Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7663 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Michele Tumbarello Med Vet PhD student

Michele Tumbarello Med Vet PhD student

musictherapyGli autori di questo studio miravano a valutare l'uso di due diversi tipi di musica - musica specifica per gatti e musica classica - rispetto a nessuna musica, nella riduzione dello stress dei gatti durante il ricovero.

Trentacinque gatti ricoverati in ospedale sono stati divisi casualmente in tre gruppi e ogni gruppo ha ricevuto uno stimolo diverso nel corso dell’ospedalizzazione: musica specifica per gatto, musica classica o nessuna musica (gruppo controllo). Sono stati documentati la frequenza respiratoria, il cortisolo salivare e l'interazione sociale dei pazienti inclusi. Un ricercatore in cieco ha eseguito il Cat Stress Score (CSS) durante l'analisi video delle registrazioni in cinque momenti specifici nelle 31 ore di ricovero.

sertoliomaI tumori delle cellule del Sertoli sono tra le più comuni neoplasie testicolari del cane. Questi tumori hanno una probabilità significativamente maggiore di insorgere nei cani criptorchidi e sono spesso tumori funzionali che secernono estrogeni e che possono portare a tossicità ematologica. L'obiettivo di questo studio era descrivere l'outcome di 7 cani cani con soppressione del midollo osseo indotta da estrogeni secondaria a tumori delle cellule di Sertoli. 

Le cartelle cliniche dal 1 aprile 2011 al 1 aprile 2021 sono state revisionate al fine di identificare i cani sottoposti a gestione chirurgica di un tumore delle cellule del Sertoli con soppressione del midollo osseo documentata. 

Giovedì, 13 Gennaio 2022 17:17

Reperti TC dell'apparato urinario del coniglio

reni TC rabbitCi sono pochi studi che descrivono le caratteristiche del tratto urinario nei conigli utilizzando la tomografia computerizzata multidetettore (TC). Lo scopo degli autori di questo studio era di descrivere l'aspetto TC e le caratteristiche principali del tratto urinario dei conigli da compagnia sani. 

Ventitré conigli sono stati sottoposti a TC semplice e con mezzo di contrasto in anestesia generale. 

meloxicamI farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) sono usati raramente nei gatti a causa delle ripercussioni che possono avere sulla funzionalità renale; tuttavia, studi recenti hanno dimostrato la tollerabilità del meloxicam a basse dosi. Il toceranib fosfato è usato per trattare diversi tumori felini ed è ben tollerato. Gli autori di questo studio miravano a determinare la tollerabilità e le caratteristiche degli eventi avversi della combinazione di toceranib e meloxicam a basse dosi nei gatti affetti da cancro. Gli obiettivi secondari riguardavano la valutazione dell'efficacia antitumorale e dell'impatto sulla qualità della vita e sull'analgesia.

Nello studio sono stati inclusi i gatti con qualsiasi tumore che non coinvolgesse i reni. Lo studio ha adottato un disegno convenzionale di escalation della dose 3 + 3. Toceranib è stato somministrato a giorni alterni a una dose standard con meloxicam somministrato in modo crescente a una dose iniziale di 0,01 mg/kg in giorni opposti a toceranib, fino a un massimo di 0,02 mg/kg al giorno, in base a precedenti studi di sicurezza. I dati di laboratorio, la pressione sanguigna, le dimensioni del tumore, il punteggio del dolore e le indagini sulla qualità della vita completate dal proprietario sono state registrate ogni 2-4 settimane durante il periodo di studio di 12 settimane.

shunt dogGli obiettivi degli autori dello studio erano quelli di identificare le caratteristiche cliniche, i fattori prognostici e l'outcome a lungo termine di cani con shunt portosistemici acquisiti multipli (MAPSS) e determinare se il tempo di sopravvivenza fosse associato alla precedente attenuazione dello shunt portosistemico.

Tra agosto 2018 e gennaio 2000 sono state revisionate le cartelle cliniche dei cani in cui erano stati diagnosticati MAPSS; di tali pazienti sono state registrate informazioni inerenti: segnalamento, dati anamnestici e diagnostici, management gestionale e terapeutico e l’outcome.

pain horseIl comportamento pericoloso è considerato un tratto indesiderato, spesso attribuito a cavalli caratterizzati da addestramento o di cattivo umore. Sfortunatamente, i cavalli con segni progressivi di comportamento pericoloso vengono spesso sottoposti ad eutanasia a causa delle preoccupazioni per la sicurezza del fantino e delle limitazioni nelle prestazioni. Tuttavia, questo comportamento pericoloso può effettivamente derivare da dolore scheletrico assiale cronico. La serie di casi qui riportata descrive la storia medica e clinica dei cavalli presentati per limitazioni delle prestazioni e comportamenti pericolosi ritenuti correlati al dolore scheletrico assiale non trattabile.

