Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7473 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Visualizza articoli per tag: Gatto

musictherapyGli autori di questo studio miravano a valutare l'uso di due diversi tipi di musica - musica specifica per gatti e musica classica - rispetto a nessuna musica, nella riduzione dello stress dei gatti durante il ricovero.

Trentacinque gatti ricoverati in ospedale sono stati divisi casualmente in tre gruppi e ogni gruppo ha ricevuto uno stimolo diverso nel corso dell’ospedalizzazione: musica specifica per gatto, musica classica o nessuna musica (gruppo controllo). Sono stati documentati la frequenza respiratoria, il cortisolo salivare e l'interazione sociale dei pazienti inclusi. Un ricercatore in cieco ha eseguito il Cat Stress Score (CSS) durante l'analisi video delle registrazioni in cinque momenti specifici nelle 31 ore di ricovero.

catGli obiettivi di questo studio erano: 1) valutare le concentrazioni sieriche di dimetilarginina (SDMA) e creatinina nei gatti con ostruzione uretrale pre e post-decompressione e 2) determinare se i valori renali pre-decompressione fossero predittivi della funzionalità renale post-decompressione.

In questo studio prospettico sono stati inclusi 25 gatti di proprietà del cliente con ostruzione uretrale. Le concentrazioni sieriche di creatinina e SDMA sono state valutate al momento della presentazione, 24 ore dopo la decompressione e 5-20 giorni dopo la decompressione. L'esame delle urine e l’urinocoltura sono stati valutati alla presentazione e al follow-up finale. I criteri di esclusione includevano urinocoltura positiva, recidiva dell'ostruzione o mancanza dei campioni richiesti.

Disciplina Nefrologia-Urologia

meloxicamI farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) sono usati raramente nei gatti a causa delle ripercussioni che possono avere sulla funzionalità renale; tuttavia, studi recenti hanno dimostrato la tollerabilità del meloxicam a basse dosi. Il toceranib fosfato è usato per trattare diversi tumori felini ed è ben tollerato. Gli autori di questo studio miravano a determinare la tollerabilità e le caratteristiche degli eventi avversi della combinazione di toceranib e meloxicam a basse dosi nei gatti affetti da cancro. Gli obiettivi secondari riguardavano la valutazione dell'efficacia antitumorale e dell'impatto sulla qualità della vita e sull'analgesia.

Nello studio sono stati inclusi i gatti con qualsiasi tumore che non coinvolgesse i reni. Lo studio ha adottato un disegno convenzionale di escalation della dose 3 + 3. Toceranib è stato somministrato a giorni alterni a una dose standard con meloxicam somministrato in modo crescente a una dose iniziale di 0,01 mg/kg in giorni opposti a toceranib, fino a un massimo di 0,02 mg/kg al giorno, in base a precedenti studi di sicurezza. I dati di laboratorio, la pressione sanguigna, le dimensioni del tumore, il punteggio del dolore e le indagini sulla qualità della vita completate dal proprietario sono state registrate ogni 2-4 settimane durante il periodo di studio di 12 settimane.

Disciplina Oncologia

calcoli gattoLo scopo degli autori di questo studio era confrontare l’outcome dei gatti sottoposti a cistotomia aperta con quelli sottoposti a chirurgia mininvasiva (MIS) per la rimozione dei calcoli; l’outcome è stato oggettivato mediante l'utilizzo di uno score.

Ventotto gatti sono stati arruolati retrospettivamente e divisi in due gruppi: cistotomia aperta (n = 14) e MIS (n = 14). L’outcome primario era rappresentato da un punteggio composito, comprendente tre variabili: punteggi del dolore ⩾2 a 6 o 12 ore dopo l'intervento; mancata rimozione di tutti i calcoli come determinato dalle radiografie postoperatorie; e complicanze postoperatorie che richiedevano una visita in ospedale aggiuntiva e separata rispetto all'appuntamento programmato per la rimozione della sutura. Altri dati raccolti includevano segnalamento, anamnesi, altre procedure eseguite durante l'anestesia, valutazione dell’appetito del paziente nel postoperatorio e il costo finanziario delle procedure.

Disciplina Nefrologia-Urologia

FIP CATLa peritonite infettiva felina (FIP) causata da Coronavirus felino (FCOV) è una malattia comune nei gatti, che può essere fatale se non trattata; nessun trattamento efficace a lungo termine è attualmente disponibile legalmente. L'obiettivo degli autori di questo studio è stato quello di valutare l'efficacia e la tossicità del farmaco multi-componente XRAFCONN® in vitro e in vivo, come trattamento per via orale nei gatti con FIP; gli autori hanno valutato il tasso di sopravvivenza, lo sviluppo di parametri clinici e di laboratorio, cariche virali, anticorpi anti-fcov, e effetti avversi. Analisi di spettrometria di massa e risonanza magnetica nucleare hanno identificato GS-441524 come componente attivo di XRAFHCONN®

Diciotto gatti con FIP sono stati seguiti in maniera prospettica per 84 giorni mentre ricevevano un trattamento per via orale. I valori dei parametri chiave per ogni giorno d'esame sono stati confrontati con i valori prima dell'inizio del trattamento. 

