Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6354 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Immagine senza nomeGli obiettivi di questo studio prospettico di coorte erano quello di descrivere una tecnica di castrazione nei cavalli in stazione, quello di riportare le complicanze associate a tale procedura e quello di identificare i potenziali fattori di rischio.

I dati sono stati raccolti su 300 equidi (269 cavalli, 23 pony e 8 asini) sottoposti a castrazione mediante lo strumento di castrazione equina di Henderson. In 39 delle 300 procedure (13%) sono state riscontrate difficoltà intraoperatorie. In 69 dei 300 cavalli (23%) sono state riportate complicanze postoperatorie, tra cui gonfiore eccessivo (n=29; 9,67%), infezione del sito chirurgico (ISC; n=27; 9%), grave emorragia (n=3; 1%) e prolasso dell'omento (n=2; 0,64%). Gli asini erano a maggior rischio di emorragia grave (2/8; 25%; P = 0,001). Gli equidi che sono stati castrati in ambiente ospedaliero (83/300; 27,66%), rispetto a quelli castrati in condizioni di campo, hanno sviluppato 3 volte più frequentemente gonfiore eccessivo e ISC. La prolungata profilassi antimicrobica o l'età del soggetto al momento della castrazione non ha avuto alcun effetto sulla prevalenza di gonfiore eccessivo o ISC.

Gli autori concludono che questa nuova tecnica di castrazione è associata ad una prevalenza delle complicanze postoperatorie simile a quella precedentemente riportata per le altre tecniche di castrazione nei cavalli in stazione ma ad una prevalenza più bassa di infezioni del sito chirurgico. Non ne è raccomandato l’impiego negli asini.

 

“Complications associated with closed castration using the Henderson equine castrationinstrument in 300 standing equids” Racine J, et al. Vet Surg. 2019 Jan;48(1):21-28. doi: 10.1111/vsu.12960. Epub 2018 Oct 27.

Disciplina Chirurgia generale

chubbyL'importanza di associare l'esercizio fisico alla terapia dietetica per la gestione degli equidi obesi non è chiaramente compresa.

L’obiettivo di questo studio era quello di indagare l'effetto ottenuto associando un esercizio fisico di bassa intensità alla restrizione dietetica sulla sensibilità all'insulina (SI) e sulle concentrazioni di adipochina nel plasma in 24 tra cavalli e poni con body condition score (BCS) ≥ 7.

Per un periodo di 12 settimane, gli animali hanno ricevuto la sola restrizione dietetica (DIET) oppure la restrizione dietetica insieme ad un esercizio a bassa intensità (DIET + EX). Tutti gli animali sono stati alimentati con fieno d’erba in quantità pari all'1,25% (sostanza secca) del loro peso corporeo (PC), fornendo l'82,5% dei fabbisogni di energia digeribile. Il gruppo DIET + EX ha, inoltre, svolto esercizi a bassa intensità 5 giorni alla settimana su un deambulatore automatico. Prima e dopo la perdita di peso, è stata determinata la massa grassa corporea totale (MGCT) e sono state misurate la SI, e le concentrazioni di adipochine e dei marker infiammatori.

Le riduzioni del BCS, PC e MGCT erano simili tra i gruppi (P > 0,05). Dopo la perdita di peso, tutti i soggetti di entrambi i gruppi avevano diminuito le concentrazioni di insulina basale e leptina e aumentato le concentrazioni di adiponectina (P < 0,001). Inoltre, gli animali nel gruppo DIET + EX avevano una SI significativamente migliorata e una diminuzione delle concentrazioni di amiloide sierica rispetto agli animali del gruppo DIET (P = 0,01).

Gli autori concludono affermando che un esercizio fisico regolare a bassa intensità ha apportato ulteriori benefici per la salute rispetto alla sola restrizione dietetica in questa popolazione di equidi obesi.

 

“Influence of dietary restriction and low-intensity exercise on weight loss and insulin sensitivity in obese equids” Bamford NJ, et al. J Vet Intern Med. 2018 Dec 5. doi: 10.1111/jvim.15374. [Epub ahead of print]

Disciplina Practice management
Venerdì, 07 Giugno 2002 17:36

Baxter G.M.

Aggiornamenti clinico-terapeutici sulla laminite equina (atti del seminario)
Disciplina Riviste

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.