Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6771 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Visualizza articoli per tag: suino

postmweapigI folati (vitamina B9) e la cobalamina (vitamina B12) svolgono un ruolo importante nel metabolismo degli aminoacidi, nella sintesi dell'acido nucleico e nel trasferimento del gruppo metile. Due enzimi intracellulari, la metionina sintasi e la metilmalonil-CoA mutasi, sono rispettivamente folati e/o cobalamina-dipendenti. A livello cellulare, la carenza di folati e cobalamina porta all'accumulo di omocisteina sierica (HCY) e la carenza di cobalamina porta ad un aumento delle concentrazioni di acido metilmalonico (MMA). Le concentrazioni sieriche di HCY e MMA possono influenzare il metabolismo degli aminoacidi e la sintesi di acido nucleico nei suini.

L’obiettivo di questo studio era quello di valutare le concentrazioni sieriche di folati, cobalamina, HCY e MMA nei suini post-svezzamento tra le 6 e le 26 settimane di età.

Disciplina Altro
Domenica, 01 Marzo 2020 23:26

Colite nel suino: una nuova coinfezione

entaIn questo report viene descritta, per la prima volta, una colite causata da una coinfezione di Entamoeba polecki sottotipo 3 e Salmonella typhimurium.

Suinetti di circa 50 giorni di età hanno mostrato la comparsa di diarrea e progressive deperimento. Nel colon di un suinetto deceduto è stata riscontrata la presenza di focolai bianchi multipli; l’esame istopatologico aveva evidenziato la presenza di ulcere multifocali e ascessi delle cripte con trofozoiti di Entamoeba e batteri gram-negativi.

borbroL’obiettivo di questo studio era quello di valutare l’efficacia della gamitromicina contro l’infezione respiratoria sostenuta da Bordetella bronchiseptica nella specie suina.

Ventotto suinetti sono stati inoculati con un ceppo di B. bronchiseptica di origine canina (109 CFU/ml) e di origine suina (108 e 109 CFU/ml). Il ceppo di origine suina a 109 CFU/ml è stato scelto per valutare l'efficacia in quanto responsabile della comparsa di lesioni, sia macroscopiche che istopatologiche, più evidenti rispetto agli altri ceppi. Per valutare l'efficacia della gamitromicina nei confronti di B. bronchiseptica, quaranta suinetti sono stati inoculati sperimentalmente al giorno 0 e i segni clinici sono stati classificati in base alla gravità. Tre giorni dopo l’inoculazione i suinetti sono stati trattati con gamitromicina o soluzione salina.

Mercoledì, 26 Febbraio 2020 06:52

Rabbia nella specie suina

rabiesporciLa rabbia nella specie suina è estremamente rara in tutto il mondo.

In questo lavoro vengono descritti la neuropatologia e i rilievi diagnostici di un focolaio di rabbia in una cucciolata di suinetti attaccata da una puzzola in Georgia, negli Stati Uniti.

Domenica, 23 Febbraio 2020 18:53

La tilosina: ruolo nelle resistenze agli antibiotici

sestÈ dimostrato che l'esposizione agli antibiotici è implicata nell'emergere di ceppi batterici dotati di resistenza, sia nei confronti delle molecole strutturalmente correlate che non.

La tilosina è un antibiotico appartenente alla famiglia dei macrolidi, impiegato per il trattamento dei batteri patogeni che colpiscono l’apparato respiratorio dei suini.

Disciplina Farmacologia
Domenica, 02 Febbraio 2020 20:03

Microbiota nasale dei suinetti

moraxellaPrecedenti studi hanno dimostrato che il genere Moraxella è comunemente presente nel microbiota nasale dei suini.

In questo studio sono stati ottenuti 51 isolati di Moraxella da tamponi nasali di suinetti di età compresa tra le 3 e le 4 settimane che, all’analisi (ERIC)-PCR (enterobacterial repetitive intergenic consensus-PCR), corrispondevano a 26 profili diversi. L'intero sequenziamento del gene rRNA 16S ha permesso l'identificazione a livello di specie degli isolati di Moraxella. La maggior parte dei ceppi di campo sono stati identificati come Moraxella pluranimalium, ma è stata rilevata anche Moraxella porci. Inoltre, un gruppo di 7 ceppi non rientrava in nessuna delle specie di Moraxella descritte, rappresentando, probabilmente, una nuova specie. La successiva caratterizzazione fenotipica ha indicato che i ceppi di Moraxella pluranimalium erano per lo più sensibili al complemento, mentre il cluster che rappresentava la nuova specie putativa era altamente resistente. La capacità di formazione del biofilm era molto variabile tra le diverse specie di Moraxella, mentre l'aderenza alle linee cellulari epiteliali era simile tra i ceppi selezionati. Inoltre, è stata osservata variabilità anche nell'associazione tra ceppi selezionati e macrofagi alveolari suini. I test antimicrobici hanno evidenziato l'esistenza di resistenza multi-farmaco.

mammary veinNell'ambito dell’industria suinicola, l'efficienza lavorativa e il benessere degli animali sono diventati due dei fattori più importanti per il raggiungimento degli obiettivi tecnici e per la competitività aziendale. Il prelievo di sangue è una delle tecniche più comunemente utilizzata per la raccolta dei campioni, ma in condizioni di campo questa procedura può essere molto laboriosa per gli operatori agricoli e stressante per gli animali, in particolare per le scrofe che allattano.

Lo scopo di questo studio era quello di valutare la vena mammaria come sito di prelievo nelle scrofe in allattamento, supponendo che richieda un contenimento meno coercitivo.

Disciplina Altro

FMIl fluido di manipolazione (FM) è un tipo di campione ottenuto durante la castrazione e il taglio della coda dei suinetti e, negli ultimi anni, è stato impiegato come metodo di campionamento per facilitare il monitoraggio degli allevamenti.

Il Mycoplasma hyopneumoniae è un batterio che colonizza il tratto respiratorio dei suini ed è stato raramente rinvenuto in tessuti diversi da quelli dell’apparato respiratorio. Ad oggi, non esistono dati in letteratura relativi al rilevamento di M hyopneumoniae nel FM o al suo utilizzo per monitorare la presenza di questo patogeno in un contesto di allevamento.

Disciplina Practice management
Domenica, 10 Novembre 2019 19:04

Impiego del domperidone nelle scrofe in gravidanza

domperidone swineLa prolattina controlla lo sviluppo dei mammiferi, nonché i processi lattogenici e galactopoietici nelle scrofe. Un aumento delle sue concentrazioni durante la gestazione può aumentare la produzione di latte. Il domperidone, un antagonista dei recettori dopaminergici, può aumentare le concentrazioni circolanti di prolattina nei suini, ma la dose necessaria per ottenere l'iperprolattinemia prolungata è attualmente sconosciuta.

L’obiettivo di questo studio era quello di valutare l’efficacia di diversi protocolli di somministrazione del domperidone al fine di ottenre un’iperprolattinemia rapida e prolungata nelle scrofe in gravidanza.

Disciplina Riproduzione

mummificationNeospora caninum è un agente eziologico noto per i disturbi riproduttivi che può determinare in diverse specie animali, quali bovini, ovini e caprini. Tuttavia, quali siano esattamente gli effetti sulla sfera riproduttiva dei suini non sono del tutto noti.

Questo studio ha voluto appurare la trasmissione transplacentare di N. caninum nei suini durante le diverse fasi gestazionali.

Pagina 1 di 7

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.