Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7227 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Michele Tumbarello Med Vet PhD student

Michele Tumbarello Med Vet PhD student

Sabato, 05 Settembre 2020 17:46

Carcinoma del pancreas esocrino canino

pancreas tumour Il carcinoma pancreatico esocrino nel cane è una patologia rara e la letteratura veterinaria che caratterizza la malattia è abbastanza carente.

Ventitré casi di carcinoma pancreatico esocrino canino sono stati esaminati retrospettivamente per ottenere informazioni sulla presentazione clinica, sul decorso e sulla sopravvivenza associati alla malattia.

surgeon vetGli obiettivi di questo studio erano: 1) determinare il tasso di infezioni del sito chirurgico dopo chirurgia gastrointestinale in una popolazione di cani e gatti; 2) descrivere i batteri aerobici isolati dalle suddette infezioni.

Sono state revisionate retrospettivamente le cartelle cliniche di 210 cani e 66 gatti sottoposti a chirurgia gastroenterica in un ospedale veterinario universitario. In particolare sono state analizzati: procedure chirurgiche, presenza di un'infezione, specie batteriche isolate, somministrazione di antibiotici perioperatori ed outcome.

rabbit lithiasisLa gestione dell'ostruzione ureterale mediante applicazione di uno stent è spesso associata a un tasso di complicazioni inferiore rispetto all'ureterotomia nei carnivori domestici; questo trattamento tuttavia non è stato valutato nel conigli.

Tre conigli (7, 6 e 10 anni) hanno ricevuto una diagnosi ecografica di ureterolitiasi ostruttiva unilaterale associata ad idronefrosi e idrouretere. E’ inoltre stata confermata in tutti i casi una riduzione della funzionalità renale complessiva. Gli stent ureterali sono stati inseriti per via retrograda tramite cistotomia senza complicazioni in due casi e per via anterograda tramite nefrostomia nel terzo caso. La sopravvivenza dopo il posizionamento dello stent è stata di 30, 3 e 8 mesi, con incrostazioni dello stent e riostruzione che si sono verificate 18, 1 e 6 mesi dopo il posizionamento dello stent nei casi successivi.

Sabato, 05 Settembre 2020 12:28

Ipocolesterolemia nel cane e nel gatto

cane e gatto ipocolestL’obiettivo principale di questo studio era valutare la prevalenza dell'ipocolesterolemia e i tassi di mortalità ad essa associati, in una popolazione di cani e gatti afferenti ad un ospedale universitario. L'obiettivo secondario era identificare le patologie connesse all'ipocolesterolemia.

Sono state quindi revisionate retrospettivamente le cartelle cliniche per un periodo di 5 anni al fine di determinare la gravità dell'ipocolesterolemia e il tasso di mortalità associato. Inoltre sono state ulteriormente analizzate le cartelle cliniche di animali con ipocolesterolemia da moderata a grave (<2,59 mmol/L nei cani, <1,81 mmol/L nei gatti) e sono stati identificati i pazienti con ipocolesterolemia acquisita in ospedale.

Venerdì, 04 Settembre 2020 13:25

Effetti del metronidazolo sui cani sani

cane XIl metronidazolo ha un impatto sostanziale sul microbioma intestinale. Tuttavia, il recupero del microbioma dopo l'interruzione della somministrazione e le conseguenze metaboliche di tali alterazioni non sono state ben definite.

Questo studio prospettico controllato non randomizzato, aveva l’obiettivo di descrivere l'impatto della somministrazione di metronidazolo per 14 giorni, da solo o in combinazione con una dieta proteica idrolizzata, sul microbioma fecale, sul metaboloma, sugli acidi biliari (BA), sulla produzione di lattato e sul metaboloma sierico in cani sani.

Giovedì, 03 Settembre 2020 17:07

Mielo-TC nel cavallo

mielo TCLa valutazione tridimensionale tomografica computerizzata (TC) della colonna vertebrale cervicale consente un'identificazione più accurata delle lesioni ossee e dei tessuti molli rispetto alla tradizionale radiografia latero-laterale. Tuttavia, l'esame della colonna vertebrale cervicale completa è stato limitato dalla taglia del cavallo, impedendo la valutazione delle vertebre cervicali caudali.

Lo studio ha voluto descrivere la tecnica di esecuzione e i risultati della mielo-TC del rachide cervicale completo.

Giovedì, 03 Settembre 2020 14:43

Valutazione della proteinuria nel gatto

dipstickLo studio ha valutato l’utilità del dipstick (strisce reattive) urinario per il rilevamento della proteinuria nel gatto quando utilizzata in combinazione con il peso specifico urinario, rispetto alla misurazione del rapporto proteine‐creatinina urinaria (UPC).


