Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6614 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Eleonora Malerba Med Vet PhD

Eleonora Malerba Med Vet PhD

Giovedì, 17 Gennaio 2019 19:44

Tumori testicolari nel coniglio domestico

rabbit testicular cancer 1024x768Gli obiettivi di questo studio trasversale erano: (1) determinare, nell’ambito dei tumori a cellule interstiziali (TCI), la prevalenza dei tumori testicolari a cellule granulari (TCG) usando la colorazione PAS(Periodic acid-Schiff, acido periodico – reattivo di Schiff) e (2) valutare il ruolo dei criteri morfologici e l'espressione immunoistochimica di Ki-67 e p53 nel prognosticare le TCI nei conigli domestici.

Trenta TCI di conigli domestici sono stati sottoposti a indagine istologica, immunoistochimica per la proteina p53 e l’antigene Ki-67, e alla colorazione PAS.

Mercoledì, 16 Gennaio 2019 00:24

Ipertiroidismo nella cavia

imagesNello studio sono state selezionate 40 cavie con un valore di tiroxina totale (TT4) > 66,9 nmol/l di cui sono stati raccolti i dati relativi ai segni clinici, alla terapia e alla sua efficacia.

Diciotto di questi soggetti erano maschi, 7 dei quali castrati; 21 erano femmine intere e di un esamplare non era noto il sesso. Il riscontro di un aumento del TT4 ematico era più frequente nelle cavie anziane e l'età media dei soggetti colpiti era di 5 anni. Il sintomo clinico più rilevante era la perdita di peso associata ad un appetito mantenuto o aumentato. I due terzi degli animali avevano masse palpabili nella regione ventrale del collo, considerate di pertinenza della tiroide, ma tali masse non erano correlate con aumentate concentrazioni di TT4 nel sangue.

Mercoledì, 16 Gennaio 2019 00:15

Tasso di filtrazione glomerulare nel gatto

gattoLe formule per calcolare il tasso di filtrazione glomerulare stimato (GFRs, Glomerular Filtration Rate stimato) sono comunemente utilizzate in medicina umana per fornire una valutazione più accurata del GFR rispetto a quella ottenuta con la semplice misurazione della creatinina sierica.

L’obiettivo di questo studio trasversale era quello di validare una formula per il calcolo del GFRs che prenda in considerazione la concentrazione della creatinina sierica.

downloadGli autori di questo studio prospettico ipotizzano che il test di stimolazione con ACTH a basse dosi (1 μg/kg) fornisca dei risultati comparabili al test di stimolazione con ACTH a dosi standard (5 μg/kg). Inoltre, gli autori ipotizzano che nel cane esista una carenza parziale di ACTH responsabile di sintomi gastroenterici cronici intermittenti, e che il test di stimolazione a basse dosi abbia una sensibilità maggiore nell’identificazione di questo deficit parziale di ACTH.

Lo studio ha incluso 31 cani con sospetto ipoadrenocorticismo. Ciascun soggetto è stato inizialmente sottoposto al test impiegando la dose di 1 μg/kg di cosintropina IV e, a distanza di 4 ore, allo stesso test somministrando una dose pari a 5 μg/kg. La quantificazione dell’ACTH endogeno è stata effettuata dal primo campione di sangue della giornata.

Lunedì, 14 Gennaio 2019 10:03

Caratteristiche della pancreatite felina

pancreatiteL’obiettivo di questo studio retrospettivo era quello di descrivere le caratteristiche cliniche, gli esiti degli esami di imaging e di laboratorio, potenziali marker prognostici e l’outcome di una coorte di 157 gatti ricoverati per pancreatite.

La diagnosi di pancreatite era emessa sulla base di alterazioni ecografiche, una positività al test SNAP dell’immunoreattività della lipasi pancreatica felina, un aumento dell'attività dell'1,2-O-dilauril-rac-glicerol-acido glutarico-(6'-metilresorufina) estere o una combinazione di questi.

CBIl test di stimolazione con ACTH per la diagnosi di iperadrenocorticismo prevede anche la misurazione del cortisolo basale (CB) ma, attualmente, non esistono indicazioni sull'interpretazione di tale parametro.

L’obiettivo di questo studio era quello di definire se la concentrazione del CB, nell’ambito del test di stimolazione, rivesta un ruolo nella diagnosi di iperadrenocorticismo.

PRPIl processo di guarigione delle ferite localizzate nelle estremità distali degli arti del cavallo è difficile.

Lo scopo di questo studio era quello di valutare l'effetto dell'applicazione del plasma ricco di proteine (PRP) autologo, del PRP omologo e del PRP gel autologo sul processo di cicatrizzazione delle ferite localizzate nella parte distale degli arti del cavallo.

chubbyL'importanza di associare l'esercizio fisico alla terapia dietetica per la gestione degli equidi obesi non è chiaramente compresa.

L’obiettivo di questo studio era quello di indagare l'effetto ottenuto associando un esercizio fisico di bassa intensità alla restrizione dietetica sulla sensibilità all'insulina (SI) e sulle concentrazioni di adipochina nel plasma in 24 tra cavalli e poni con body condition score (BCS) ≥ 7.

vaxSecondo studi pubblicati, una percentuale variabile tra il 25,0% e il 92,8% dei gatti adulti hanno anticorpi contro il virus della panleucopenia felina (FPV, feline panleukopenia virus), presupponendo una loro probabile protezione contro l'infezione sostenuta da questo virus. Tuttavia, non è noto come gatti adulti sani, con diversi titoli anticorpali, reagiscano alla vaccinazione anti-FPV.

Gli scopi dello studio erano quello di misurare i titoli anticorpali in gatti adulti sani entro un periodo di 28 giorni dalla vaccinazione contro il FPV e quello di indagare eventuali fattori associati ad una risposta inadeguata alla vaccinazione.

Domenica, 16 Dicembre 2018 22:09

Trombocitopenia immunomediata primaria nel cane

pltL’obiettivo dello studio era quello di determinare l'incidenza di recidiva dopo la dimissione nei cani con diagnosi di trombocitopenia immunomediata presunta primaria, individuare eventuali fattori di rischio associati alla recidiva e valutare se l'uso indefinito di farmaci immunosoppressivi influenzasse il rischio di recidiva.

Sono stati identificati un totale di 45 cani con diagnosi di trombocitopenia immunomediata sospetta primaria che sono stati trattati e monitorati per almeno un anno. L’89,6% dei pazienti è sopravvissuto alla dimissione, di cui il 31% ha avuto una recidiva dopo la dimissione. Il tempo mediano dalla diagnosi alla recidiva è stato di 79 giorni. Dei cani che hanno avuto una recidiva, il 50% ha avuto almeno un'ulteriore recidiva. Non c'era alcuna differenza in età, peso corporeo, sesso, razza, conta piastrinica al momento dell’ammissione, nadir del PCV (packed cell volume) durante l'ospedalizzazione, incidenza della melena o trattamento iniziale tra il gruppo di soggetti in cui la trombocitopenia immunomediata ha recidivato e quello in cui ciò non è avvenuto. Nel gruppo in cui la patologia ha recidivato, il tempo necessario per il ripristino della conta piastrinica era significativamente più lungo e questi pazienti avevano una maggiore probabilità di essere sottoposti ad una trasfusione di sangue.

Pagina 18 di 36

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.