Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6677 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Visualizza articoli per tag: Cavallo

Domenica, 19 Gennaio 2020 20:39

Condizionamento del fotoperiodo sul mantello equino

hair coat sheddingIl fotoperiodo è considerato il più importante stimolo ambientale che consente agli animali di anticipare e adattarsi ai cambiamenti stagionali. Nei mammiferi a riproduzione stagionale, le variazioni delle ore di luce alterano la secrezione epifisaria di melatonina e quella ipofisaria di prolattina. Nello specifico, con l’avanzare dell’inverno e la riduzione delle ore di luce, aumenta la secrezione di melatonina e si riduce quella di prolattina, condizione che in molte specie determina la crescita del mantello invernale. Studi hanno dimostrato, secondo il meccanismo inverso, che è possibile attivare la muta prolungando il fotoperiodo in maniera artificiale (aumentando le ore di luce).

Questo studio prevede 4 esperimenti longitudinali per determinare se il prolungamento delle ore di luce e delle alte temperature riuscissero a inibire la crescita del mantello invernale, a preservare il mantello estivo e accelerare la caduta del mantello invernale nei cavalli e nei pony.

Disciplina Altro
Martedì, 14 Gennaio 2020 23:04

Impiego di fluidi non sterili nel cavallo

fncDate le recenti difficoltà di approvviggionamento di fluidi commerciali (FC) per infusione endovenosa, in alcuni ospedali si è reso necessario il ricorso a fluidi non sterili (FNS) bilanciati. Non esistono studi che mettono a confronto l’outcome di cavalli trattati con infusione endovenosa di FNS rispetto a quella di FC e sono disponibili informazioni limitate sugli effetti avversi dei FNS.

L’obiettivo di questo studio retrospettivo era quello di indagare la mortalità, le complicanzioni, il pH ematico e le concentrazioni di elettroliti plasmatici in cavalli trattati con FNS e in cavalli trattati con FC.

Disciplina Medicina interna
Mercoledì, 18 Dicembre 2019 07:59

West Nile in Austria

viral encephalomyelitis encephalitisIn questo studio sono state riportate le caratteristiche dei primi sette casi equini confermati di malattia neuro-invasiva da virus West Nile in Austria. I casi si sono verificati tutti durante la stagione estiva o autunnale e, in particolare, 2 di questi nel 2016, 3 nel 2017 e 2 nel 2018.

Tutti i cavalli hanno mostrato deficit dell'andatura e 6 su 7 cavalli hanno mostrato fascicolazioni e/o tremori, di cui gli autori forniscono registrazioni video. Tre cavalli hanno anche mostrato il coinvolgimento del nervo cranico.

Giovedì, 12 Dicembre 2019 20:49

Flurochinolini nelle cavalle gravide

HorsePregnancyFT 1024x596Nonostante studi recenti abbiano dimostrato che l’enrofloxacina e la ciprofloxacina, pur superando la barriera placentare, non inducono lesioni evidenti nel feto di 9 mesi e nel puledro, molti professionisti sono ancora restii a prescrivere i fluorochinoloni durante la gestazione. Considerato che il momento più critico per lo sviluppo scheletrico fetale è rappresentato dai primi mesi di gestazione, sarebbe assolutamente importante sapere se la somministrazione dei fluorochinoloni in questa fase esercita un effetto condrotossico per il feto.

Lo scopo di questo studio era quello di valutare gli effetti sul feto conseguenti ad un trattamento con enrofloxacina della durata di 2 settimane, dal 46° al 60° giorno di gestazione.

Disciplina Farmacologia
Martedì, 10 Dicembre 2019 21:20

Tumori odontogeni nel cavallo

sisissisisI tumori odontogenici si presentano come gonfiori del viso localmente invasivi, a crescita lenta e a consistenza compatta. Sono rari in tutte le specie e vengono caratterizzati istologicamente in base al grado di differenziazione e dal tessuto dentale da cui originano. L'aspetto radiografico non ha un ruolo patognomonico in questo tipo di lesioni. La tomografia computerizzata (CT, computed tomographic) consente l'esatta determinazione dell'estensione e dell'aggressività del tumore.

Gli obiettivi di questo case series retrospettivo erano, in primo luogo, quello di descrivere la presentazione clinica, le caratteristiche della TC e l’outcome nei cavalli con tumori odontogenici confermati istologicamente e, in secondo luogo, quello di identificare le caratteristiche di imaging suggestive dei singoli tipi di tumori.

