Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6544 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Eleonora Malerba Med Vet PhD

Eleonora Malerba Med Vet PhD

Martedì, 24 Luglio 2018 01:36

Approccio al paziente epilettico

Dog SeizureI cani che presentano per le prime volte crisi convulsive vengono generalmente portati a visita dal veterinario di base per una valutazione iniziale. La diagnosi più comunemente emessa è quella di epilessia idiopatica.

Assistere alle crisi convulsive è estremamente traumatico per i proprietari; è fondamentale che il veterinario conosca la classificazione delle convulsioni, abbia chiaro quando è necessario intraprendere una terapia e quando no, e sia capace di educare il proprietario riguardo le crisi e il modo in cui affrontarle.

seizureIl levetiracetam può essere usato per il controllo delle crisi convulsive, da solo o in combinazione con altri farmaci antiepilettici. Uno studio precedente, condotto su cani sani, ha determinato la dose di levetiracetam somministrata per via rettale necessaria per ottenere la minima concentrazione target a livello ematico.

Lo scopo di questo studio era quello di determinare la farmacocinetica del levetiracetam somministrato per via rettale in cani presentati per crisi convulsive a cluster o stato epilettico, potenzialmente in trattamento con altri farmaci antiepilettici. Inoltre, vengono forniti dei dati preliminari sulla risposta a questo tipo di trattamento come aggiunta al protocollo di trattamento standard.

ingrassoUno studio ha confrontato due strategie per migliorare il tasso di crescita dei suini a crescita lenta e aumentare l'omogeneità del gruppo al momento della macellazione.

Nella prova 1 un totale di 264 suinetti svezzati sono stati distribuiti, per affrontare il periodo di transizione (dal giorno 28 al giorno 64), in 24 box (11 suinetti/box) in base al sesso e al peso corporeo iniziale. Durante questo periodo i suinetti sono stati alimentati utilizzando 3 mangiatoie per box (3,7 suini/mangiatoia). Nella successiva fase di accrescimento-ingrasso, i 24 box sono stati divisi in 2 gruppi a seconda del sesso, e del tipo di mangiatoia: gruppo 1 ad alta densità (5,5 suini/mangiatoia) e gruppo 2 a bassa densità (2,2 suini/mangiatoia). Nella prova 2 sono stati utilizzati 1067 suinetti che, alla fine del periodo di transizione (giorno 63), sono stati classificati in suini pesanti (n=524) e leggeri (n=543). Durante il periodo di crescita-ingrasso, i suini pesanti e la metà dei suini leggeri sono stati alimentati con una sequenza di quattro mangimi, seguendo un programma di alimentazione standard (gruppo standard). Diversamente, l'altra metà dei suini leggeri è stata alimentata secondo un approccio di bilancio (gruppo bilancio), modificando i primi tre mangimi sulla base di un consumo di mangime equivalente invece che sulla base dell’età.

suino finituraL'infezione sostenuta da agenti patogeni respiratori può influenzare le produzioni animali e il benessere degli stessi. Esiste un bisogno economico, oltre che etico, di trattare i suini affetti da malattie respiratorie.

L’obiettivo di uno studio era quello di valutare i possibili effetti della somministrazione orale di FANS sui segni clinici, l'aumento di peso giornaliero, i parametri del sangue e il comportamento dei suini in crescita in corso di focolai acuti di malattie respiratorie durante la fase di “finitura”.

utero

Quali siano le caratteristiche della flora batterica intrauterina durante i parti distocici della cagna non è riportato in letteratura.

Domenica, 22 Luglio 2018 15:06

Distocia nella cagna

partoIn questa review viene affrontato il tema della distocia, termine col quale ci si riferisce in genere ad un “parto difficile” oppure, più nello specifico, ad una difficoltà della cagna nell’espellere i cuccioli attraverso la cervice, la vagina e il vestibolo.

Si tratta di un’emergenza piuttosto comune nella pratica degli animali da compagnia, con un tasso di incidenza circa pari al 5%, anche se nei cani di razze toy e brachicefaliche questa percentuale è ancora più elevata. La distocia è più frequente nelle cucciolate poco numerose (<3 cuccioli) a causa delle grosse dimensioni dei feti e a causa di un inizio tardivo del travaglio. Inoltre, più la durata del travaglio si prolunga, più aumenta la mortalità dei cuccioli (il numero di cuccioli nati morti è maggiore dopo 6 ore dall’inizio del parto) e il rischio di decesso per la madre. 

Giovedì, 12 Luglio 2018 23:58

Esame ecografico dei gechi leopardini

gecoI gechi leopardini (Eublepharis macularius) allevati in cattività presentano spesso problematiche di tipo gastrointestinale, stasi follicolare o distocie.

Uno studio prospettico si è posto l’obiettivo di sviluppare, per la prima volta, delle tecniche ecografiche applicabili a questa specie e fornire una descrizione della normale anatomia sonografica della testa, della cavità celomatica e della coda.

sils 1Uno studio prospettico sperimentale ha determinato l'efficacia della decontaminazione e della sterilizzazione di una porta monouso per l’impiego durante la laparoscopia a incisione singola.

Sono state valutate 6 porte ad incisione singola utilizzate 4 volte e 6 porte ad incisione singola utilizzate 8 volte per eseguire interventi chirurgici puliti e mini-invasivi. Le porte sono state decontaminate in un detergente enzimatico (diluizione 3:100) e pulite con una spazzola per 5 minuti. Le porte sono state quindi sterilizzate con vapore di perossido di idrogeno per 50 minuti utilizzando un protocollo standard ad una concentrazione di 6 mg/L, seguito da una fase di diffusione del vapore. Campioni prelevati dalla schiuma, tubi di insufflazione e parti di cannule rigide di ciascuna porta sono stati raccolti mediante una tecnica asettica per effettuare colture in condizioni di aerobiosi e anaerobiosi.

lap spayUno studio prospettico ha svolto un’indagine su quali fossero le preferenze dei proprietari riguardo le tecniche di sterilizzazione delle cagne intere.

In 5 ospedali universitari veterinari del Nord America è stato distribuito un sondaggio elettronico a 1234 intervistati tra docenti, studenti e personale che fossero proprietari di cani. Le opzioni chirurgiche includevano la celiotomia a cielo aperto, la laparoscopia a 2 porte (2P), la laparoscopia a porta singola (1P) e la Natural Orifice Transluminal Endoscopic Surgery (NOTES), una nuova tecnica chirurgica mini-invasiva “senza tagli” eseguita solo tramite gli orifizi naturali dell’organismo (stomaco, colon o, come in questo caso, vagina).

allevamento oviniLa diagnosi di aumento della pressione intracranica mediante valutazione clinica e imaging diagnostico è particolarmente difficile in corso di lesioni croniche o a crescita lenta.

Lo scopo di questo studio prospettico caso-controllo è quello di determinare se il neuroscore e la risonanza magnetica (MRI) cerebrale siano correlati alla misurazione diretta della pressione intracranica negli ovini affetti da lesioni intracraniche a crescita lenta dovute a cenurosi cerebrale cronica (Coenurus cerebralis).

Pagina 24 di 33

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.