Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7311 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Visualizza articoli per tag: Cavallo

Domenica, 11 Luglio 2021 11:53

Malattia di Tyzzer nel cavallo

Tyzzer diseaseLa malattia di Tyzzer (Tyzzer disease, TD) è un’infezione causata dal batterio gram-negativo, intracellulare obbligato, Clostridium piliforme. La malattia può verificarsi in diverse specie. In alcune specie, come ratti e topi, è stata descritta una "triade di lesioni", vale a dire colite, epatite e miocardite. Nel presente studio è stata effettuata un'analisi retrospettiva su 25 cavalli con diagnosi di TD.

I risultati hanno mostrato che 24 casi su 25 si erano verificati in puledri di età <45 giorni; mentre un solo puledro aveva 90 giorni. I casi inclusi comprendevano 12 maschi e 12 femmine; nessuna informazione sul sesso era disponibile per un puledro. Le razze colpite erano: Quarter Horse, Purosangue inglese, Cavallo arabo, Paint e Hannover. La maggior parte dei casi (19 su 25) si era verificata in primavera. In totale 9 soggetti sono deceduti improvvisamente; I restanti puledri presentavano diarrea, febbre, distensione addominale, depressione, astenia, mancata risposta agli stimoli e/o decubito. I reperti macroscopici includevano ittero, epatomegalia con pattern acinare, emorragie a carico delle sierose, edema polmonare e/o contenuto fluido nel piccolo e grosso intestino. Microscopicamente, tutti i puledri presentavano una grave epatite multifocale e necrotizzante. In 10/25 casi è stata osservata una colite linfoistiocitica necrotizzante e in 8/25 una miocardite multifocale necrotizzante.  Negli epatociti, enterociti e miocardiociti sono stati evidenziati dei batteri filamentosi gram-negativi, intracitoplasmatici. La PCR ha permesso di rilevare il DNA di C. piliforme nel fegato (24 su 24), nel colon (20 su 24) e nel cuore (5 su 25).

anest horseL'obiettivo di questo studio era di indagare l'effetto della durata dell'anestesia sulla qualità del recupero dei cavalli. Sono state revisionate le cartelle cliniche dei cavalli che sono stati anestetizzati e sottoposti a intervento chirurgico per condizioni elettive e di emergenza dei tessuti molli e ortopediche dal 2013 al 2019. 

I cavalli inclusi nello studio (n = 305) soddisfacevano i seguenti requisiti: tutti avevano lo stesso protocollo di premedicazione/induzione e la stessa anestesia bilanciata per il mantenimento e sono stati anestetizzati dallo stesso anestesista esperto certificato dal Board. È stato completato un punteggio di recupero anestetico standardizzato per tutti i cavalli per valutare il loro recupero e sono state valutate le seguenti variabili: età, peso corporeo, razza, sesso, punteggio ASA dell'American Society of Anesthesiologists, tipo di procedura chirurgica, insorgenza di ipotensione, uso di dobutamina, numero di dosi aggiuntive di xilazina/ketamina dopo l'interruzione dell'isoflurano, durata dell'anestesia, sedazione post-anestetica e la concentrazione di isoflurano di fine espirazione durante il mantenimento e al momento del trasferimento in sala di risveglio. Queste interazioni sono state valutate in base alla qualità del punteggio di recupero utilizzando la regressione logistica. 

Disciplina Anestesiologia

Horse treadmillNel presente studio è stata valutata la secrezione di prolattina e ormone della crescita in risposta all'esercizio fisico e agli stress emotivi nei cavalli purosangue.

Sono state eseguite due prove: la prima prevedeva la simulazione di solo esercizio fisico e la seconda, invece, prevedeva la simulazione simultanea di esercizio fisico e stress emotivi. Lo stress da esercizio fisico è stato simulato in 4 fasi utilizzando un treadmill per cavalli: periodo di pre-esercizio (5 min), periodo di camminata (6,5 min), periodo di galoppo (3 min) e periodo di raffreddamento (10 min). Lo stress emotivo è stato simulato mostrando, durante il periodo di camminata, un video ad alto volume del pubblico in una pista da gara.

