Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7620 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Michele Tumbarello Med Vet PhD student

Michele Tumbarello Med Vet PhD student

rabbitLe malattie gastrointestinali (GI) sono comuni nei conigli. Abitualmente i reperti di diagnostica per immagini possono aiutare i medici nella scelta dell’approccio terapeutico più indicato; ci sono, invece, poche segnalazioni riguardanti i dati di diagnostica per immagini avanzata nei conigli sani. La tomografia computerizzata (TC) è riconosciuta come uno strumento utile nei cani e gatti; tuttavia, poche informazioni sono presenti in letteratura circa il suo utilizzo nei conigli. Gli obiettivi degli autori di questo studio erano quelli di descrivere i reperti TC del tratto gastrointestinale nei conigli sani ed ottenere le misurazioni dello spessore delle pareti delle strutture del tratto gastroenterico dei suddetti pazienti.

Ventitré conigli sono stati sottoposti ad esame TC in anestesia generale e le immagini TC del tratto gastroenterico sono state analizzate da due radiologi esperti. Sono state determinate la posizione e le dimensioni dei principali organi e strutture gastrointestinali e sono stati misurati lo spessore delle pareti dello stomaco, dell'intestino tenue e crasso, e valutata la concordanza tra gli osservatori. È stata quindi eseguita l'analisi statistica delle variabili quantitative e qualitative.

EGV dogL’obiettivo degli autori di questo studio retrospettivo era valutare i livelli di carbossiemoglobina (COHb) e metaemoglobina (MetHb) nei cani e gatti ricoverati in terapia intensiva e affetti da malattie respiratorie.

Sono stati quindi selezionati tutti i cani (n = 466) e i gatti (n = 97) ricoverati in terapia intensiva tra gennaio 2016 e gennaio 2019, e ai quali è stato effettuato un esame emogasanalitico con co-ossimetria. Cani e gatti sono stati poi stratificati: pazienti affetti da patologie respiratorie primarie e pazienti con patologie non respiratorie; per tutti i pazienti inclusi è stata altresì individuata e registrata la causa della malattia. Sono stati infine analizzati i parametri relativi all'esame emogasanalitico venoso, il co-ossimetro, il rapporto PaO2/FiO2 (rapporto PF), i dati relativi all’esame obiettivo e l'outcome dei pazienti.

oral tumourLo scopo degli autori di questo studio era valutare l'efficacia della chemioterapia metronomica nel trattamento palliativo di vari tumori maligni del cavo orale nella specie canina. In particolare, gli autori hanno voluto determinare l'effetto del trattamento sul controllo locale della malattia e valutare la tollerabilità e la sicurezza del trattamento nei cani coinvolti.

La chemioterapia metronomica con ciclofosfamide è stata utilizzata per il trattamento di 12 cani e, in 6/12 soggetti (50%), è stata somministrata in associazione con farmaci antinfiammatori non steroidei. Un beneficio clinico è stato osservato in 6/12 (50%) pazienti ad 1 mese dall’inizio del trattamento e, in 4/12 (33%) cani, 3 mesi dopo l'inizio del trattamento. Il tempo di sopravvivenza mediano dei cani è stato di 155 giorni (range 21-529 giorni). Al termine del periodo di osservazione, la malattia era progredita in 10/12 (83,3%) pazienti. La cistite emorragica sterile è stato l'effetto collaterale più comunemente riportato durante il trattamento, tale evento si è verificato in 4/12 (33,3%) cani.

castrazione puledroNonostante i numerosi effetti positivi osservati e dimostrati nei cani e nei gatti, l'impatto della castrazione molto precoce nei puledri non è stato ancora studiato. Gli autori dello studio in esame hanno quindi voluto confrontare lo sviluppo morfologico e comportamentale dei puledri sottoposti a castrazione a 3 giorni e di quelli che invece venivano castrati a 18 mesi.

In un modello clinico randomizzato, in cieco, ventidue pony gallesi sono stati sottoposti a castrazione precoce (3 giorni, gruppo EC, n=11) o tradizionale (18 mesi, gruppo TC, n=11). Gli animali sono stati seguiti fino a tre anni di età. Tutti i pony sono stati castrati utilizzando una tecnica di chiusura primaria in anestesia generale. Il peso e le misurazioni morfometriche sono state monitorate mensilmente dalla nascita fino agli 8 mesi di età in entrambi i gruppi. Quindi, le misurazioni sono state effettuate ogni 3 mesi fino a 2 anni di età e poi ogni 6 mesi fino a 3 anni di età. I test di temperamento sono stati eseguiti su tutti gli animali quando avevano 1 e 3 anni.

stenosi suaortica caneLa stenosi subaortica (SAS) è un difetto cardiaco congenito comunemente diagnosticato nel cane, caratterizzato da presentazioni cliniche gravi e prognosi a lungo termine infausta. Ad oggi, in medicina veterinaria, non è stato ancora sviluppato un piano terapeutico efficace. Gli autori di questo studio hanno pertanto cercato di determinare se il sotalolo, un antiaritmico di classe III, possa essere in grado di apportare dei benefici, per quanto concerne i dati ecocardiografici e l’effetto antiaritmico, ai cani affetti da SAS grave.

