Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6888 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Eleonora Malerba Med Vet PhD

Eleonora Malerba Med Vet PhD

Martedì, 17 Marzo 2020 21:45

Problemi comportamentali nel cane

fearful 4Nella specie canina, i comportamenti problematici riflettono problemi di benessere. Uno dei problemi comportamentali più diffusi che causa angoscia ai cani è la paura sociale, intendendo sia la paura nei confronti di altri individui della stessa specie che di persone estranee alla famiglia in cui vivono.

L’obiettivo di questo studio era quello di identificare eventuali fattori demografici e ambientali associati alla paura nei confronti di altri cani e di sconosciuti.

Martedì, 17 Marzo 2020 21:37

Carcinomi mammari bifasici

bifamammghNel gatto, i tumori mammari sono in genere carcinomi caratterizzati da una marcata malignità e aggressività. Nella maggior parte dei casi si tratta di semplici carcinomi monofasici (solo 1 popolazione epiteliale) e generalmente non è necessaria un’ulteriore definizione del fenotipo.

In questo studio, gli autori descrivono 10 tumori mammari maligni di 9 gatte che all’esame istomorfologico avevano un aspetto insolito, ossia erano bifasici, presentando 2 popolazioni cellulari distinte. In un primo momento questi tumori sono stati morfologicamente classificati come carcinosarcoma (1/10) o come tumore pleomorfo maligno (9/10) della ghiandola mammaria, poiché quest'ultimo non corrispondeva a nessun sottotipo istologico precedentemente descritto.

Martedì, 17 Marzo 2020 21:27

Agenti di mastite e efficienza riproduttiva

gmastitis3Nei bovini da latte, la mastite è una malattia della ghiandola mammaria causata da agenti patogeni come batteri, virus, funghi e alghe. La mastite causa perdite economiche alle aziende lattiero-casearie e problemi di salute pubblica. L'efficienza riproduttiva delle mandrie da latte è essenziale per il successo economico delle aziende ed è fortemente associata allo stato di salute delle vacche. La mastite è stata precedentemente associata a una ridotta fertilità delle vacche da latte, ma l'effetto degli specifici agenti patogeni sulla riduzione della fertilità non è ancora chiaro.

In questo studio, le vacche con diagnosi di mastite causata da agenti più patogeni (Staphylococcus aureus, Streptococcus agalactiae, Escherichia coli, Klebsiella spp., Mycoplasma spp. e Streptococcus ambientale) avevano bisogno di più inseminazioni artificiali rispetto alle mucche con mastite causate da agenti meno patogeni (Staphylococcus coagulasi negativo e Corynebacterium spp.) e rispetto alle vacche sane.
La percentuale di vacche in cui la gravidanza si è instaurata con successo dopo una singola inseminazione artificiale era maggiore per il gruppo di controllo rispetto al gruppo con mastite sostenuta da agenti più patogeni, ma non era significativamente differente dal gruppo con mastite sostenuta da agenti meno patogeni. Allo stesso modo, anche l’interruzione di gravidanza era meno frequente nel gruppo di controllo rispetto al gruppo con mastite sostenuta da agenti più patogeni, ma non era significativamente differente dal gruppo con mastite sostenuta da agenti meno patogeni.
La mastite causata da batteri Gram-negativi ha diminuito la percentuale di gravidanza alla prima inseminazione mentre ha aumentato la percentuale di interruzione di gravidanza rispetto al gruppo di controllo.

radiograph showing hips with osteoarthritisIn medicina umana, l'osteoartrosi (OA) rappresenta un problema non indifferente per la società, in quanto influenza la qualità di vita, le performance e comporta costi sanitari elevati.

In questo studio, medici umani si servono di un modello canino per descrivere l'uso di una singola iniezione intra-articolare del concentrato piastrinico autologo nella gestione dell'OA.

Venerdì, 13 Marzo 2020 07:34

Impianti contraccettivi nella specie felina

singapuraIn questo studio è stata indagata l’efficacia degli impianti sottocutanei di deslorelina da 4,7 mg e di melatonina da 18 mg in gatti di razza, sia maschi che femmine. In particolare, gli allevatori dovevano compilare un questionario che raccoglieva informazioni relative a razza, età, durata dell’effetto contraccettivo, fertilità nel periodo successivo all’impianto, variazioni comportamentali ed effetti collaterali.

