Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7663 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Visualizza articoli per tag: puledri

Sabato, 14 Maggio 2022 14:13

Effetti della castrazione precoce nei puledri

castrazione puledroNonostante i numerosi effetti positivi osservati e dimostrati nei cani e nei gatti, l'impatto della castrazione molto precoce nei puledri non è stato ancora studiato. Gli autori dello studio in esame hanno quindi voluto confrontare lo sviluppo morfologico e comportamentale dei puledri sottoposti a castrazione a 3 giorni e di quelli che invece venivano castrati a 18 mesi.

In un modello clinico randomizzato, in cieco, ventidue pony gallesi sono stati sottoposti a castrazione precoce (3 giorni, gruppo EC, n=11) o tradizionale (18 mesi, gruppo TC, n=11). Gli animali sono stati seguiti fino a tre anni di età. Tutti i pony sono stati castrati utilizzando una tecnica di chiusura primaria in anestesia generale. Il peso e le misurazioni morfometriche sono state monitorate mensilmente dalla nascita fino agli 8 mesi di età in entrambi i gruppi. Quindi, le misurazioni sono state effettuate ogni 3 mesi fino a 2 anni di età e poi ogni 6 mesi fino a 3 anni di età. I test di temperamento sono stati eseguiti su tutti gli animali quando avevano 1 e 3 anni.

Disciplina Riproduzione

SickFoal AELa sepsi è una causa importante di morbilità e mortalità nei puledri neonati, soprattutto durante i primi sette giorni di vita. La diagnosi di sepsi nei puledri neonati può essere difficile perché i segni clinici sono spesso ambigui e non specifici. L’obiettivo del presente studio era quello di determinare se la principale proteina di fase acuta sieroamiloide A (SAA), misurata tramite un test point-of-care, possa essere utilizzata come biomarker di sepsi.

Nel presente studio retrospettivo la diagnosi clinica di sepsi è stata ottenuta sulla base di emocoltura batterica positiva o score di sepsi positivo. Sono stati inclusi puledri neonati di età inferiore a 36 ore, i quali sono stati divisi in 3 gruppi: clinicamente sani, malati non settici o settici.

foal newborn field green grass 1500L'asse entero-insulare (enteroinsular axis, EIA) è un sistema di regolazione dell'energia che modula la secrezione di insulina attraverso il rilascio di specifici ormoni (incretine). Nonostante l'importanza dell'omeostasi energetica nel puledro neonato, non sono disponibili in letteratura informazioni sull’EIA nei puledri ospedalizzati. Gli obiettivi di questo studio erano quelli di misurare le concentrazioni sieriche di insulina e plasmatiche di incretine (polipeptide insulinotropico glucosio-dipendente [GIP], peptide-1 simil glucagone [GLP-1] e peptide-2 simil glucagone [GLP-2]), per determinare l'associazione tra insulina e incretine, nonché la loro connessione con la gravità della malattia e l'outcome nei puledri ospedalizzati.

Sono stati inclusi nello studio un totale di 102 puledri neonati (≤72 h), i quali sono stati classificati in due gruppi: ospedalizzati (n = 88) e sani (n = 14). I puledri ospedalizzati includevano puledri settici (n = 55) e malati non settici (sick non-septic, SNS; n = 33). I campioni di sangue sono stati collezionati nell'arco di 72 ore per misurare le concentrazioni sieriche di insulina e plasmatiche di GIP, GLP-1 e GLP-2. I dati sono stati analizzati con metodi non parametrici ed è stata condotta una regressione logistica univariata.

Disciplina Endocrinologia
Venerdì, 07 Giugno 2002 17:36

Kaneps A.J., Smith B.L.

Disciplina Riviste
Venerdì, 07 Giugno 2002 17:36

Trombetta M.F., Gabai G., Maronese L.V.

Disciplina Riviste

VET Channel

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares
0
Shares