Disciplina Endocrinologia

TC impedenza elettricaLa tomografia ad impedenza elettrica (EIT) fornisce immagini polmonari clinicamente utili; inoltre, potrebbe essere vantaggioso estrarre ulteriori informazioni cardiovascolari dai dati ottenuti tramite la suddetta tecnica di diagnostica per immagini avanzata. Gli autori di questo studio avevano lo scopo di valutare se i cambiamenti cardiaci misurati dall'EIT possono essere utilizzati per misurare la frequenza del polso (PR) in condizioni fisiologiche e di alta e bassa pressione sanguigna nei cavalli anestetizzati. 

I dati di tomografia ad impedenza elettrica e e quelli relativi a PR di sette cavalli anestetizzati in decubito dorsale sono stati registrati per 1 minuto durante la ventilazione meccanica e 1 minuto di apnea. I dati sono stati raccolti in quattro momenti di misurazione: rispettivamente prima e durante la somministrazione endovenosa di nitroprussiato e fenilefrina. Nove pixel, stimati per rappresentare il cuore, sono stati scelti dall'immagine EIT. Un nuovo algoritmo ha rilevato picchi di variazione di impedenza per questi pixel su intervalli di 10 s. La PR concomitante misurata utilizzando un tracciato della pressione sanguigna invasiva è stata registrata ogni 10 s. I dati dell'EIT e della frequenza cardiaca sono stati confrontati utilizzando la valutazione Bland-Altman per misurazioni multiple su ciascun cavallo. 

Disciplina Anestesiologia

horseL’antibiotico-resistenza è uno dei più importanti rischi per la salute pubblica che dobbiamo affrontare al giorno d'oggi. Gli antibiotici sono comunemente prescritti nella medicina veterinaria equina, ma esistono in letteratura informazioni limitate riguardo il loro uso nella pratica clinica quotidiana. L'obiettivo di questo studio era quello di indagare i pattern di prescrizione degli antibiotici nella pratica ambulatoriale equina; in particolare, la frequenza di prescrizione, la durata, la classe del farmaco, il medico e l’apparato interessato.

Sono state valutate in modo retrospettivo le cartelle cliniche e i dati relativi alla fatturazione. I fattori di rischio associati alla prescrizione degli antibiotici, tra cui il motivo della visita, l’esecuzione di un esame colturale, l’apparato interessato e il medico sono stati valutati tramite una regressione logistica multivariata.

Disciplina Farmacologia

puledro madreIl monitoraggio delle concentrazioni di glucosio nel sangue è una pratica comune nei puledri neonatali in condizioni critiche, in particolare nei puledri settici e in quelli che ricevono alimentazione rino-esofagea o nutrizione parenterale IV. Il glucosio in genere viene misurato utilizzando un glucometro point-of-care (POC), ma richiede restrizioni e ripetuti prelievi di sangue, che possono causare irritazione nei siti di prelievo venoso e aumentare le richieste del personale infermieristico. I sistemi di monitoraggio continuo del glucosio (CGMS) possono fornire un'alternativa accurata per il monitoraggio della concentrazione di glucosio nel sangue.

Gli autori del seguente studio hanno voluto determinare la correlazione e l'accuratezza di un CGMS per il monitoraggio delle concentrazioni di glucosio nel sangue dei puledri neonatali rispetto a un glucometro POC e ai parametri chimici di laboratorio  (CHEM).

Disciplina Endocrinologia

Equine asthmaNonostante i notevoli sforzi della ricerca scientifica per migliorare il trattamento e l'outcome dei cavalli con asma, i glucocorticoidi (GC) rimangono un caposaldo del trattamento farmacologico di questa comune condizione patologica. L'elevata efficacia dei GC per alleviare l'ostruzione delle vie aeree spiega il loro uso estensivo nonostante i potenziali effetti avversi. Tuttavia, molto deve ancora essere studiato sull'uso del GC nei cavalli con asma, compresa l'efficacia comparativa dei diversi farmaci, la determinazione delle dosi minime efficaci e i meccanismi alla base della loro capacità di modulare l'infiammazione delle vie aeree. Gli obiettivi di questa review erano quelli di descrivere e confrontare la vasta gamma di effetti dei diversi GC utilizzati nei cavalli con asma, con particolare attenzione all'impatto sulla funzionalità polmonare, sull'infiammazione delle vie aeree e sul rimodellamento bronchiale. Inoltre, gli effetti avversi sono stati brevemente descritti, con enfasi su quelli che sono stati riportati nei cavalli con asma. Infine, sono stati evidenziati i punti carenti in letteratura veterinaria riguardo questo argomento e identificate future aree di ricerca.