Lunedì, 09 Dicembre 2019 00:17

Estrazione della gonadotropina corionica equina

Pregnant MareL’estrazione di gonadotropina corionica equina (eCG, equine chorionic gonadotropin) da sangue prelevato da cavalle gravide è una pratica effettuata in diversi paesi, ma scarsamente conosciuta e non sottoposta a regolamentazione.

La gonadotropina corionica equina è un ormone ampiamente utilizzato per migliorare le prestazioni riproduttive e la gestione di bovini da latte e da carne, ovini, caprini e suini tenuti in sistemi di stabulazione intensivi.

Disciplina Practice management
Giovedì, 05 Dicembre 2019 23:38

Protocollo di somministrazione della polimixina B

2012.1 RLP1L’obiettivo di questo studio era quello di indagare se la somministrazione endovenosa di polimixina B (PB) nella vena safena tramite la tecnica "intravenous regional limb perfusion" alle dosi di 25, 50 e 300 mg fosse in grado di determinare il raggiungimento di concentrazioni terapeutiche (tra 0,5 e 1,0 μg/mL) a livello della corrispondente articolazione tarsocrurale. Inoltre, gli autori hanno voluto descrivere gli eventuali effetti avversi sistemici o locali associati a tale somministrazione.

Lo studio ha coinvolto un totale di 9 cavalli adulti sani. Nel primo di 2 esperimenti, 6 cavalli hanno ricevuto 2 trattamenti endovenosi con PB, uno alla dose di 25 mg e l’altro alla dose di 50 mg, a distanza di 2 settimane l’uno dall’altro. Per ogni trattamento, sono stati posizionati 2 lacci emostatici, il primo circa alla metà della lunghezza del metatarso e il secondo a metà tra l'articolazione del ginocchio e il tarso. Entrambi i lacci emostatici sono stati rimossi 30 minuti dopo la somministrazione della dose di PB. Campioni di sangue e di liquido articolare (articolazione tarsocrurale) sono stati raccolti per la determinazione delle concentrazioni di PB prima della somministrazione del farmaco e a determinati intervalli di tempo dopo la somministrazione. Nel secondo esperimento, 4 cavalli hanno ricevuto 300 mg di PB con le stesse modalità descritte per il primo esperimento.

Disciplina Ortopedia
Martedì, 03 Dicembre 2019 12:19

Trattamento della broncopolmonite nei puledri

rhodococcus equi broncoData l'importanza che riveste la rifampicina in medicina umana nei protocolli terapeutici per la tubercolosi, alcuni paesi hanno messo in atto dei sistemi di controllo del suo impiego in medicina veterinaria e, in futuro, potrebbe rendersi necessario trovare delle molecole alternative.

Questo studio clinico controllato, randomizzato e in doppio cieco aveva la finalità di valutare l’efficacia dell’associazione azitromicina+doxiciclina rispetto alla combinazione azitromicina+rifampicina per il trattamento della broncopolmonite nei puledri.

Disciplina Broncopneumologia

Joint with SynovitisNei cavalli, l'uso intra-articolare di acido ialuronico (AI) per il trattamento della sinovite e dell'osteoartrosi è ancora controverso. Per questo motivo, ad oggi, i corticosteroidi sono ancora gli agenti terapeutici più frequentemente impiegati, nonostante i loro potenziali effetti deleteri sia sistemici che locali.

Questo studio ha esaminato le attività antinfiammatorie, antiossidanti e condroprotettive dell'acido ialuronico a basso peso molecolare (AI-BPM) e ad alto peso molecolare (AI-APM) sulla sinovite indotta da lipopolisaccaridi (LPS), confrontandole con quelle del triamcinolone acetonide (TA).

Disciplina Ortopedia

breath horse black and white istock 531332387 2400Nel cavallo, i risultati dell’esame citologico delle vie aeree, ottenuto mediante lavaggio tracheale (TW, tracheal wash) o lavaggio broncoalveolare (BAL, bronchoalveolar lavage) differiscono nei vari studi a seconda che le cellule epiteliali fossero state incluse nella conta differenziale.

Lo scopo di questo studio era di determinare se l'inclusione o l'esclusione delle cellule epiteliali influisse sull'interpretazione della citologia delle vie aeree.

Pagina 1 di 129

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.