Sono stati utilizzati i dati ricavati da 57 gatti e 41 gatte in cui era stato utilizzato l’impianto di deslorelina da 4,7 mg e i dati di 42 gatte in cui era stato utilizzato l’impianto di melatonina da 18 mg, per un totale di 140 gatti di 18 razze diverse e di 38 allevamenti.

Venerdì, 13 Marzo 2020 07:26

Intossicazione da piombo in tre pappagalli

insepQuella da piombo è un’intossicazione comune negli uccelli da compagnia e le manifestazioni cliniche più frequenti sono debolezza, rigurgito e sintomi centrali, tra cui convulsioni e tremori. Nell’uomo, sono comunemente descritti anche i disturbi di conduzione e le neuropatie motorie, ma tali sequele sembrano essere scarsamente riscontrate nei pappagalli.

Questo report descrive 3 casi di pappagalli presentati per alterazioni a carico delle zampe insorte in maniera acuta. Una femmina adulta di Inseparabile dal collo rosa (Agapornis roseicollis) è stata visitata per paralisi acuta e bilaterale delle zampe; un maschio adulto di Inseparabile dal collo rosa è stato visitato per incapacità improvvisa di estendere le falangi di entrambe le zampe; infine, un Lori reticolato (Eos reticulata) è stato visitato per esordio acuto di debolezza ad entrambe le zampe e incapacità di sollevarsi dal fondo della gabbia.

Domenica, 08 Marzo 2020 20:42

Encephalitozoon cunicoli: test sierologici

rabbit e cuniculi disease 260nw 1493402516Encephalitozoon cuniculi è un microsporidio che infetta i conigli determinando conseguenze a livello di tessuto nervoso, reni e occhio. Diversi studi basati su tecniche sierologiche hanno dimostrato che la sieroprevalenza nei conigli da compagnia è elevata in tutto il mondo.

Se indagini di tipo qualitativo non sono di alcuna utilità nella diagnosi di questa infezione, al contrario indagini di tipo quantitativo rivestono un valore predittivo.

catleiI dati relativi alla prevalenza dell'infezione da Leishmania infantum nella specie felina sono estremamente variabili; questa differenza è per lo più conseguente alle differenze nelle tecniche diagnostiche utilizzate. Ad oggi, non esiste un consensus riguardo il metodo gold standard per la diagnosi della leishmaniosi felina.

In questo studio gli autori riportano le prestazioni di un nuovo test di immunofluorescenza (IFAT, immunofluorescence antibody test) confrontandole con quelle del IFAT comunemente usato per la diagnosi di leishmaniosi canina (IFAT-OIE) e con quelle di un test di immunoassorbimento enzimatico (ELISA, enzyme-linked immunosorbent assay).

golden retriever puppyNella specie canina esiste un polimorfismo del gene dell'enzima di conversione dell'angiotensina (ACE, angiotensin-converting enzyme); tuttavia, il ruolo funzionale di tale polimorfismo non è stata approfondita.

Gli autori ipotizzano che, nei cani con polimorfismo, l'attivazione dello schema alternativo del sistema renina-angiotensina aldosterone (RAAS, renin-angiotensin aldosterone system) e la soppressione dello schema classico del RAAS si verifichi sia prima che dopo la somministrazione di un ACE-inibitore; diversamente, nei cani senza polimorfismo lo schema alternativo si attiverebbe solo dopo la somministrazione di un ACE-inibitore.

cat healthseptic shock cats 2 455767199L’obiettivo di questo case report era quello di descrivere la presentazione clinica e la gestione medica di un gatto con ascesso perirenale e urosepsi sviluppati a seguito di un’ostruzione uretrale e del cateterismo urinario.

Si trattava di un gatto maschio intero di 2 anni presentato per letargia, vomito ed ematuria. L’esame biochimico aveva evidenziato una grave iperazotemia e iperkaliemia. I reperti erano diagnostici per un'ostruzione uretrale. Il gatto è stato sottoposto a cateterismo uretrale e a trattamenti medici con gluconato di calcio, terapia fluida endovenosa, buprenorfina e prazosina. Una volta migliorata l'iperazotemia e risolta l'iperkaliemia, il catetere urinario era stato rimosso.

Pagina 8 di 50

SCIVAC Rimini Web

eveditoria Editoria Scientifica

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.