Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7087 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Visualizza articoli per tag: Cane

vertebral disc inflammationLa proteina C-reattiva (C-reactive protein, CRP) è una proteina di fase acuta positiva che aumenta in molte condizioni infiammatorie del cane. La concentrazione sierica di CRP ha un'importante utilità diagnostica e prognostica negli esseri umani con osteomielite vertebrale. L’obiettivo del presente studio era quello di determinare se esiste una correlazione tra la concentrazione sierica di CRP e i reperti clinici e di risonanza magnetica (magnetic resonance imaging, MRI) in cani con discospondilite; un ulteriore obiettivo era quello di valutare il valore prognostico della CRP.

Sono stati inclusi, in modo retrospettivo, 18 cani di proprietà con diagnosi di discospondilite ottenuta tramite MRI. In ogni soggetto sono stati registrati i seguenti dati: segnalamento, segni clinici, esame neurologico, conta dei globuli bianchi, conta dei neutrofili, concentrazione sierica di globulina, concentrazione sierica di CRP, reperti radiografici e di MRI, risultati della coltura batterica e outcome.

Disciplina Neurologia

Dogs and humansLe infezioni da endoparassiti sono comuni nel cane. Alcuni di questi parassiti sono potenzialmente zoonotici e costituiscono quindi un problema di sanità pubblica. Nel presente studio è stata condotta un'indagine su 26 strutture veterinarie di Belgio e Paesi Bassi per valutare la prevalenza di endoparassiti nei cani di proprietà di età superiore ai 6 mesi; un ulteriore obiettivo era quello di indagare i fattori di rischio associati all'infezione da endoparassiti.

Sono stati analizzati 239 campioni fecali (168 in Belgio e 71 nei Paesi Bassi); 18 cani sono risultati positivi per almeno un tipo di endoparassita e tre cani positivi per due specie di parassiti. Toxocara sp. era l'endoparassita rilevato più frequentemente (4,6%). Tre cani sono risultati positivi per Angiostrongylus vasorum (1,4%) utilizzando il metodo Baermann e in un cane la positività è stata confermata tramite un test rapido antigenico. L'età e il comportamento predatorio sono stati identificati come due fattori di rischio associati all'infezione da endoparassiti. In questo studio, sebbene la maggioranza (77%) dei proprietari abbia riferito di somministrare almeno un trattamento antiparassitario all'anno, solo una minoranza di loro (24,3%) era consapevole del rischio per la salute umana.

Disciplina Parassitologia

golden labDiversi studi in medicina umana hanno messo in evidenza che un basso peso alla nascita predispone gli individui all'obesità in età avanzata. Nonostante il costante aumento della prevalenza dell'obesità nella popolazione canina e le importanti conseguenze sulla salute di questa affezione, sono state condotte poche ricerche sull'associazione tra peso alla nascita e rischio di sviluppare sovrappeso nel cane. Lo scopo del presente studio era quello di valutare l'associazione tra il peso alla nascita, insieme ad altre caratteristiche neonatali, e il sovrappeso in età adulta in una popolazione di cani di razza Labrador.

Sono state raccolte informazioni su sesso, età, sterilizzazione/castrazione, peso alla nascita e tassi di crescita (tra 0-2 giorni e 2-15 giorni di età) in 93 cani Labrador allevati in condizioni ambientali simili fino all’età di due mesi. Sono stati registrati, inoltre, i punteggi del body condition scores (BCS, scala da 1 a 9) di questi soggetti in età adulta; i cani con BCS uguale o superiore a 6 erano classificati come “sovrappeso”. I cani sono stati suddivisi, infine, in due gruppi in base al peso mediano alla nascita dell'intera popolazione: inferiore alla mediana (lower than the median, LTM) e superiore alla mediana (higher than the median, HTM). Per analizzare l’associazione tra le caratteristiche generali dei cani (sesso, età, sterilizzazione/castrazione), i parametri neonatali (peso alla nascita, tassi di crescita) e il sovrappeso in età adulta è stato applicato un modello di regressione logistica.

proteinrua dogRisultano ad oggi limitate le informazioni inerenti l’utilità del telmisartan (antagonista del recettore per l’angiotensina II) nel trattamento della proteinuria nella specie canina.
Questo studio prospettico, randomizzato, in doppio cieco, aveva lo scopo di valutare pertanto l’efficacia antiproteinurica del telmisartan, rispetto all’enalapril, in cani con malattia renale cronica e proteinuria renale persistente.

