Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6544 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Eleonora Malerba Med Vet PhD

Eleonora Malerba Med Vet PhD

gatto obesoL’obiettivo di questo studio condotto sulla specie felina era quello di indagare l’associazione tra il body condition score (BCS) e alcune condizioni patologiche di cui è stata dimostrata una correlazione con il sovrappeso e/o con l’obesità, quali il diabete mellito, disturbi dermatologici e ipertensione.

Nello specifico, sono state prese in esame 21 condizioni patologiche, di cui è riconosciuta una predisposizione legata alle condizioni corporee, e sono state messe in correlazione con il BCS (usando la scala a 9 punti).

castrazioneNonostante la castrazione sia un intervento di routine, le complicazioni che possono insorgere e quali siano le misure preventive per evitarle non è attualmente noto.

Uno studio prospettico multicentrico ha determinato l’incidenza di complicazioni e i fattori di rischio associati alla castrazione nella specie equina.

rabbitLe malattie cardiache congenite sono state descritte raramente nei conigli. In questo case report sono descritte le caratteristiche cliniche, radiografiche ed ecocardiografiche in corso di difetto parziale del setto atrioventricolare in un coniglio domestico.

Un coniglio maschio vaccinato di 3 mesi di età e di 380 grammi di peso corporeo è stato portato a visita per ridotta attività, aumento della frequenza respiratoria, anoressia e ridotta produzione fecale della durata di 2 giorni.

OHE gattaL'obiettivo di questo studio prospettico randomizzato era quello di valutare l'effetto analgesico intraoperatorio dell'infiltrazione preoperatoria del sito di incisione con lidocaina o con una combinazione di lidocaina e bupivacaina in 75 gatte sottoposte a ovarioisterectomia (OHE).

In fase preoperatoria le gatte sono state suddivise in 3 gruppi di trattamento (25 soggetti per gruppo) a seconda del tipo di anestesia locale effettuata nel sito di incisione: lidocaina 1,5 mg/kg (gruppo L), lidocaina 1 mg/kg + bupivacaina 1 mg/kg (gruppo L+B) oppure soluzione fisiologica (gruppo placebo). Durante l’intervento chirurgico tutte le gatte sono state sottoposte allo stesso protocollo anestesiologico che prevedeva la somministrazione di medetomidina-ketamina-buprenorfina e sono stati registrati i dati relativi a: pressione arteriosa, frequenza cardiaca e respiratoria, temperatura, tono muscolare e riflesso pupillare. Nella fase di risveglio è stata monitorata la comparsa o meno di effetti collaterali; l'analgesia postoperatoria prevedeva la somministrazione di 0,2 mg/kg di meloxicam. La maggior parte dei gatti è stata ricontrollata 2 settimane dopo l'intervento per rimuovere le suture cutanee.

birmanÈ noto che i gatti Birmani hanno valori di creatinina sierica più elevati rispetto ad altre razze feline. In questo contesto sarebbe utile individuare un parametro che, meglio della creatinina, consenta di valutare la malattia renale cronica.

L’obiettivo di questo studio era quello di valutare come fossero le concentrazioni di dimetilarginina simmetrica (SDMA, symmetric dimethylarginine) nei gatti Birmani clinicamente sani rispetto alla popolazione felina generale.

MPELa diagnosi antemortem di mieloencefalite protozoaria si basa sulla dimostrazione della presenza di anticorpi intratecali. Dal momento che questo test può associarsi ad una bassa specificità, alcuni sostengono che, in associazione alla sierologia, possano essere d’ausilio le proteine di fase acuta.

L’obiettivo di questo studio era quello di verificare se le concentrazioni sieriche di proteina C-reattiva (CRP) o di sieroamiloide A (SAA) fossero più elevate in corso di mieloencefalite protozoaria equina (MPE) rispetto ad altre malattie neurologiche.