“Glucocorticoid treatment in horses with asthma: A narrative review” Sophie Mainguy-Seers, et al. Review J Vet Intern Med. 2021 Jun 3. doi: 10.1111/jvim.16189.

Disciplina Broncopneumologia

cavallo endovenosaGli autori di questo studio hanno voluto caratterizzare la farmacocinetica del micofenolato mofetile (MMF) dopo somministrazione IV o PO di dose singola, valutare poi la farmacocinetica del MMF dopo somministrazione PO a lungo termine e descrivere gli effetti clinicopatologici della somministrazione di MMF a lungo termine nei cavalli.

Nello studio sono stati inclusi 12 cavalli adulti sani. Nella fase 1, 6 cavalli hanno ricevuto una singola dose EV (2,5 mg/kg) o PO (5 mg/kg) di MMF in una valutazione crossover bilanciata randomizzata (intervallo ≥ 2 settimane tra le somministrazioni). Nella fase 2, altri 6 cavalli hanno ricevuto MMF per 60 giorni (5 mg/kg, PO, ogni 24 h per 30 giorni e poi 5 mg/kg, PO, ogni 48 h per altri 30 giorni).

Disciplina Farmacologia

Equine Health Cover PhotoI farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) possono causare colite dorsale destra, ma mancano ad oggi studi clinici longitudinali. L’obiettivo di questo studio era quello di indagare se i cavalli trattati con FANS in un contesto clinico possano sviluppare una patologia del colon dorsale destro.

Sono stati inclusi nello studio: 1) cavalli ospedalizzati con patologie non-gastrointestinali trattati con FANS per più di 4 giorni, 2) cavalli di proprietà ospedaliera (utilizzati per le attività didattiche) e cavalli ospedalizzati di proprietà del cliente con patologie non-gastrointestinali, non trattati con FANS (gruppo di controllo). Tutti i cavalli sono stati monitorati nel tempo tramite valutazioni cliniche (focalizzando l’attenzione sulla presenza di coliche, depressione, appetito ridotto, feci non formate), misurazioni ecografiche della parete intestinale, esame delle feci per valutare la presenza di sangue occulto e analisi del sangue (concentrazione di proteine ​​totali e albumine, globuli bianchi e conta dei neutrofili). Gli outcome sono stati registrati come: "ispessimento ecografico delle pareti del colon dorsale destro (right dorsal colon, RDC)", "colite" e "colite dorsale destra". I risultati nel tempo sono stati confrontati con i valori basali e con i cavalli del gruppo di controllo.

Disciplina Gastroenterologia

clorexiGli autori di questo studio prospettico avevano l’obiettivo di descrivere le proprietà battericide e fungicide di una soluzione di clorexidina (CHD) allo 0,0005% potenziata con tamponi EDTA-Tris (CHD-EDTA-Tris) e valutarne la sicurezza quando utilizzata nel tratto respiratorio superiore (URT) di cavalli normali.

Diluizioni seriali e singole in vitro di CHD-EDTA-Tris e EDTA-Tris sono state valutate per l'attività battericida e fungicida contro Aspergillus fumigatus, Escherichia coli, Staphylococcus aureus, Streptococcus equi ssp. equi, Streptococcus equi ssp. zooepidemicus e Pseudomonas aeruginosa. In vivo, otto cavalli sani sono stati trattati per via topica due volte con 30 ml di 0,0005% CHD-EDTA-Tris. Sono stati valutati campioni di mucosa da ciascuna posizione delle vie respiratorie superiori per la presenza di infiammazioni o lesioni patologiche.

Disciplina Broncopneumologia
Pagina 1 di 135

VET Channel

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares
0
Shares