Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6969 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Visualizza articoli per tag: suino

Mercoledì, 02 Settembre 2020 18:07

Analisi proteomica dello sperma dei suini

suisGli spermatozoi eiaculati sono esposti a diversi ambienti prima di incontrare l'ovocita. Tuttavia, il modo in cui il proteoma dello sperma cambia durante questo tragitto è poco conosciuto. Questo studio mirava ad identificare i cambiamenti del proteoma dello sperma del verro dopo l'incubazione con fluidi riproduttivi maschili (plasma seminale, SP) e / o femminili (fluido uterino, UF; e fluido oviduttale, OF).

Sono stati analizzati i seguenti gruppi sperimentali: (1) SP: sperma + 20% SP; 2) UF: sperma + 20% UF; 3) DI: sperma + 20% DI; 4) SP + UF: sperma + 20% SP + 20% UF; e (5) SP + OF: sperma + 20% SP + 20% OF.

Disciplina Riproduzione
Giovedì, 16 Luglio 2020 19:44

Escherichia coli e diarrea neonatale nei suinetti

neodiaIl batterio Escherichia coli è considerato uno degli agenti patogeni più comunemente associato alla diarrea neonatale nei suinetti.

L’obiettivo di questo studio era quello di caratterizzare il profilo patogeno e la resistenza antimicrobica (AMR, antimicrobial resistance) di 122 ceppi di E. coli isolati da 94 maiali affetti da diarrea e 28 maiali senza diarrea appartenenti a 24 allevamenti presenti nel territorio spagnolo. Sono stati analizzati i fattori di virulenza, le tossine, i geni della AMR (ESBL e colistina) e i fenotipi della AMR degli isolati di E. coli.

Mercoledì, 08 Luglio 2020 07:53

Rame e ferro nei suinetti

piglets copperL’obiettivo di questo studio era quello di indagare gli effetti che la supplementazione di rame e la somministrazione di ferro esercitano sulla crescita dei suinetti.

Lo studio ha coinvolto un totale di 144 suinetti. Le variabili analizzate erano: la taglia dei soggetti (grande o piccola), quante dosi di ferro (100 mg IM) avevano ricevuto (solo alla nascita oppure sia alla nascita che allo svezzamento), quantità di rame aggiunto alla dieta (14,2 o 250 ppm). Il guadagno medio giornaliero (ADG, average daily gain), l'assunzione di mangime media giornaliera (ADFI, average daily feed intake) e il rapporto tra il guadagno di peso e la quantità di mangime assunta sono stati determinati per 49 giorni. Il sangue è stato prelevato allo svezzamento e ai giorni 7 e 49.

Disciplina Altro
Domenica, 14 Giugno 2020 12:37

Disautonomia nel cane e nel gatto

disautonomiaLa disautonomia è una malattia caratterizzata dalla degenerazione dei neuroni autonomici.

Lo scopo di questo studio era eseguire una revisione retrospettiva multicentrica dei dati clinici relativi a cani e gatti con diagnosi di disautonomia e di valutarne l’outcome.

Disciplina Neurologia
Martedì, 26 Maggio 2020 22:03

Una nuova specie di emoplasmi nel suino

hemonewIn un’allevamento da ingrasso sito nella Germania meridionale sono state osservate alterazioni cutanee (orticaria, diatesi emorragica) e febbre alta nel 30% dei suini 2 settimane dopo il loro arrivo nella struttura. I suini affetti avevano accusato un grave calo dell'assunzione di cibo.

Al fine di individuare la causa responsabile, sono stati raccolti campioni di sangue per indagini ematologiche, sierologiche e PCR; inoltre, su un soggetto sono state condotte indagini anatomopatologiche.

postmweapigI folati (vitamina B9) e la cobalamina (vitamina B12) svolgono un ruolo importante nel metabolismo degli aminoacidi, nella sintesi dell'acido nucleico e nel trasferimento del gruppo metile. Due enzimi intracellulari, la metionina sintasi e la metilmalonil-CoA mutasi, sono rispettivamente folati e/o cobalamina-dipendenti. A livello cellulare, la carenza di folati e cobalamina porta all'accumulo di omocisteina sierica (HCY) e la carenza di cobalamina porta ad un aumento delle concentrazioni di acido metilmalonico (MMA). Le concentrazioni sieriche di HCY e MMA possono influenzare il metabolismo degli aminoacidi e la sintesi di acido nucleico nei suini.

L’obiettivo di questo studio era quello di valutare le concentrazioni sieriche di folati, cobalamina, HCY e MMA nei suini post-svezzamento tra le 6 e le 26 settimane di età.

Disciplina Altro
Domenica, 01 Marzo 2020 23:26

Colite nel suino: una nuova coinfezione

entaIn questo report viene descritta, per la prima volta, una colite causata da una coinfezione di Entamoeba polecki sottotipo 3 e Salmonella typhimurium.

Suinetti di circa 50 giorni di età hanno mostrato la comparsa di diarrea e progressive deperimento. Nel colon di un suinetto deceduto è stata riscontrata la presenza di focolai bianchi multipli; l’esame istopatologico aveva evidenziato la presenza di ulcere multifocali e ascessi delle cripte con trofozoiti di Entamoeba e batteri gram-negativi.

borbroL’obiettivo di questo studio era quello di valutare l’efficacia della gamitromicina contro l’infezione respiratoria sostenuta da Bordetella bronchiseptica nella specie suina.

Ventotto suinetti sono stati inoculati con un ceppo di B. bronchiseptica di origine canina (109 CFU/ml) e di origine suina (108 e 109 CFU/ml). Il ceppo di origine suina a 109 CFU/ml è stato scelto per valutare l'efficacia in quanto responsabile della comparsa di lesioni, sia macroscopiche che istopatologiche, più evidenti rispetto agli altri ceppi. Per valutare l'efficacia della gamitromicina nei confronti di B. bronchiseptica, quaranta suinetti sono stati inoculati sperimentalmente al giorno 0 e i segni clinici sono stati classificati in base alla gravità. Tre giorni dopo l’inoculazione i suinetti sono stati trattati con gamitromicina o soluzione salina.

Mercoledì, 26 Febbraio 2020 06:52

Rabbia nella specie suina

rabiesporciLa rabbia nella specie suina è estremamente rara in tutto il mondo.

In questo lavoro vengono descritti la neuropatologia e i rilievi diagnostici di un focolaio di rabbia in una cucciolata di suinetti attaccata da una puzzola in Georgia, negli Stati Uniti.

Domenica, 23 Febbraio 2020 18:53

La tilosina: ruolo nelle resistenze agli antibiotici

sestÈ dimostrato che l'esposizione agli antibiotici è implicata nell'emergere di ceppi batterici dotati di resistenza, sia nei confronti delle molecole strutturalmente correlate che non.

La tilosina è un antibiotico appartenente alla famiglia dei macrolidi, impiegato per il trattamento dei batteri patogeni che colpiscono l’apparato respiratorio dei suini.

Disciplina Farmacologia
Pagina 1 di 7

SCIVAC Rimini Web

eveditoria Editoria Scientifica

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.