Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6514 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

jint cadfdyNel cavallo non è mai stata descritta la funzione del muscolo e del tendine popliteo. Nell'uomo, è considerato uno stabilizzatore della regione caudo-laterale del ginocchio e la sua funzione è strettamente correlata a quella del legamento collaterale laterale (LCL, lateral collateral ligament) e del menisco. Il tendine popliteo (TP) costituisce il principale attacco prossimale del muscolo popliteo al femore e nell'uomo sono state descritte delle variazioni del punto di inserzione. La conoscenza delle variazioni anatomiche è necessaria per la corretta interpretazione dei reperti di imaging e dei risultati dell’artroscopia.

In questo studio, per chiarire ulteriormente l'anatomia del TP equino, sono stati dissezionati entrambi gli arti posteriori di 30 cavalli. Analogamente all'uomo, il TP equino presentava 3 varianti (tipo I, II e III) a seconda del numero di branche che formano il tendine. Inoltre, l'area di inserzione variava potendo essere craniale (al di sotto) o caudale all'inserzione prossimale del LCL. Il TP, inoltre, ha sempre un’inserzione sul menisco laterale.

Disciplina Ortopedia

laminitis horseLa sindrome navicolare del cavallo, una causa comune di zoppia degli arti anteriori, è associata a modificazioni patologiche dell'osso navicolare. In corso di tale malattia, è stata raccomandata la somministrazione di bifosfonati al fine di aumentare il turnover osseo.

Il presente studio mirava a valutare l'efficacia clinica dell'acido clodronico somministrato per via intramuscolare in 11 cavalli con caratteristiche cliniche e radiografiche compatibili con la diagnosi di sindrome navicolare.

Disciplina Ortopedia
Domenica, 21 Luglio 2019 15:30

Fratture pelviche nel cavallo

Garth2011Lo scopo di questo studio effettuato in cavalli con frattura pelvica era quello di valutare l'affidabilità prognostica della localizzazione della frattura e della disciplina sportiva praticata.

Sono stati inclusi 75 cavalli. La proporzione di cavalli che ritornavano a praticare la competizione è stata confrontata tra i gruppi, distinti in base alla disciplina sportiva e alle caratteristiche della frattura.

Disciplina Ortopedia
Mercoledì, 17 Luglio 2019 07:47

Farmacocinetica del maropitant nel cavallo

vomcavIl maropitant citrato, un’antagonista del recettore della neurokinina-1 (NK, neurokinin-1), viene utilizzato nel cane e nel gatto per trattare la nausea e il vomito. La nausea è un sintomo poco conosciuto e probabilmente sottostimato nel cavallo. Ad oggi non ci sono segnalazioni sull’utilizzo di antagonisti del recettore NK-1 nel cavallo.

Uno studio randomizzato cross-over ha studiato il profilo farmacocinetico del maropitant in sette cavalli adulti dopo la somministrazione di dosi singole per via endovenosa (IV, intravenous; 1 mg/Kg) e intragastrica (IG, intragastric; 2 mg/Kg). Dopo la somministrazione del farmaco, sono stati effettuati dei prelievi ematici seriali al fine di determinare le concentrazioni ematiche di maropitant.

Disciplina Farmacologia

iStock 1000841782I bifosfonati (BF) sono una famiglia di molecole caratterizzate da due proprietà chiave: la capacità di legarsi saldamente al tessuto osseo e l’effetto inibitorio sugli osteoclasti maturi e, quindi, sul riassorbimento osseo. Dal punto di vista chimico, i BF si suddividono in due gruppi: quelli privi di azoto e quelli contenenti azoto. I primi si intromettono nei percorsi energetici dell'osteoclasto, determinando un’interruzione del metabolismo energetico cellulare che esita nell'apoptosi degli osteoclasti. I secondi inibiscono principalmente la biosintesi del colesterolo con conseguente interruzione dei segnali intracellulari degli osteoclasti e di altri processi cellulari.

Oltre alla semplice inibizione del riassorbimento osseo i BF esercitano anche un'ampia gamma di attività fisiologiche tra cui l'inibizione del potere metastatico delle cellule tumorali, la proliferazione e l'apoptosi in vitro. Inoltre, sono stati segnalati anche l'inibizione dell'angiogenesi, dell'attività della metalloproteinasi della matrice, dell'espressione di citochine e fattori di crescita alterati e la riduzione del dolore. Nell'uomo, l'impiego dei BF ha modificato il classico trattamento dell'osteoporosi post-menopausa e del cancro metastatico alla mammella e alla prostata. Tuttavia, l'uso dei BF è associato ad eventi avversi significativi tra cui reazioni di fase acuta, esofagite, gastrite e, raramente, con fratture femorali atipiche e osteonecrosi della mandibola.

