Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6888 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Eleonora Malerba Med Vet PhD

Eleonora Malerba Med Vet PhD

Giovedì, 23 Aprile 2020 22:07

Cortisolemia nei cani critici

critilldogL’obiettivo di questo studio retrospettivo era quello di indagare se la concentrazione di cortisolo sierico (CS) di cani in condizioni critiche fosse un utile indicatore prognostico per la sopravvivenza o la non sopravvivenza.

A questo scopo, sono state revisionate le cartelle cliniche di 229 cani ricoverati in condizioni critiche e nei quali fosse stato misurato il CS entro 3 giorni dal momento del ricovero. Le concentrazioni di CS sono state confrontate tra i cani sopravvissuti e i cani non sopravvissuti, quelli con e quelli senza sepsi e altre variabili di interesse.

Martedì, 21 Aprile 2020 23:32

Abomasite nei vitelli

calves milkL'infiammazione dell’abomaso è una sindrome che colpisce i giovani vitelli nutriti con latte. La letteratura veterinaria attualmente disponibile descrive prevalentemente gli aspetti necroscopici di tale condizione.

L’obiettivo di questo studio di coorte retrospettivo osservazionale era quello di descrivere la presentazione clinica, i test complementari , i trattamenti e il tasso di mortalità dei vitelli con diagnosi clinica di abomasite e, infine, identificare i potenziali fattori di rischio associati all’outcome.

Martedì, 21 Aprile 2020 23:01

FIP: adalimumab e itraconazolo

OLYMPUS DIGITAL CAMERA         La peritonite infettiva felina (FIP, feline infectious peritonitis) è una malattia fatale dei gatti sia domestici che selvatici. Farmaci efficaci per il trattamento di tale patologia non sono ad oggi disponibili nella pratica clinica.

L’obiettivo di questo studio era quello di valutare l’efficacia della combinazione di adalimumab (un anticorpo monoclonale umano che riconosce come antigene il TNF-alfa; ADA) e itraconazolo (ICZ), misurando l’attività neutralizzante dell’ADA nei confronti della citotossicità indotta dal TNF-alfa felino.

Domenica, 19 Aprile 2020 18:10

Effetto del pimobendan nei gatti sani

catheartL’obiettivo di questo studio pilota era quello di valutare l'effetto di una singola dose di pimobendan sulla funzionalità atriale sinistra (LA, left atrial) nei gatti sani.

Undici gatti sani di proprietà non sedati sono stati sottoposti ad esami ecocardiografici standardizzati prima e dopo una singola dose di pimobendan somministrato per via orale (1,25 mg/gatto) e sono stati valutati i parametri di funzionalità sistolica atriale sinistra.

blazefaceNei cavalli senza disturbi metabolici, gli alfa-2-agonisti sopprimono la secrezione di insulina, causando un’iperglicemia transitoria e un’iperinsulinemia “da rimbalzo”. Questi effetti degli alfa-2-agonisti potrebbero avere una rilevanza clinica nei cavalli con disregolazione dell'insulina (ID, insulin dysregulation).

L’obiettivo di questo studio crossover randomizzato era quello di indagare gli effetti degli alfa-2-agonisti sulla dinamica dell'insulina e del glucosio nei cavalli con ID.

Giovedì, 16 Aprile 2020 21:54

Ifema post-sterilizzazione nel gatto

ifepoststeL’obiettivo di questo studio era quello di definire l'incidenza e i fattori di rischio dell'ifema post-sterilizzazione nei gatti di colonia.

Lo studio prevedeva una revisione retrospettiva delle cartelle cliniche di 1204 gatti e uno screening prospettico su 195 gatti.

Giovedì, 16 Aprile 2020 21:34

Amiloide sierica A nel coniglio

bunny diarrhea 1Le proteine di fase acuta (APP, acute phase protein) costituiscono uno strumento diagnostico sensibile per il rilevamento di uno stato infiammatorio negli animali da compagnia e in quelli da reddito, nonché in molti mammiferi non domestici. Alcuni studi scientifici hanno indagato l'espressione delle APP nei conigli, tuttavia il ruolo delle metodiche moderne nell’identificare un processo infiammatorio non è stato adeguatamente approfondito.

L’obiettivo di questo studio era quello di valutare l’affidabilità di un test immunoturbidimetrico automatizzato per la quantificazione della amiloide sierica A (SAA, serum amyloid A).

Giovedì, 09 Aprile 2020 21:27

Anestesia corneale nel cane

estesiometrodigL’obiettivo di questo studio era quello di valutare il grado e la durata dell'anestesia corneale indotta dall'applicazione topica di gel di lidocaina al 2% sugli occhi di cani sani.

A questo scopo scono stati coinvolti 19 cani adulti di razza Beagle privi di patologie oculari. In tutti i soggetti è stata misurata, per entrambi gli occhi, la soglia tattile corneale (CTT, corneal touch threshold) con un estesiometro di Cochet-Bonnet prima dell’applicazione del gel. Successivamente, in uno dei 2 occhi, scelto in maniera randomizzata, è stato applicato il gel di lidocaina al 2% (0,1 mL), mentre nell’altro occhio è stato applicato lo stesso volume di un gel lubrificante. La CTT è stata misurata entro 1 minuto dall'applicazione del farmaco e ogni 5 minuti fino al ripristino della sensibilità corneale; infine, è stato valutato il rischio di effetti avversi locali.

Giovedì, 02 Aprile 2020 16:36

Risveglio assistito con corde nel cavallo

testacodaL’obiettivo di questo studio clinico randomizzato, prospettico era quello di confrontare il numero di tentativi di assumere la stazione quadrupedale, la durata e la qualità del risveglio e, infine, l’incidenza di lesioni associate al risveglio tra cavalli sottoposti a risveglio assistito da corde testa-coda e cavalli con risveglio non assistito.

Sono stati inclusi 301 cavalli sani (305 risvegli totali) sottoposti a interventi di chirurgia elettiva assegnati in modo casuale al risveglio assistito con corde (gruppo A, n=154 risvegli) o al risveglio non assistito (gruppo NA, n=151 risvegli). L'anestesia è stata mantenuta con isoflurano e tripla flebo. Per ogni recupero, sono stati registrati il numero di tentativi di alzarsi, la durata e la qualità del risveglio e l’incidenza di lesioni associate al risveglio.

Giovedì, 02 Aprile 2020 16:32

Infiltrazione della ferita chirurgica

stercatL'infiltrazione della ferita chirurgica con anestetici locali in associazione a farmaci antinfiammatori non steroidei può svolgere un ruolo importante nel miglioramento del controllo del dolore perioperatorio.

L’obiettivo di questo studio clinico prospettico, randomizzato, in cieco, controllato era quello di valutare le concentrazioni di isoflurano richieste durante l’intervento, l'analgesia postoperatoria e gli effetti avversi conseguenti all’infiltrazione della ferita chirurgica utilizzando la ropivacaina da sola o in associazione al meloxicam nelle gatte sottoposte a ovarioisterectomia.

Pagina 6 di 50

SCIVAC Rimini Web

eveditoria Editoria Scientifica

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.