cardiopolmonare (heartworm, HW) nel cane sono la rilevazione degli antigeni circolanti rilasciati dalle femmine adulte di Dirofilaria immitis o la visualizzazione delle microfilarie nel sangue intero. Questi test sono meno sensibili nel gatto a causa della risposta immunitaria felina che porta a un basso numero di parassiti adulti; tuttavia, anche i test anticorpali per la filariosi cardiopolmonare sono autorizzati per l'uso nel gatto. Gli anticorpi anti-HW nei gatti sono rilevabili quando è avvenuto almeno uno sviluppo larvale nei tessuti, ma i test anticorpali positivi non sono in grado di distinguere tra infezioni attuali o pregresse; pertanto, i gatti con test anticorpale positivo sono considerati attualmente o precedentemente infettati da D. immitis.

Lo scopo del presente studio era quello di utilizzare più modalità diagnostiche per massimizzare il rilevamento dell'infezione da HW in cani e gatti ad alto rischio di infezione e confrontare la prevalenza dell'infezione in queste due specie.

Disciplina Parassitologia

surgeon vetGli obiettivi di questo studio erano: 1) determinare il tasso di infezioni del sito chirurgico dopo chirurgia gastrointestinale in una popolazione di cani e gatti; 2) descrivere i batteri aerobici isolati dalle suddette infezioni.

Sono state revisionate retrospettivamente le cartelle cliniche di 210 cani e 66 gatti sottoposti a chirurgia gastroenterica in un ospedale veterinario universitario. In particolare sono state analizzati: procedure chirurgiche, presenza di un'infezione, specie batteriche isolate, somministrazione di antibiotici perioperatori ed outcome.

Disciplina Chirurgia generale
Sabato, 05 Settembre 2020 12:28

Ipocolesterolemia nel cane e nel gatto

cane e gatto ipocolestL’obiettivo principale di questo studio era valutare la prevalenza dell'ipocolesterolemia e i tassi di mortalità ad essa associati, in una popolazione di cani e gatti afferenti ad un ospedale universitario. L'obiettivo secondario era identificare le patologie connesse all'ipocolesterolemia.

Sono state quindi revisionate retrospettivamente le cartelle cliniche per un periodo di 5 anni al fine di determinare la gravità dell'ipocolesterolemia e il tasso di mortalità associato. Inoltre sono state ulteriormente analizzate le cartelle cliniche di animali con ipocolesterolemia da moderata a grave (<2,59 mmol/L nei cani, <1,81 mmol/L nei gatti) e sono stati identificati i pazienti con ipocolesterolemia acquisita in ospedale.

Disciplina Altro
Martedì, 01 Settembre 2020 19:48

Utilizzo della cefovecina nel cane e nel gatto

dog caLa cefovecina è una cefalosporina di terza generazione a lunga durata d'azione comunemente usata in medicina veterinaria. Le cefalosporine di terza generazione sono antimicrobici di fondamentale importanza che dovrebbero essere utilizzati solo dopo test colturali e di sensibilità. Gli autori in questo studio riportano le indicazioni comuni per l'uso della cefovecina nei cani e nei gatti e la frequenza dei test colturali e di sensibilità.

E’ stato eseguito uno studio trasversale utilizzando cartelle cliniche estratte da VetCompass Australia. Sono state revisionate tutte le cartelle cliniche dei pazienti sottoposti a trattamento con cefovecina. E’ stato annotato il motivo dell'uso della cefovecina per ogni paziente.

Disciplina Altro
Pagina 1 di 42

SCIVAC Rimini Web

eveditoria Editoria Scientifica

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.