Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6771 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Eleonora Malerba Med Vet PhD

Eleonora Malerba Med Vet PhD

Domenica, 29 Marzo 2020 20:06

Restrizione dietetica nel gatto

catobesepesaUna possibile soluzione per prevenire l'obesità nei gatti è quella di controllare e limitare l’apporto calorico.

L'obiettivo di questo studio era quello di chiarire l'impatto della riduzione delle calorie sul comportamento alimentare dei gatti.

midline celiotomyL’obiettivo di questo studio era quello di confrontare tra loro tre tecniche di chiusura del tessuto sottocutaneo in 297 gatti sottoposti a celiotomia della linea mediana per intervento di ovarioisterectomia (n = 280) o per altre procedure addominali (n = 17). Il confronto prevedeva la valutazione di eventuali complicazioni a carico del sito chirurgico e il controllo del dolore.

I gatti sono stati assegnati in maniera randomizzata a una delle tre tecniche di chiusura del sottocute: apposizione continua semplice con ancoraggio alla fascia recti tramite sutura di Cushing (n = 108, gruppo A); apposizione continua semplice (n = 94, gruppo B); nessuna sutura sottocutanea (n = 95, gruppo C). Venivano valutati i seguenti aspetti: l'incidenza di formazione di un sieroma, il dolore postoperatorio e l’infezione o deiscenza del sito chirurgico. Il follow-up è stato effettuato a 10 e 30 giorni dopo l'intervento.

Domenica, 29 Marzo 2020 19:43

Torsione testicolare in un coniglio

contorstestNei mammiferi domestici la torsione testicolare nei soggetti criptorchidi è una complicazione relativamente comune ma, attualmente, mai segnalata nel coniglio.

In questo case report viene descritto il caso di un coniglio olandese di 7 anni portato in visita per anoressia improvvisa e letargia. Cinque anni prima gli era stato diagnosticato un criptorchidismo monolaterale, ma il proprietario aveva rifiutato il trattamento chirurgico.

desloratI fibroadenomi mammari sono uno dei tumori più comuni nelle femmine di ratto (Rattus norvegicus forma domestica).

L’obiettivo di questo studio era quello di determinare se la somministrazione di un impianto sottocutaneo di deslorelina a seguito dell'asportazione di un fibroadenoma potesse prevenire o ritardare lo sviluppo di successivi tumori mammari e aumentare la sopravvivenza nei ratti da compagnia.

Domenica, 29 Marzo 2020 19:29

Insulinoma in una cavia

insulcaviaNelle cavie gli insulinomi sono scarsamente documentati.

In questo case report viene descritto il caso di una cavia femmina di 2,5 anni con grave ipoglicemia, head tilt, debolezza, perdita di peso, ipotermia e con una struttura intra-addominale evidenziata all’esame radiografico.

Domenica, 29 Marzo 2020 19:20

Artropatia degenerativa nella specie felina

DJDL’obiettivo di questo studio era quello di elaborare una checklist, utile da un punto di vista clinico e basata sull'evidenza, al fine di identificare i gatti che manifestano dolore associato ad artropatia degenerativa (DJD, degenerative joint disease).

A questo scopo sono stati utilizzati i dati estrapolati da studi precedenti in cui il criterio per standardizzare l’outcome consisteva in una serie definita di domande. Questi studi erano uno studio di prevalenza (in cui i proprietari non erano informati della DJD) e studi terapeutici (in cui i proprietari erano consapevoli della DJD). Per ogni gatto e per ogni domanda, i punteggi di risposta sono stati convertiti in "alterati" e "non alterati". Infine, in base al dolore ortopedico e al punteggio radiografico della DJD, i gatti sono stati oggettivamente classificati come "dolore da DJD" e "non-DJD". Questi dati binari sono stati confrontati tra fenotipi di gatto (dolore da DJD e non-DJD) al fine di identificare quali domande comprese nella lista avessero la sensibilità e la specificità più elevate. Queste domande sono state quindi selezionate in modo da ricavarne una checklist ottimizzata in termini di lunghezza, sensibilità e specificità.
La checklist così ottenuta è stata testata su una popolazione di gatti al fine di valutarne le performance nell’identificare i gatti con dolore da DJD.

postmweapigI folati (vitamina B9) e la cobalamina (vitamina B12) svolgono un ruolo importante nel metabolismo degli aminoacidi, nella sintesi dell'acido nucleico e nel trasferimento del gruppo metile. Due enzimi intracellulari, la metionina sintasi e la metilmalonil-CoA mutasi, sono rispettivamente folati e/o cobalamina-dipendenti. A livello cellulare, la carenza di folati e cobalamina porta all'accumulo di omocisteina sierica (HCY) e la carenza di cobalamina porta ad un aumento delle concentrazioni di acido metilmalonico (MMA). Le concentrazioni sieriche di HCY e MMA possono influenzare il metabolismo degli aminoacidi e la sintesi di acido nucleico nei suini.

L’obiettivo di questo studio era quello di valutare le concentrazioni sieriche di folati, cobalamina, HCY e MMA nei suini post-svezzamento tra le 6 e le 26 settimane di età.

Venerdì, 20 Marzo 2020 09:14

Cistoscopia transuretrale nel cane

cisttransvaLe infezioni del tratto urinario (UTI, urinary tract infection) sono comuni nelle femmine e, quando ricorrenti, richiedono spesso un'indagine mediante cistoscopia transuretrale.

L’obiettivo di questo studio retrospettivo era quello di descrivere i reperti cistoscopici in 53 cani presentati per infezioni ricorrenti del tratto urinario.

Venerdì, 20 Marzo 2020 09:05

Degenerazione corticale cerebellare

DCCLa degenerazione corticale cerebellare (CCD, cerebellar cortical degeneration) è una condizione caratterizzata dalla morte prematura dei neuroni cerebellari e riconosce un’eziologia eterogenea. La CCD è stata osservata infrequentemente come complicazione neurologica in corso di alcune neoplasie.

In questo report è descritto il primo caso di possibile degenerazione corticale cerebellare paraneoplastica associata a linfoma del SNC e/o infezione da FeLV.

Martedì, 17 Marzo 2020 21:45

Problemi comportamentali nel cane

fearful 4Nella specie canina, i comportamenti problematici riflettono problemi di benessere. Uno dei problemi comportamentali più diffusi che causa angoscia ai cani è la paura sociale, intendendo sia la paura nei confronti di altri individui della stessa specie che di persone estranee alla famiglia in cui vivono.

L’obiettivo di questo studio era quello di identificare eventuali fattori demografici e ambientali associati alla paura nei confronti di altri cani e di sconosciuti.

Pagina 1 di 44

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.