Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7663 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Eleonora Malerba Med Vet PhD

Eleonora Malerba Med Vet PhD

Giovedì, 16 Aprile 2020 21:54

Ifema post-sterilizzazione nel gatto

ifepoststeL’obiettivo di questo studio era quello di definire l'incidenza e i fattori di rischio dell'ifema post-sterilizzazione nei gatti di colonia.

Lo studio prevedeva una revisione retrospettiva delle cartelle cliniche di 1204 gatti e uno screening prospettico su 195 gatti.

Giovedì, 16 Aprile 2020 21:34

Amiloide sierica A nel coniglio

bunny diarrhea 1Le proteine di fase acuta (APP, acute phase protein) costituiscono uno strumento diagnostico sensibile per il rilevamento di uno stato infiammatorio negli animali da compagnia e in quelli da reddito, nonché in molti mammiferi non domestici. Alcuni studi scientifici hanno indagato l'espressione delle APP nei conigli, tuttavia il ruolo delle metodiche moderne nell’identificare un processo infiammatorio non è stato adeguatamente approfondito.

L’obiettivo di questo studio era quello di valutare l’affidabilità di un test immunoturbidimetrico automatizzato per la quantificazione della amiloide sierica A (SAA, serum amyloid A).

Giovedì, 09 Aprile 2020 21:27

Anestesia corneale nel cane

estesiometrodigL’obiettivo di questo studio era quello di valutare il grado e la durata dell'anestesia corneale indotta dall'applicazione topica di gel di lidocaina al 2% sugli occhi di cani sani.

A questo scopo scono stati coinvolti 19 cani adulti di razza Beagle privi di patologie oculari. In tutti i soggetti è stata misurata, per entrambi gli occhi, la soglia tattile corneale (CTT, corneal touch threshold) con un estesiometro di Cochet-Bonnet prima dell’applicazione del gel. Successivamente, in uno dei 2 occhi, scelto in maniera randomizzata, è stato applicato il gel di lidocaina al 2% (0,1 mL), mentre nell’altro occhio è stato applicato lo stesso volume di un gel lubrificante. La CTT è stata misurata entro 1 minuto dall'applicazione del farmaco e ogni 5 minuti fino al ripristino della sensibilità corneale; infine, è stato valutato il rischio di effetti avversi locali.

Giovedì, 02 Aprile 2020 16:36

Risveglio assistito con corde nel cavallo

testacodaL’obiettivo di questo studio clinico randomizzato, prospettico era quello di confrontare il numero di tentativi di assumere la stazione quadrupedale, la durata e la qualità del risveglio e, infine, l’incidenza di lesioni associate al risveglio tra cavalli sottoposti a risveglio assistito da corde testa-coda e cavalli con risveglio non assistito.

Sono stati inclusi 301 cavalli sani (305 risvegli totali) sottoposti a interventi di chirurgia elettiva assegnati in modo casuale al risveglio assistito con corde (gruppo A, n=154 risvegli) o al risveglio non assistito (gruppo NA, n=151 risvegli). L'anestesia è stata mantenuta con isoflurano e tripla flebo. Per ogni recupero, sono stati registrati il numero di tentativi di alzarsi, la durata e la qualità del risveglio e l’incidenza di lesioni associate al risveglio.

Giovedì, 02 Aprile 2020 16:32

Infiltrazione della ferita chirurgica

stercatL'infiltrazione della ferita chirurgica con anestetici locali in associazione a farmaci antinfiammatori non steroidei può svolgere un ruolo importante nel miglioramento del controllo del dolore perioperatorio.

L’obiettivo di questo studio clinico prospettico, randomizzato, in cieco, controllato era quello di valutare le concentrazioni di isoflurano richieste durante l’intervento, l'analgesia postoperatoria e gli effetti avversi conseguenti all’infiltrazione della ferita chirurgica utilizzando la ropivacaina da sola o in associazione al meloxicam nelle gatte sottoposte a ovarioisterectomia.

transfcatLo scopo di questo case report era quello di documentare il caso di un gatto di gruppo sanguigno B che, a seguito di una trasfusione con sangue di gruppo A, all’immunocromatografia è risultato essere transitoriamente di gruppo AB.

Si trattava di un gatto europeo a pelo lungo maschio castrato di 7 mesi che era stato portato in visita per anemia, pigmenturia e segni di emolisi intravascolare un giorno dopo aver ricevuto una trasfusione di sangue intero felino. Né il donatore di sangue né il paziente erano stati sottoposti a tipizzazione e non erano stati effettuati test di compatibilità crociata. Il gatto si era presentato in stato di shock con una grave anemia non rigenerativa, iperlattatemia, iperbilirubinemia, emoglobinemia, emoglobinuria e il test di agglutinazione su vetrino era risultato positivo.

Domenica, 29 Marzo 2020 20:06

Restrizione dietetica nel gatto

catobesepesaUna possibile soluzione per prevenire l'obesità nei gatti è quella di controllare e limitare l’apporto calorico.

L'obiettivo di questo studio era quello di chiarire l'impatto della riduzione delle calorie sul comportamento alimentare dei gatti.

midline celiotomyL’obiettivo di questo studio era quello di confrontare tra loro tre tecniche di chiusura del tessuto sottocutaneo in 297 gatti sottoposti a celiotomia della linea mediana per intervento di ovarioisterectomia (n = 280) o per altre procedure addominali (n = 17). Il confronto prevedeva la valutazione di eventuali complicazioni a carico del sito chirurgico e il controllo del dolore.

I gatti sono stati assegnati in maniera randomizzata a una delle tre tecniche di chiusura del sottocute: apposizione continua semplice con ancoraggio alla fascia recti tramite sutura di Cushing (n = 108, gruppo A); apposizione continua semplice (n = 94, gruppo B); nessuna sutura sottocutanea (n = 95, gruppo C). Venivano valutati i seguenti aspetti: l'incidenza di formazione di un sieroma, il dolore postoperatorio e l’infezione o deiscenza del sito chirurgico. Il follow-up è stato effettuato a 10 e 30 giorni dopo l'intervento.

Domenica, 29 Marzo 2020 19:43

Torsione testicolare in un coniglio

contorstestNei mammiferi domestici la torsione testicolare nei soggetti criptorchidi è una complicazione relativamente comune ma, attualmente, mai segnalata nel coniglio.

In questo case report viene descritto il caso di un coniglio olandese di 7 anni portato in visita per anoressia improvvisa e letargia. Cinque anni prima gli era stato diagnosticato un criptorchidismo monolaterale, ma il proprietario aveva rifiutato il trattamento chirurgico.

desloratI fibroadenomi mammari sono uno dei tumori più comuni nelle femmine di ratto (Rattus norvegicus forma domestica).

L’obiettivo di questo studio era quello di determinare se la somministrazione di un impianto sottocutaneo di deslorelina a seguito dell'asportazione di un fibroadenoma potesse prevenire o ritardare lo sviluppo di successivi tumori mammari e aumentare la sopravvivenza nei ratti da compagnia.

Pagina 8 di 52

VET Channel

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares
0
Shares