Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7663 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Visualizza articoli per tag: tigre

Giovedì, 03 Marzo 2022 13:14

Infezione da FIV nelle tigri siberiane

Siberian tiger panthera tigris altaica mammalia carnivora felidaIl virus dell'immunodeficienza felina (Feline immunodeficiency virus, FIV) è in grado di infettare più di 20 tipi di felini e rappresenta una seria minaccia per la loro salute. Tuttavia, pochi studi hanno valutato la presenza di FIV nelle tigri.

In questo studio, 320 tigri siberiane in cattività sono state testate per la FIV mediante nested PCR e tre tigri siberiane sono risultate positive alla FIV (5,45%). Da questi tre animali, frammenti del gene FIV, gag-p26 (444 nt) dai campioni HD094 e HD1786 e pol-RT (576 nt) e pol-RNasi (730 nt) dal campione HD631, sono stati sequenziati ed è stato evidenziato che questi ultimi condividevano più del 99% di sequenza genica con FIV sottotipo A dei gatti domestici.

TigerNel presente studio sono stati valutati dei campioni di siero di 11 tigri del Bengala (Panthera tigris tigris) dal Chitwan National Park in Nepal, collezionati tra il 2011-17, per la presenza di anticorpi contro otto agenti patogeni comunemente studiati nei grandi felidi. Questa indagine sierologica è stata condotta per ottenere delle informazioni di base che permettano di comprendere l'esposizione a questi patogeni nella popolazione di tigri in Nepal.

I campioni di siero sono stati valutati per presenza di: coronavirus felino (feline coronavirus, FCoV), virus dell'immunodeficienza felina, virus della leucemia felina, herpesvirus felino (feline herpesvirus, FHV), virus del cimurro canino, parvovirus canino di tipo 2 (canine parvovirus-2, CPV-2), leptospirosi (LEP; sette sierotipi) e toxoplasmosi (TOX). I risultati hanno mostrato che 6 tigri erano positive per LEP, 8 per CPV-2, 5 per FHV, 1 per FCoV e 10 per TOX.

TigreI parametri ematologici e biochimici svolgono un ruolo importante nella salvaguardia della salute degli animali e nella prevenzione delle malattie, ma i valori di riferimento dei parametri ematochimici di molti animali selvatici sono ancora sconosciuti. Recentemente, sono state riportate delle valutazioni di alcuni parametri del sangue nelle tigri siberiane (Panthera tigris altaica) perché queste tigri costituiscono una specie in via di estinzione; tuttavia, è estremamente difficile ottenere campioni di sangue necessari per queste analisi.

Questo studio presenta la valutazione di 14 parametri ematologici e 16 parametri biochimici in 133 tigri siberiane, di cui 112 e 21 provenivano rispettivamente dal Parco della Tigre Siberiana di Heilongjiang (HB) e dal Parco della Tigre Siberiana di Hailin (HD), Cina. Il presente studio è il primo a determinare i seguenti parametri nelle tigri siberiane: ampiezza di distribuzione eritrocitaria, conta piastrinica, volume piastrinico medio, amilasi, rapporto sodio/potassio, globulina e rapporto albumina/globulina. Poiché i dati per la bilirubina totale e l'amilasi non erano statisticamente significativi, non è stata condotta alcuna analisi statistica per questi parametri. Pochi parametri erano significativamente differenti a seconda del sesso e della regione di provenienza (P <0,05). La concentrazione di fosfatasi alcalina è diminuita, mentre la creatinina è aumentata con il progredire dell’età. La concentrazione di creatinina delle tigri allevate in HB era molto inferiore a quella delle tigri allevate in HD.

VET Channel

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares
0
Shares