Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7311 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Michele Tumbarello Med Vet PhD student

Michele Tumbarello Med Vet PhD student

laminitis horseLa disregolazione dell'insulina (ID) è un fattore di rischio chiave per lo sviluppo della laminite endocrinopatica equina, ma in molti casi l'ID può essere valutata con precisione solo utilizzando test dinamici. L'identificazione di altri biomarker potrebbe fornire un metodo diagnostico alternativo o aggiuntivo, per consentire un intervento profilattico prima che si sviluppi la laminite. Il presente studio ha caratterizzato il metaboloma dei pony alimentati con una dieta ricca di zuccheri con diversi gradi di ID, utilizzando campioni di plasma basale e postprandiale ottenuti durante uno studio precedente, che ha esaminato il potere predittivo dei livelli di insulina nel sangue per lo sviluppo della laminite.

E’ stato pertanto utilizzato un test metabolomico mirato per 10 campioni di pony pre-laminitici (PL – pazienti che successivamente hanno sviluppato laminite) e 10 non laminitici (NL – pazienti che non hanno sviluppato laminite). 

illness catIn questo studio retrospettivo gli autori hanno confrontato le concentrazioni sieriche di tiroxina totale (tT4) in gatti critici ospedalizzati (CC) e gatti non ospedalizzati con malattie croniche non tiroidee (gruppo cronico, CG); inoltre, è stata valutata la relazione tra la concentrazione sierica di tT4 di CC e stato infiammatorio sistemico (sindrome da risposta infiammatoria sistemica (SIRS)), gravità della malattia (valutazione fisiologica e di laboratorio del paziente acuto (APPLEfast)) e prognosi.

Sono stati esclusi i gatti con malattie tiroidee precedentemente sospettate o diagnosticate. La tT4 sierica è stata valutata in campioni di siero stoccati al momento del ricovero per CC e CG. Il punteggio APPLEfast del gruppo CC è stato calcolato all'ammissione. La sindrome da risposta infiammatoria sistemica (SIRS) nei CC è stata determinata utilizzando i criteri proposti. I gatti sono stati divisi in sopravvissuti e non sopravvissuti in base all’esito della dimissione.

osteoartriteL'osteoartrite (OA) è una delle principali cause di dolore cronico nei cani. Tuttavia, la patogenesi dell'OA canina non è stata completamente compresa. 

Gli autori dello studio hanno voluto pertanto indagare in modo completo i livelli di espressione di mRNA di citochine proinfiammatorie, mediatori dell'infiammazione, fattore di crescita delle cellule nervose e il suo recettore, metalloproteinasi di matrice nella sinovia di cani con OA spontanea; l’altro obiettivo degli autori era chiarire le relazioni tra il livello dei suddetti mediatori con la gravità della sinovite. 

Mercoledì, 17 Febbraio 2021 11:59

Criptorchidectomia nei piccoli ruminanti

criptochidectomiaGli autori dello studio hanno voluto descrivere la procedura di criptorchidectomia nei piccoli ruminanti con l’utilizzo di un approccio chirurgico paramediano caudale.

Nello studio sono state incluse retrospettivamente 20 pecore e 9 capre. Sono stati valutati i dati relativi al segnalamento, complicanze peri e postoperatorie e il grado di soddisfazione del proprietario.

Sabato, 13 Febbraio 2021 18:53

Sequestro corneale nella specie felina

corneal sequestraGli autori dello studio avevano l’obiettivo di riportare i risultati clinici di diversi trattamenti chirurgici utilizzati per gestire il sequestro corneale felino. 

Sono state pertanto valutate retrospettivamente le cartelle cliniche di 172 gatti affetti da sequestri corneali felini e gestiti chirurgicamente con diverse tecniche. Inoltre, sono stati registrati dati relativi a: segnalamento, tecnica chirurgica, risultati visivi, chiarezza corneale postoperatoria e recidiva sono stati valutati.

aortic archGli autori di questo studio hanno voluto riportare la diagnosi, il trattamento e l'outcome dei cani con arco aortico destro persistente (PRAA) con un'arteria succlavia sinistra aberrante (SLA) sottoposti a chirurgia toracoscopica.

Sono stati inclusi nello studio 5 cani sottoposti a toracoscopia per PRAA con SLA presso un ospedale di riferimento. Sono stati registrati segnalamento, segni clinici, dati di diagnostica per immagini, approccio chirurgico, complicanze ed outcome a breve e lungo termine.

cuore caviaGli autori di questo studio avevano l’obiettivo di riportare valori ecocardiografici delle cavie sane.

Nello studio sono state incluse 22 cavie domestiche sane e coscienti. I pazienti sono stati sottoposti ad esame ecocardiografico completo. In particolare, sono state misurate: le dimensioni del ventricolo sinistro (VS), del ventricolo destro, dell'atrio sinistro e della radice aortica, le velocità del flusso anterogrado attraverso le valvole mitrale, aortica e polmonare. Inoltre, sono stati valutati anche gli effetti dell'età, del peso corporeo, del sesso e della frequenza cardiaca su queste variabili.

TC linfoAd oggi, risulta difficile valutare la linfoadenopatia intra-toracica felina da lieve a moderata tramite il solo studio radiografico del torace. Su questo tema sono stati condotti studi circa l’utilizzo della tomografia computerizzata (TC). Tali studi però tralasciavano alcune importanti caratteristiche riguardanti gli animali sottoposti alla procedura e le impostazioni tecniche della TC. Pertanto, questo studio mirava a indagare l'effetto di fattori interni (derivanti dagli animali) e fattori esterni (legati alla procedura TC) sull’interpretazione TC dei linfonodi intra-toracici nella specie felina.

Nello studio sono stati inclusi 24 gatti clinicamente sani. I pazienti sono stati dapprima classificati in tre gruppi in base all'età, poi sono stati sottoposti a TC pre- e post-contrasto per l'intero torace, seguita da valutazione inter-gruppo e confronto dei linfonodi sternali, mediastinici cranici e tracheobronchiali.

pessiNegli ultimi anni le tecniche di gastropessi assistita per via laparoscopica ed endoscopica si sono dimostrate efficaci. Grazie alla minima invasività, alla bassa morbilità e al rapido recupero, le tecniche di gastropessi laparoscopica totale stanno guadagnando grande popolarità. 

L'obiettivo di questo studio era descrivere l'uso di una tecnica minimamente invasiva modificata per eseguire la gastropessi profilattica nei cani. 

cisti cavalloNegli ultimi 30 anni, sono stati proposti diversi trattamenti per trattare le lesioni cistiche subcondrali (SCLs), ma non sono stati condotti studi randomizzati per confrontare metodi diversi e non vi è quindi consenso sul trattamento migliore.

Gli autori di questo studio retrospettivo, pertanto, avevano l’obiettivo di valutare un impianto riassorbibile biocompatibile per il trattamento di SCLs in cavalli giovani in diverse sedi anatomiche.

Pagina 10 di 20

VET Channel

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares
0
Shares