Disciplina Altro

lapa aove richL’obiettivo di questo studio prospettico randomizzato, in cieco, controllato con placebo era quello di confrontare la risposta al dolore in cavalle sottoposte ad ovariectomia laparoscopica monolaterale in stazione a seconda che ricevessero una anestesia topica o inoculata nel peduncolo ovarico.

Quindici cavalle sane sono state sottoposte ad ovariectomia paralombare destra o sinistra per via laparoscopica. Le fattrici sono state divise in due gruppi di trattamento e volumi uguali di mepivacaina sono stati somministrati per via topica (n = 8) o per inoculazione nel peduncolo ovarico (n = 7). Parallelamente, a ciascuna cavalla è stata somministrata della soluzione salina per inoculazione (n = 8) o per via topica (n = 7). La risposta al dolore è stata valutata mediante la scala analogica visiva e le concentrazioni perioperatorie di cortisolo sierico.

Disciplina Anestesiologia
Domenica, 23 Giugno 2019 18:11

Peritonite idiopatica nel cavallo

peritonitis 1 585x322La peritonite idiopatica nel cavallo viene solitamente trattata con terapia antimicrobica ad ampio spettro per lunghi periodi e ha una prognosi riservata. Spesso la peritonite idiopatica è osservata come complicazione di lesioni traumatiche che coinvolgono la cavità addominale, la rottura dell’intestino o la chirurgia addominale. Sono stati descritti, tuttavia, casi di peritonite idiopatica nei quali non sono state identificate cause sottostanti. In Svezia la peritonite idiopatica viene riscontrata di frequente e, contrariamente alla peritonite secondaria a cause traumatiche, i cavalli affetti sembrano rispondere positivamente alla terapia medica.

Uno studio retrospettivo si è posto l’obiettivo di descrivere i segni clinici, i reperti clinico-patologici, i risultati delle colture batteriche, i regimi di trattamento e i tassi di sopravvivenza dei cavalli con peritonite idiopatica.

Disciplina Medicina interna
Giovedì, 13 Giugno 2019 23:38

Concentrato piastrinico equino

centrifugeLa possibilità di realizzare un concentrato piastrinico (CP) nella specie equina sarrebbe d’aiuto nella gestione di quei casi che necessitano di una trasfusione di piastrine (PLT) ma nei quali la somministrazione di sangue intero o di plasma ricco di piastrine (PRP, platelet-rich plasma) potrebbe essere controindicata.

L’obiettivo di questo studio sperimentale prospettico era quello di testare e validare un metodo per ottenere un prodotto PRP-CP equino.

Disciplina Ematologia
Lunedì, 10 Giugno 2019 18:36

Pressione e polso pressorio nei cavalli

hqdefaultIn letteratura non sono presenti dati relativi alla pressione ematica non invasiva (NIBP, noninvasive blood pressure) e al polso pressorio (PP; dato dalla differenza tra la pressione sistolica e quella diastolica) nei cavalli con rigurgito aortico (RA) e con rigurgito mitralico (RM)

L’obiettivo di questo studio retrospettivo era quello di indagare i valori di NIBP e PP in cavalli sani (n=10) e in cavalli con RA (n=31) e RM (n=32); inoltre, gli autori hanno voluto proporre dei valori di cutoff per identificare il RA e definirne lo stadio di gravità.

Disciplina Cardiologia

laminitis pony webLa laminite endocrinopatica equina è comune e può essere associata a una endocrinopatia sottostante, come la sindrome metabolica equina (EMS, equine metabolic syndrome), la disfunzione della pars intermedia dell’ipofisi (PPID, pituitary pars intermedia dysfunction), il consumo di pascolo o qualsiasi combinazione di questi fattori.

Lo scopo di questo studio prospettico di coorte era quello di fornire informazioni per migliorare le capacità dei medici di valutare il rischio nei cavalli con laminite endocrinopatica acuta e di fornire alcune indicazioni sulle strategie di gestione dei pazienti esaminando prospetticamente le caratteristiche fenotipiche, ormonali e cliniche della malattia.

Disciplina Endocrinologia
Pagina 1 di 173

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.