Sono stati inclusi nello studio 39 cani con malattia renale cronica e rapporto proteine urinarie/creatinina urinaria (UPC)> 0,5 (se iperazotemico) o ≥ 1 (se normoazotemico).
I cani sono stati randomizzati, in base alla presenza o assenza di iperazotemia e ipertensione arteriosa sistemica, per ricevere telmisartan (1 mg/kg PO q24h) o enalapril (0,5 mg/kg PO q12h) per 120 giorni. Sono inoltre stati effettuati: un aumento della dose del farmaco nei giorni 30 e 60 e l'aggiunta dell'altro farmaco al giorno 90, se nelle valutazioni effettuate in questi tempi veniva osservato un UPC> 0,5. La variazione percentuale dell'UPC rispetto al basale è stata calcolata per tutti i punti temporali.

Disciplina Nefrologia-Urologia
Mercoledì, 25 Novembre 2020 13:25

Trattamento del tremore idiopatico della testa nel cane

head tremor dogLa sindrome del tremore idiopatico della testa è un disturbo del movimento parossistico di eziologia sconosciuta. In taluni casi può verificarsi una remissione spontanea, ma i proprietari possono richiedere un trattamento nei cani gravemente colpiti con episodi continui. Al momento, non sono presenti in letteratura studi controllati sulla malattia. Gli autori di questo studio hanno quindi ipotizzato che, l’utilizzo di un farmaco con effetti GABA (acido γ-amminobutirrico)-ergici e ansiolitici potesse ridurre i tremori della testa.

Sono stati pertanto inclusi nello studio 24 cani con tremore della testa grave, non remissivo e diagnosi clinica presuntiva di sindrome del tremore idiopatico della testa. Dodici pazienti sono stati sottoposti a terapia con imepitoina, gli altri 12 hanno ricevuto un placebo. La valutazione dell'efficacia ha utilizzato il quoziente T2/T1 che rappresentava il prolungamento del periodo senza tremore della testa rispetto a un periodo basale di 3 mesi. Un cane era considerato un “responder” se i tremori diminuivano o se il periodo senza tremore alla testa era 3 volte più lungo del periodo più lungo durante il basale (T2/T1 ≥ 3). I calcoli della dimensione del campione hanno considerato un elevato effetto dell’imepitoina su T2/T1 (d di Cohen = 0,8).

Disciplina Neurologia

parasite infection leishmaniasis dogsLa leishmaniosi è una parassitosi ampiamente diffusa, trasmessa da vettori, che causa manifestazioni cliniche negli animali e nell'uomo. Nel cane, la leishmaniosi canina (Canine Leishmaniasis, CanL) è stata segnalata in ben 50 paesi e il bacino del Mediterraneo è noto per essere una delle zone più colpite. All'interno di queste aree, la Sardegna è stata a lungo considerata endemica per la leishmaniosi e recentemente è stata segnalata la presenza di due vettori artropodi. Tuttavia, ad oggi, sull'isola non sono state effettuate indagini epidemiologiche sulla CanL. Quindi, l’obiettivo del presente studio era quello di descrivere, per la prima volta, la sieroprevalenza e i fattori di rischio per la leishmaniosi canina in Sardegna.

Sono stati raccolti e analizzati campioni ematici, nonché informazioni generali e reperti clinici da 1.147 cani. I cani erano costituiti da due popolazioni distinte: "cani di proprietà" e "cani dei canili". Gli anticorpi IgG anti-Leishmania sono stati rilevati tramite una metodica IFAT e i campioni sono stati valutati come positivi utilizzando come cut-off una diluizione di 1:80.

Disciplina Epidemiologia

agopuntura caneLo scopo di questo studio era indagare l'efficacia analgesica di un trattamento di agopuntura preoperatoria in 24 cani sottoposti a emilaminectomia toracolombare.