Nello studio sono stati inclusi 14 cavalli che hanno sviluppato gravi limitazioni delle prestazioni con conseguente eutanasia. Su tutti i cavalli sono stati eseguiti un esame spinale completo e risposte comportamentali, andatura e valutazioni neurologiche, diagnostica per immagini, esami di patologia clinica e istopatologici macroscopici dello scheletro assiale. È stata formulata una diagnosi provvisoria della regione spinale interessata utilizzando cartelle cliniche, dettagli anamnestici del proprietario e dell'istruttore e riscontri dell'esame ante-mortem. Le regioni spinali selezionate sono state ulteriormente esaminate con valutazioni macroscopiche e istopatologiche dei tessuti ossei, molli e nervosi associati.

calcoli gattoLo scopo degli autori di questo studio era confrontare l’outcome dei gatti sottoposti a cistotomia aperta con quelli sottoposti a chirurgia mininvasiva (MIS) per la rimozione dei calcoli; l’outcome è stato oggettivato mediante l'utilizzo di uno score.

Ventotto gatti sono stati arruolati retrospettivamente e divisi in due gruppi: cistotomia aperta (n = 14) e MIS (n = 14). L’outcome primario era rappresentato da un punteggio composito, comprendente tre variabili: punteggi del dolore ⩾2 a 6 o 12 ore dopo l'intervento; mancata rimozione di tutti i calcoli come determinato dalle radiografie postoperatorie; e complicanze postoperatorie che richiedevano una visita in ospedale aggiuntiva e separata rispetto all'appuntamento programmato per la rimozione della sutura. Altri dati raccolti includevano segnalamento, anamnesi, altre procedure eseguite durante l'anestesia, valutazione dell’appetito del paziente nel postoperatorio e il costo finanziario delle procedure.

Nello studio sono stati inclusi i cani che sono stati sottoposti a escissione di ≥ 1 MCT, STS o entrambi da gennaio 2014 a luglio 2019 e hanno avuto un follow-up postoperatorio ≥ 30 giorni. Di tutti i pazienti sono stati registrati dati relativi a: segnalamento, tempo di anestesia e chirurgia, somministrazione di propofol, tipologia, grado, posizione e dimensione del tumore, margini chirurgici previsti, margini istologici, radioterapia perioperatoria, chemioterapia e trattamenti con corticosteroidi e antistaminici (gruppo MCT) e le complicanze incisionali (classificate come maggiori o minori). Le informazioni di follow-up sono state ottenute, ove necessario, dai proprietari o dai veterinari curanti. L'incidenza e la gravità delle complicanze incisionali sono state confrontate tra i gruppi MCT e STS. I potenziali fattori di rischio sono stati valutati per associazioni con complicanze incisionali mediante analisi di regressione logistica semplice e multipla.

Complessivamente, sono stati 218 i cani sottoposti a intervento chirurgico per la rimozione di 293 tumori (209 MCT e 84 STS). I tassi di complicanze non differivano tra i gruppi MCT (28/209 [13%]) e STS (12/84 [14%]). Per il gruppo MCT, i margini incompleti (vs completi o ristretti), l'aumento del grado di Patnaik del tumore e la chemioterapia postoperatoria (sì vs no) sono stati associati ad un aumento delle probabilità di complicanze incisionali. Sulla regressione logistica multipla, la chemioterapia postoperatoria è stata associata ad un aumento delle probabilità di complicanze incisionali per il gruppo MCT e per i gruppi combinati.

vacca temperamentoIl temperamento è spesso definito come l'espressione comportamentale degli animali in risposta all'interazione umana. Il temperamento del bestiame può essere valutato utilizzando un'associazione tra il punteggio dello scivolo e la velocità di uscita, classificando i bovini come soggetti con temperamento adeguato o eccitabile. 

Per valutare gli impatti del temperamento sui vari sistemi di carne bovina, in questo studio, questi criteri di valutazione sono stati associati ai parametri produttivi e riproduttivi dei bovini influenzati da Bos taurus e B. indicus. 

rinofaringe caviaLe malattie respiratorie risultano alquanto comuni nelle cavie domestiche (Cavia porcellus). Trattandosi di respiratori nasali obbligati, la malattia delle vie aeree superiori può provocare in questa specie quadri dispnoici significativi. La stenosi rinofaringea, in particolare, viene definita come un restringimento luminale del rinofaringe, che si estende dalla coana al margine caudale del palato molle. Questa condizione può essere acquisita o congenita ed è già stata diagnosticata in altre specie. Tuttavia, la stenosi rinofaringea non è stata precedentemente descritta nelle cavie domestiche.

Quattro cavie sono state portate a visita per segni respiratori superiori cronici e ricorrenti tra cui stertore, secrezione oculonasale, tachipnea e dispnea. All'esame fisico, tutti e quattro gli animali presentavano segni indicativi di malattia delle vie aeree superiori. In tutti i 4 casi, la stenosi rinofaringea è stata identificata in corrispondenza della parte rostrale del rinofaringe, a livello della coana, tramite tomografia computerizzata (TC). L'otite media era presente anche in tre dei quattro casi. 

Pagina 11 di 37

VET Channel

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares
0
Shares