Mercoledì, 24 Ottobre 2018 23:19

Confronto tra 3 soluzioni antisettiche nel cane

garzeUno studio clinico prospettico randomizzato ha confrontato l’efficacia antibatterica della soluzione contenente clorexidina gluconato 2%+etanolo 70% (C+E), della soluzione disinfettante F10 (F10) e dell’acqua elettrolizzata (AE, o acqua elettrochimicamente attivata), per la preparazione chirurgica dei pazienti.

Sono stati inclusi 115 cani sottoposti ad ovarioisterectomia, divisi in 3 gruppi (C+E, F10, AE). L’effetto antibatterico è stato valutato in 4 siti cutanei e in 4 tempi diversi: dopo la semplice preparazione della superficie cutanea, dopo la procedura antisettica, a 2 ore di distanza da questo secondo campionamento e alla fine della chirurgia. L’assenza di unità formanti colonia (UFC) è stata definita come “nessuna contaminazione”, la presenza di 1-12 UFC è stata definita come “bassa contaminazione” e, infine, la presenza di più di 12 UFC è stata definita come “alta contaminazione”.

Mercoledì, 24 Ottobre 2018 23:10

Ecografia toracica nei bovini con broncopolmonite

muccaL'ecografia toracica (ET) potrebbe essere utilizzata per stimare l'estensione e la gravità delle lesioni polmonari in corso di broncopolmonite (BP) nei bovini da carne.

In questo studio è stata valutata la concordanza inter-valutatore e l’affidabilità dei rilievi emersi dall’ET di bovini con e senza BP.

Mercoledì, 24 Ottobre 2018 23:03

Neurite ottica nel cane

ondL’obiettivo di questo studio era quello di descrivere le alterazioni riscontrate all’esame oftalmologico e neurologico in cani con neurite ottica, le cause responsabili di questa patologia e gli esiti del suo trattamento.

Sono stati raccolti 96 casi (20 unilaterali, 76 bilaterali) di neurite ottica, di cui 38 maschi e 58 femmine, con un'età media di 6,1 ± 3,0 anni (range 0,5-13 anni). Di questi pazienti, 74 sono stati presentati per la perdita della vista e 42 presentavano altre anomalie neurologiche concomitanti. Le alterazioni evidenziate all’esame del fondo dell’occhio includevano la sfumatura della testa del nervo ottico (n = 92), edema o distacco della retina a livello peripapillare (n = 37), emorragia retinica o vasodilatazione dei vasi retinici (n = 23) e focolai infiammatori multipli nella regione peripapillare (n = 13) . La neurite ottica retrobulbare è stata diagnosticata in quattro casi. Le diagnosi finali includevano: meningoencefalite multifocale ad eziologia sconosciuta (n = 35), neurite ottica isolata (n = 42), neoplasia (n = 10), infezione batterica (n = 6), infiammazione orbitale (n = 2) e sospetta tossicosi da ivermectina (n = 1). I cani con neurite ottica isolata erano più spesso di sesso maschile e di razza medio-grande rispetto ai cani con meningoencefalite ad eziologia sconosciuta. Il follow-up era noto in 72 casi, 50 dei quali sono rimasti ciechi, 10 hanno avuto un parziale miglioramento della vista e 12 hanno riacquisito la vista.

sesamoideoL'ecografia è dimostrato essere un test diagnostico per la valutazione dei cavalli con dolore al piede determinato da una sospetta patologia dell'apparato podotrocleare. Tuttavia, non sempre le alterazioni descritte in precedenza a carico del legamento sesamoideo distale sono state associate a zoppia.

L'obiettivo di questo studio prospettico, trasversale e descrittivo era quello di caratterizzare le variazioni dell'aspetto ecografico del legamento sesamoideo distale in cavalli sani utilizzando l'approccio transcuneale. Le immagini ecografiche sono state valutate relativamente a pattern, ecogenicità e spessore.

Pagina 19 di 33

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.