I cani sono stati assegnati in modo casuale al gruppo A (agopuntura) o al gruppo C (controllo). Prima dell'incisione cutanea, il gruppo A è stato trattato con agopuntura, eseguita in anestesia generale per 30 min. La somministrazione di fentanil intraoperatorio è stata utilizzata come trattamento “rescue” a seguito di un aumento del 20% dei parametri cardiovascolari rispetto ai valori basali, misurati prima dell'incisione. Un operatore, all’oscuro del trattamento utilizzato, ha valutato il dolore prima e dopo l'intervento con le scale del dolore Glasgow (GCPS), Colorado (CPS) e una scala analogica visiva (VAS); inoltre, le soglie meccaniche (MT) sono state misurate con l'anestesiometro elettronico von Frey (EVF) in quattro punti situati vicino all'ernia del disco. I gruppi sono stati confrontati rispetto alle variabili cardiovascolari e respiratorie intraoperatorie, alla quantità di fentanil “rescue” somministrate in totale, a diversi eventi chirurgici (prima incisione [FI], perforazione [DR], rimozione del disco [RE] e sutura cutanea [ST]), punteggi del dolore pre- e postoperatorio e MT.

Disciplina Agopuntura
Martedì, 08 Dicembre 2020 14:36

Polipi Tonsillari nel Cane

Tonsillary polipsI polipi tonsillari sono rari nel cane. In questo studio sono stati descritti 14 cani con polipi tonsillari e sono state esaminate la classificazione e la patogenesi.

Tutti i cani inclusi erano adulti (range, 3-13 anni). Le femmine (10/14) erano maggiormente rappresentate rispetto ai maschi (4/14). La maggior parte dei cani era asintomatico (10/14). Tutte le lesioni erano unilaterali, peduncolate (9/14) o sessili (5/14), con superficie liscia (12/14) o papillare/verrucosa (2/14). Istologicamente, i polipi consistevano in una proliferazione benigna di vasi linfatici, vasi sanguigni, tessuto fibroso e tessuto linfoide in proporzioni variabili, con occasionale tessuto adiposo (4/14). In base ai principali componenti stromali, i polipi sono stati classificati come linfangiomatosi (5/14), linfangiolipomatosi (2/14), linfangiofibromatosi (2/14), angiofibromatosi (1/14), angiofibrolipomatosi (1/14), linfoidi (2 / 14) e mixomatoso (1/14). La semplice escissione chirurgica è risultata essere curativa nei 9 casi in cui erano disponibili informazioni riguardo il follow-up.

Disciplina Patologia generale

Pancreas US dogL’esame ecografico addominale (Abdominal ultrasound examinations, AUE) è comunemente utilizzato nella valutazione diagnostica della pancreatite acuta (acute pancreatitis, AP) nel cane. Lo scopo di questo studio retrospettivo era quello di valutare e monitorare i cambiamenti ecografici osservati nei cani con sospetto clinico di AP tramite utilizzo di AUEs consecutivi.

La popolazione di studio era costituita da 38 cani di proprietà ospedalizzati per un periodo di tempo non inferiore a 48 ore tra gennaio 2016 e dicembre 2019. Il sospetto di AP veniva formulato sulla base dell'esame clinico e tramite esecuzione del test rapido per la lipasi pancreatica specifica canina, eseguito all'ammissione in clinica. I cani inclusi sono stati sottoposti a due AUE: la prima ecografia addominale era effettuata il primo giorno di ricovero; la seconda, invece, tra le 40 e le 52 ore dopo la prima.

stop bleeding dogs e1554490721649Sia in medicina umana che veterinaria, è ormai noto che il plasma ricco di piastrine (PRP) svolge un ruolo cruciale nella guarigione delle ferite cutanee. Sorprendentemente, fino ad ora, nessuno studio ha descritto l’utilizzo del PRP per il trattamento delle ferite cutanee subacute a tutto spessore del cane. Lo scopo di questo studio era quello di valutare gli effetti di due applicazioni consecutive di PRP autologo, con la seconda applicazione dopo 15 giorni, in 6 cani che presentavano ferite cutanee subacute di grandi dimensioni.

La percentuale di contrazione, riepitelizzazione e guarigione in tutti i pazienti trattati ha indicato che non si sono verificate complicazioni o effetti collaterali, associati al trattamento con PRP, in nessun paziente; tutte le ferite hanno raggiunto la completa chiusura e riepitelizzazione.

Disciplina Chirurgia generale
Pagina 1 di 226

SCIVAC Rimini Web

eveditoria Editoria Scientifica

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.