Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6420 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Domenica, 10 Marzo 2019 16:25

Ipertiroidismo nella cavia

pigDal database di un laboratorio diagnostico privato sono state selezionate le cavie con un valore di tiroxina totale (TT4) superiore a 66,9 nmol/l. Ai veterinari curanti sono stati inviati questionari standardizzati al fine di raccogliere informazioni di base sui segni clinici, la terapia attuata e la sua efficacia.

Sono state identificate un totale di 40 cavie, di cui 18 maschi (7 dei quali castrati), 21 femmine intere e di un individuo il sesso non era noto. Le concentrazioni di TT4 erano più frequentemente aumentate nelle cavie anziane. L'età media dei soggetti colpiti era di 5 anni. I segni clinici più comuni erano la perdita di peso associata ad un appetito mantenuto o aumentato.

Due terzi degli animali avevano masse palpabili nella regione ventrale del collo, di sospetta pertinenza della tiroide. Le masse non erano correlate con aumentate concentrazioni di TT4 nel sangue.

Il 92% degli animali (36/38) sono stati trattati con tiamazolo o carbimazolo mentre la ghiandola tiroidea è stata rimossa chirurgicamente in 6 casi. In 19 animali, le concentrazioni di TT4 sono state rivalutate dopo il trattamento e il loro valore si era ridotto in 12. La mediana della riduzione del TT4 era pari a 29,6 nmol/l. I veterinari hanno riferito di un miglioramento clinico nel 48% (13/27) degli animali. Un miglioramento clinico moderato o la guarigione sono stati osservati in 3 dei 6 soggetti trattati chirurgicamente. Degli altri 3 individui, uno continuava ad assumere farmaci tireostatici, uno non aveva subito alcun miglioramento e uno era deceduto.

 

“RETROSPECTIVE STUDY ON HYPERTHYROIDISM IN GUINEA PIGS IN VETERINARY PRACTICES IN GERMANY” ChristianeGirod-Rüffer, et al. Journal of Exotic Pet Medicine Volume 29, April 2019, Pages 87-97

Disciplina Endocrinologia
Mercoledì, 16 Gennaio 2019 00:24

Ipertiroidismo nella cavia

imagesNello studio sono state selezionate 40 cavie con un valore di tiroxina totale (TT4) > 66,9 nmol/l di cui sono stati raccolti i dati relativi ai segni clinici, alla terapia e alla sua efficacia.

Diciotto di questi soggetti erano maschi, 7 dei quali castrati; 21 erano femmine intere e di un esamplare non era noto il sesso. Il riscontro di un aumento del TT4 ematico era più frequente nelle cavie anziane e l'età media dei soggetti colpiti era di 5 anni. Il sintomo clinico più rilevante era la perdita di peso associata ad un appetito mantenuto o aumentato. I due terzi degli animali avevano masse palpabili nella regione ventrale del collo, considerate di pertinenza della tiroide, ma tali masse non erano correlate con aumentate concentrazioni di TT4 nel sangue.

Il 92% degli animali (36/38) erano stati trattati con tiamazolo o carbimazolo mentre 6 soggetti erano stati sottoposti a tiroidectomia.

In 19 animali, il TT4 è stato rivalutato dopo il trattamento e in 12 di questi la sua concentrazione si era abbassata. Le concentrazioni di TT4 si erano ridotte mediamente di 29,6 nmol/l. Un miglioramento delle condizioni cliniche era stato osservato nel 48% (13/27) dei casi.

Dei 6 soggetti trattati chirurgicamente, in 3 le condizioni cliniche hanno subito da un miglioramento moderato fino alla guarigione completa; degli altri 3 uno ha continuato a ricevere farmaci tireostatici, 1 non è migliorato clinicamente e 1 è deceduto.

 

“RETROSPECTIVE STUDY ON HYPERTHYROIDISM IN GUINEA PIGS IN VETERINARY PRACTICES IN GERMANY” Girod-Ruffer et al. Journal of Exotic Pet Medicine
Volume 29, April 2019, Pages 87-97

 

Disciplina Endocrinologia

caviaUno studio prospettico sperimentale ha valutato l'efficacia e gli effetti collaterali dell’alfaxalone somministrato per via intramuscolare (IM) come agente sedativo in 30 porcellini d'India sottoposti a radiografie diagnostiche.

Dopo un attento esame di base, ad ogni soggetto sono stati somministrati 5 mg/kg di alfaxalone IM. In particolare, prima e dopo la sedazione a intervalli di 5 minuti, sono stati valutati: frequenza cardiaca, saturazione di ossigeno, frequenza respiratoria, temperatura corporea rettale, alcuni riflessi e reazioni alle manipolazioni. Infine, sono stati osservati e registrati il tempo trascorso dall'inizio della sedazione al ritorno della locomozione e movimenti coordinati degli arti, la qualità del recupero e il verificarsi di effetti indesiderati.

Il tempo medio ± deviazione standard di insorgenza della sedazione è stato di 2,7 ± 0,6 minuti. Le variabili fisiologiche sono rimaste entro gli intervalli normali fino al completamento della procedura. Durante la sedazione sono stati mantenuti il riflesso palpebrale e la reattività sia al pizzico delle dita che delle orecchie. Non è stata osservata né ipossiemia né ipotermia. La durata della sedazione era di 29,3 ± 3,2 minuti. La sedazione e il recupero non hanno avuto conseguenze e non sono stati osservati effetti avversi.

Gli autori concludono che 5 mg/kg di alfaxalone IM rappresentano un protocollo di sedazione efficace e sicuro per cavie sane sottoposte a procedure non invasive minori. Sono necessari ulteriori studi che indaghino gli effetti cardiovascolari, l'utilità clinica in pazienti non sani e il suo uso combinato con analgesici per le procedure associate alla nocicezione.

 

“Sedative effects of intramuscular alfaxalone in pet guinea pigs (Cavia porcellus)” D’Ovidio D, et al. Vet Anaesth Analg. 2018 Mar;45(2):183-189.

Disciplina Anestesiologia
Sabato, 14 Dicembre 2002 01:13

Russo G.

Un caso di anesognatismo in una cavia
Disciplina Riviste
Sabato, 14 Dicembre 2002 00:48

Benini F.

Il bacino della cavia
Disciplina Riviste
Venerdì, 07 Giugno 2002 17:36

Capello V.

Approccio diagnostico alle patologie cutanee del coniglio e dei piccoli roditori da compagnia (Parte prima). La visita dermatologica e le patologie del coniglio.
Disciplina Riviste
Venerdì, 07 Giugno 2002 17:36

Capello V.

Approccio diagnostico alle patologie cutanee del coniglio e dei roditori da compagnia (Parte seconda). Le patologie del criceto.
Disciplina Riviste
Venerdì, 07 Giugno 2002 17:36

Capello V.

Approccio diagnostico alle patologie cutanee del coniglio e dei piccoli roditori da compagnia (Parte terza). Le patologie del gerbillo, topo, ratto, cavia, cincillà e scoiattolo.
Disciplina Riviste
Venerdì, 07 Giugno 2002 17:36

Hansen K.A., De Tengnagel L.F.

Mange mite infestations of Guinea pigs caused by Trixacarus caviae
Disciplina Riviste
Venerdì, 07 Giugno 2002 17:36

Capello V.

Determinazione del sesso nel coniglio e nei piccoli roditori da compagnia
Disciplina Riviste
Pagina 1 di 2

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.