Domenica, 05 Dicembre 2021 15:16

Misurazione del paratormone nel gatto

pampered cat renal diagnostic toolLa determinazione del paratormone (PTH) nei gatti potrebbe essere di utilità clinica in corso di patologie metaboliche, come malattia renale, ipercalcemia o squilibri nutrizionali. Tuttavia, i metodi disponibili per la misurazione del PTH felino sono limitati, non ampiamente disponibili e richiedono l’utilizzo di dosaggi radioimmunologici. Lo scopo di questo studio era quello di eseguire la validazione analitica di una nuova metodica immunoenzimatica per la misurazione del PTH felino.

Sono stati inclusi nello studio 38 gatti affetti da malattia renale cronica. Il PTH è stato misurato utilizzando una metodica immunoenzimatica a due siti validata per l’uso nell'uomo e nel cane (ST AIA-PACK® Intact PTH, Tosoh Bioscience, Tessenderlo, Belgio). La validazione analitica ha permesso di valutare la precisione (intra- e inter-assay), l'accuratezza (linearità dopo diluizione [LUD] e spike recovery test [SRT]) e la stabilità dopo conservazione dei campioni di siero a 20°C, 4°C e -20°C.

hepatozoon catL'obiettivo degli autori di questo studio era quello di determinare la prevalenza delle specie Hepatozoon (H felis, H canis e H silvestris) in campioni di gatti che vivono in Germania.

Nello studio sono stati inclusi gatti testati per le specie Hepatozoon mediante PCR tra il 2007 e il 2020 dal laboratorio Laboklin. L'anamnesi relativa ai viaggi e i dati ematologici sono stati documentati per i gatti risultati positivi al test. Dal 2018 in poi, un frammento parziale del gene dell'Hepatozoon rRNA 18S è stato sequenziato nei gatti con risultati positivi.

Domenica, 05 Dicembre 2021 15:06

Performance diagnostiche della lipasi DGGR nel gatto

GettyImages 1056404066 5bde1d474cedfd00263771faIl saggio colorimetrico basato sulla misurazione della DGGR come substrato per l'attività della lipasi pancreatica è comunemente usato per la diagnosi di pancreatite nel cane e nel gatto. Sebbene sia stato dimostrato che il test fornisce risultati coerenti con la misurazione dell’immunoreattività della lipasi pancreatica felina (feline pancreatic lipase immunoreactivity, fPLI), la correlazione può variare tra i test offerti da diversi produttori. L’obiettivo di questo studio era quello di valutare le performance di un test diagnostico per la misurazione della lipasi DGGR, se confrontato con la misurazione del fPLI.

Sono stati inclusi nello studio 50 gatti in cui sono stati misurati, nello stesso campione di sangue, l'attività della lipasi DGGR e la fPLI. La concordanza tra i due test è stata determinata utilizzando il coefficiente di Gwet (AC1) per i valori di cut-off del test fPLI >3,5 μg/L e >5,3 μg/L.

Disciplina Gastroenterologia

radioiodio terapiaLo iodio radioattivo (131I) è il trattamento d’elezione per l'ipertiroidismo felino; tuttavia, non sono stati ancora determinati né la dose ottimale di 131I, né variabili o indicatori in grado di predire lo sviluppo di azotemia post-trattamento. Gli obiettivi degli autori dello studio erano, pertanto, quelli di valutare le relazioni tra: (1) dose di 131I e sopravvivenza; (2) concentrazione di creatinina sierica pre- e post-trattamento.

Sono state revisionate le cartelle cliniche dei gatti ipertiroidei trattati con 131I in un unico ospedale di referenza al fine di registrare dati relativi a: segnalamento, peso corporeo, concentrazioni sieriche totali di tiroxina (TT4) pre- e post-trattamento, concentrazione sierica di creatinina, dose di 131I utilizzata e sopravvivenza. Il modello Cox è stato utilizzato per valutare l’analisi del rischio e identificare le variabili associate alla sopravvivenza. L'analisi di regressione lineare multivariata è stata utilizzata per identificare le variabili associate alla concentrazione di creatinina sierica post-trattamento.

Disciplina Endocrinologia

836d69e15f07a58835e4f0.63462265 L’obiettivo di questo studio era quello di valutare e confrontare l'outcome clinico dopo estrazioni dentali in gatti con gengivostomatite cronica (Feline chronic gingivostomatitis, FCGS) e infezione da FIV e FeLV.

Sono stati inclusi, in modo retrospettivo, gatti con diagnosi di FCGS dei quali si aveva disponibilità di cartelle cliniche dettagliate, radiografie dentali complete e risultati dei test sulle malattie retrovirali (FIV e FeLV). È stata registrata, inoltre, l'efficacia del trattamento chirurgico. I gatti sono stati divisi in tre gruppi: gruppo di controllo, FIV e FeLV.

Pagina 1 di 117

VET Channel

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares
0
Shares