Sono state analizzate retrospettivamente le cartelle cliniche di gatti sottoposti ad un esame delle urine completo e afferenti ad un ospedale di referenza. Sono inoltre stati calcolati: la concordanza diagnostica e l'accuratezza per il test dipstick da solo e in combinazione con il peso specifico delle urine, utilizzando diversi valori di cut-off per la proteinuria. Infine, sono state anche calcolate delle curve ROC (Receiver‐operating characteristic).

muttLa sterilizzazione precoce dei cani maschi e femmine e la sua relazione con un aumento del rischio di sviluppare patologie articolari e di alcuni tumori è recentemente diventata una preoccupazione, sollevando dubbi sulla pratica standard negli Stati Uniti e in gran parte dell'Europa della sterilizzazione effettuata entro i 6 mesi di età. Un recente studio sottolinea come ci siano grandi differenze di razza, con le razze di cani di piccola taglia che mostrano generalmente pochi effetti collaterali della sterilizzazione rispetto alle razze di taglia corporea più grande. Questi risultati sui cani di razza sollevano domande per i proprietari di cani e per i veterinari su quello che invece potrebbe accadere nei cani meticci. Lo scopo di questo studio era quindi di esaminare un campione di cani di razza mista di cinque categorie di peso utilizzando lo stesso database ospedaliero veterinario e criteri diagnostici per patologie articolari e tumorali utilizzati in un recente studio su 35 razze e altri studi effettuati sul Golden Retriever, Labrador Retriever e Pastore Tedesco.

Le categorie di peso sono state: <10 kg (739 casi), 10-19 kg (546 casi), 20-29 kg (992 casi), 30-39 kg (604 casi) e oltre 40 kg (258 casi). I maschi e le femmine sono stati analizzati separatamente, così come le varie età di sterilizzazione. Le patologie articolari esaminate erano: displasia dell'anca, lacerazione o rottura del legamento crociato craniale e displasia del gomito. I tumori erano invece: linfoma, mastocitoma, emangiosarcoma e osteosarcoma. Non vi è stato alcun aumento significativo della frequenza di uno o più tumori, rispetto ai cani interi, in nessuna categoria di peso. Tuttavia, nelle tre categorie di cani di peso pari o superiore a 20 kg, la sterilizzazione prima di 1 anno era generalmente significativamente associata a rischi di uno o più disturbi articolari superiori a quelli dei cani interi, comunemente a 3 volte il livello dei cani interi, con differenze di sesso nei gradi delle varie patologie articolari associate alla sterilizzazione. Per i cani nelle due categorie di peso <20 kg, non è stato riscontrato alcun aumento del rischio di disturbi articolari.

Mercoledì, 02 Settembre 2020 18:07

Analisi proteomica dello sperma dei suini

suisGli spermatozoi eiaculati sono esposti a diversi ambienti prima di incontrare l'ovocita. Tuttavia, il modo in cui il proteoma dello sperma cambia durante questo tragitto è poco conosciuto. Questo studio mirava ad identificare i cambiamenti del proteoma dello sperma del verro dopo l'incubazione con fluidi riproduttivi maschili (plasma seminale, SP) e / o femminili (fluido uterino, UF; e fluido oviduttale, OF).

Sono stati analizzati i seguenti gruppi sperimentali: (1) SP: sperma + 20% SP; 2) UF: sperma + 20% UF; 3) DI: sperma + 20% DI; 4) SP + UF: sperma + 20% SP + 20% UF; e (5) SP + OF: sperma + 20% SP + 20% OF.

cholitisLa malattia infiammatoria intestinale canina (IBD) è una malattia intestinale cronica su base immunomediata, risultato della complessa interazione tra fattori genetici, ambientali e immunitari. Le diete idrolizzate sono utilizzate nei cani con diarrea responsiva alla dieta (FRD) per ridurre le risposte avverse alle proteine immunostimolanti. È stato precedentemente dimostrato che prebiotici (PRB) e glicosaminoglicani (GAG) abbiano un’attività antinfiammatoria della mucosa intestinale. In particolare, le diete idrolizzate combinate con la somministrazione di PRB e GAG offrono un approccio promettente per il trattamento dell'IBD canina. Lo scopo di questo studio era quello di indagare gli effetti della dieta idrolizzata e del co-trattamento GAG + PRB sul metaboloma sierico dei cani con IBD.

I cani con IBD hanno ricevuto in modo casuale una dieta idrolizzata integrata con GAG e PRB (trattamento 1) o solo dieta idrolizzata (trattamento 2) per 10 settimane. È stata utilizzata la spettrometria di massa per quantificare i cambiamenti del metaboloma sierico prima e dopo il trattamento e tra il trattamento 1 e 2. Per identificare le differenze tra i gruppi di trattamento sono state utilizzate: analisi dei componenti principali (PCA), analisi discriminante dei minimi quadrati parziali (PLS-DA), analisi gerarchica dei cluster (HCA) e statistiche univariate.

Pagina 14 di 15

VET Channel

eveditoria Editoria Scientifica

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.