Dieci cani con diagnosi di SAS grave sono stati arruolati in questo studio prospettico, in doppio cieco, crossover. I cani sono stati sottoposti a esame fisico, misurazione della pressione sanguigna non invasiva, elettrocardiografia, ecocardiografia e monitoraggio Holter 24 ore su 24. La diagnostica è stata ripetuta 12-16 giorni dopo la randomizzazione ed in seguito a somministrazione di atenololo orale (0,5-1 mg/kg) o sotalolo (1-2 mg/kg) due volte al giorno. Dopo una riduzione graduale del farmaco e un washout di quattro giorni, i cani sono stati trasferiti al farmaco alternativo e la diagnostica è stata ripetuta in 12-16 giorni. 

vaccination catRecentemente è stato formulato per la specie felina un vaccino non adiuvato in volume ridotto (0,5 ml) contro herpesvirus, calicivirus, panleucopenia e la leucemia felina. Tale formulazione sembra contenere lo stesso potere antigenico della preparazione convenzionale da 1 ml. 

Gli autori di questo articolo analizzano i diversi studi che hanno valutato la sicurezza e l'immunogenicità di questo vaccino a volume ridotto rispetto al vaccino con volume convenzionale. 

little calfL’insuccesso del trasferimento passivo (FPT) nei vitelli è definito come il mancato assorbimento di anticorpi colostrali sufficienti a raggiungere una concentrazione sierica di immunoglobuline G (IgG) > 10 g/L entro la prima settimana di vita. 

Lo scopo degli autori di questo studio era confrontare quattro diversi test per diagnosticare la FPT in campioni di vitelli da latte di 1-7 giorni. I valori limite pubblicati per la rifrattometria Brix e proteine ​​totali (TP) e la torbidità del solfato di zinco (ZST) sono stati confrontati con l'immunodiffusione radiale del test di riferimento (RID) per l'idoneità a rilevare la FPT. Inoltre, è stato convalidato l'attuale test di riferimento commerciale RID offerto in Scozia. 

dieta furettoL’ obiettivo degli autori dello studio era quello di esaminare i macronutrienti e due micronutrienti (rame e zinco) delle diete commerciali dei furetti, al fine di analizzare i fattori dietetici che possono influenzare l'epatopatia da accumulo di rame in questa specie

Sono state valutate le concentrazioni di rame e zinco in 12 diete secche di mantenimento per furetti adulti disponibili in commercio. Le mediane sono state calcolate sulla base della sostanza secca e dell'energia metabolizzabile e confrontate con i profili nutrizionali dell'Association of American Feed Control Officials (AAFCO) per i gatti e le raccomandazioni del National Research Council (NRC) per i visoni.

eco luing horseL'ecografia polmonare (LUS) è ​​scarsamente utilizzata e studiata nei cavalli, soprattutto nel periodo perioperatorio. Gli autori del seguente studio prospettico osservazionale si ponevano i seguenti obietti:(1) descrivere i riscontri della LUS nei cavalli sani prima e dopo l'anestesia generale (GA), (2) valutare se la GA potesse indurre cambiamenti ecografici nei cavalli sani, (3) suggerire uno score sulla base dei riscontri della LUS, (4) identificare le variabili del cavallo che si associano ad eventuali cambiamenti della LUS dopo l'anestesia.

Complessivamente, sono stati valutati i dati di 25 cavalli sani sottoposti a chirurgia elettiva. I rilievi della LUS sono stati registrati prima dell'anestesia, 5 minuti durante l’ospedalizzazione, 15 minuti, 2 ore, 3 ore, 4 ore, 6 ore e 24 ore dopo l'anestesia in 8 regioni polmonari. I dati clinici sono stati raccolti nella fase perioperatoria.

cat ficSebbene la cistite idiopatica felina (FIC) colpisca molti gatti, la sua patogenesi è sconosciuta e la diagnosi è difficile. 

Gli acidi grassi polinsaturi (PUFA) vengono metabolizzati attraverso vari mediatori lipidici. I mediatori lipidici come le prostaglandine (PG) modulano l'infiammazione e molti di loro vengono escreti nelle urine. Pertanto, l'indagine sul profilo lipidico urinario può rivelare la patogenesi e aiutare la diagnosi di FIC. 

Pagina 1 di 35

VET Channel

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares
0
Shares