Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6538 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Eleonora Malerba Med Vet PhD

Eleonora Malerba Med Vet PhD

rigurgL’obiettivo di questo studio era quello di indagare l'efficacia profilattica della somministrazione preoperatoria di maropitant e metoclopramide nel prevenire il reflusso gastroesofageo (RGE) clinico postoperatorio nel cane, e identificare i fattori di rischio per il RGE.

Lo studio ha coinvolto 93 cani sottoposti a chirurgia, assegnati in modo casuale a due gruppi: il gruppo di intervento, all’interno del quale i cani ricevevano maropitant e metoclopramide nel periodo preoperatorio; il gruppo di controllo, all’interno del quale i cani non ricevevano tale trattamento. Sono stati registrati i casi di RGE e sono state indagate le variabili associate al suo sviluppo.

Mercoledì, 04 Settembre 2019 07:38

Frammenti osteocondrali nel cavallo

L’obiettivo di questo studio retrospettivo era quello di descrivere la presenza di frammenti nell'articolazione interfalangea prossimale dorsale e indagare le prestazioni di corsa in piano dopo il trattamento chirurgico.

Sono stati inclusi 39 cavalli da corsa sottoposti a rimozione artroscopica di frammenti osteocondrali dall’articolazione interfalangea prossimale dorsale e 169 fratelli di madre matchati per età e sesso. Le prestazioni atletiche sono state confrontate tra i soggetti trattati e i rispettivi fratelli.

Domenica, 01 Settembre 2019 20:36

Trauma faringeo nel bovino

farinxLa caratterizzazione dei segni clinici, la risposta al trattamento e la prognosi possono essere informazioni utili per il processo decisionale nella valutazione dei bovini con trauma faringeo.

L’obiettivo di questo studio retrospettivo era quello di descrivere il segnalamento, l’anamnesi, i risultati delle indagini clinicopatologiche, endoscopiche, ultrasonografiche, radiografiche e post mortem, nonché i trattamenti e l’outcome dei bovini con diagnosi di perforazione/trauma faringeo.

brachisL’obiettivo di questo studio di coorte retrospettivo multicentrico era quello di sviluppare e validare uno score di rischio brachicefalico (BRisk, Brachycephalic Risk) preoperatorio che fosse efficace nel prevedere, in modo obiettivo e accurato, il rischio di complicazioni gravi o di morte in cani sottoposti a chirurgia correttiva per la sindrome brachicefalica.

La parte dello studio relativa allo sviluppo dello score ha previsto l’impiego di 233 cani, mentre la validazione dello score è stata effettuata su 50 cani.

sondino esI sondini esofagei costituiscono uno strumento essenziale per la gestione dei fabbisogni nutrizionali acuti e cronici dei pazienti disoressici.

L’obiettivo di questo studio retrospettivo condotto su 102 cani e 123 gatti era quello di fornire un resoconto descrittivo aggiornato delle complicazioni associate all’impiego del sondino esofageo nelle specie canina e felina; in secondo luogo sono stati indagati potenziali fattori prognostici al fine di determinare se alcuni pazienti presentino un rischio maggiore di sviluppare tali complicazioni.

jint cadfdyNel cavallo non è mai stata descritta la funzione del muscolo e del tendine popliteo. Nell'uomo, è considerato uno stabilizzatore della regione caudo-laterale del ginocchio e la sua funzione è strettamente correlata a quella del legamento collaterale laterale (LCL, lateral collateral ligament) e del menisco. Il tendine popliteo (TP) costituisce il principale attacco prossimale del muscolo popliteo al femore e nell'uomo sono state descritte delle variazioni del punto di inserzione. La conoscenza delle variazioni anatomiche è necessaria per la corretta interpretazione dei reperti di imaging e dei risultati dell’artroscopia.

In questo studio, per chiarire ulteriormente l'anatomia del TP equino, sono stati dissezionati entrambi gli arti posteriori di 30 cavalli. Analogamente all'uomo, il TP equino presentava 3 varianti (tipo I, II e III) a seconda del numero di branche che formano il tendine. Inoltre, l'area di inserzione variava potendo essere craniale (al di sotto) o caudale all'inserzione prossimale del LCL. Il TP, inoltre, ha sempre un’inserzione sul menisco laterale.

Giovedì, 01 Agosto 2019 23:17

Indagine italiana sulla leishmaniosi felina

cat leishL'infezione da Leishmania infantum, così come casi clinici di leishmaniosi, nei gatti sono stati recentemente segnalati in diversi paesi del bacino del Mediterraneo, con una grande variabilità relativamente ai dati di prevalenza. La difficoltà di confrontare tra loro i dati disponibili dipende dalle differenti tecniche diagnostiche impiegate e dalle popolazioni di gatti campionate.

Gli scopi di questo studio erano quello di indagare la prevalenza dell'infezione da L. infantum nei gatti di proprietà del territorio italiano attraverso test sierologici e molecolari e quello di identificare potenziali fattori di rischio.

dog black vmitL’obiettivo di questo studio era quello di valutare l'efficacia della somministrazione endovenosa di apomorfina per la rimozione di corpi estranei gastrici nel cane.

Sono stati inclusi nello studio 495 cani con un corpo estraneo gastrico. Le informazioni raccolte dalle cartelle cliniche includevano il segnalamento, il tipo di corpo estraneo ingerito, il tempo intercorso tra l'ingestione e la rimozione del corpo estraneo, la dose e il numero di dosi di apomorfina somministrate, se l'emesi si è verificata e se è stata efficace nel rimuovere con successo il corpo estraneo. Tali dati descrittivi sono stati confrontati tra cani in cui la rimozione del corpo estraneo è avvenuta o meno con successo.

Domenica, 21 Luglio 2019 13:43

Malattia delle basse vie urinarie del gatto

flutd 133La malattia delle basse vie urinarie del gatto (FLUTD, feline lower urinary tract disease) causa segni clinici quali stranguria, pollachiuria, ematuria, vocalizzazioni e periuria. In molti soggetti questa condizione tende spesso a recidivare.

L'obiettivo principale di questo studio era quello di indagare il decorso a lungo termine dei gatti presentati per FLUTD in termini di tasso di recidiva e mortalità.

Domenica, 21 Luglio 2019 13:34

Blefarite nel cane

blefariteLa blefarite è un reperto comune nei cani con dermatopatie.

In questo studio prospettico sono stati indagati i segni clinici e le patologie sottostanti in cani con semplice blefarite e in cani con blefarite e dermatite perioculare (DPO). Gli obiettivi erano quelli di stabilire una definizione per la blefarite e per la DPO, di valutare i sintomi clinici e le sottostanti patologie cutanee associate alla blefarite e di documentare le conseguenze della blefarite sulla produzione lacrimale.

Pagina 2 di 32

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.