Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6496 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Eleonora Malerba Med Vet PhD

Eleonora Malerba Med Vet PhD

NPS Figure 3jpgwmL’obiettivo di questo case series è quello di valutare l’outcome di 15 cani e 31 gatti con stenosi rinofaringea benigna o imperforazione del rinofaringe sottoposti a dilatazione pneumatica o al posizionamento di uno stent metallico.

Cinque cani e 22 gatti sono stati sottoposti a dilatazione pneumatica, ottenendo il successo terapeutico in soli 11/27 (41%) pazienti (0 cani e 11 gatti). Gli stent sono stati posizionati in 34 pazienti (inclusi 15 soggetti in cui la dilatazione pneumatica non aveva avuto successo). Gli stent nudi sono stati posizionati in 30 pazienti, in 20 (67%) dei quali con successo. Gli stent rivestiti sono stati applicati in 11 pazienti (inclusi 7 soggetti in cui il posizionamento dello stent nudo non aveva avuto esito positivo), ottenendo un successo terapeutico nel 100% dei casi trattati. Ventitre dei 34 (68%) pazienti in cui sono stati posizionati gli stent hanno sviluppato complicazioni. Le complicazioni più comuni nei 30 pazienti con stent nudi sono state crescita anomala di tessuto (n = 10), infezione cronica (7) e rottura dello stent (5); quelle degli 11 pazienti con stent rivestiti sono state infezione cronica (8) e fistola oronasale (3). Complessivamente, l'outcome è stato positivo in 36 dei 46 (78%) pazienti (tempo di follow-up mediano, 24 mesi, range:2-109 mesi).

easset upload file717 72627 eIn passato, l'arginina (Arg) non è stata considerata un nutriente insufficiente nelle diete per i suini in gestazione o in allattamento, a causa della credenza che questi animali potessero sintetizzare quantità sufficienti di Arg per soddisfare i loro bisogni fisiologici. La mancanza di una piena consapevolezza sull’importanza degli aspetti nutrizionali dell’Arg ha contribuito a determinare un'efficienza subottimale della produzione di carne suina. Negli ultimi 25 anni, si è rivolto sempre maggiore interesse nei confronti del metabolismo dell’Arg nel suino, specie che riveste un’importanza agricola e rappresenta un modello di studio della biologia umana.

L'arginina è un amminoacido presente in quantità molto abbondanti nei tessuti dei suini, è quello maggiormente rappresentato nel liquido allantoideo e svolge il ruolo di regolatore chiave dell'espressione genica, della trasduzione del segnale cellulare e delle reazioni antiossidanti.

puppyI farmaci ad azione antiemetica vengono comunemente somministrati in corso di gastroenterite sostenuta da Parvovirus nel cane.

Uno studio prospettico randomizzato in cieco ha confrontato la qualità della guarigione clinica e la durata dell’ospedalizzazione in cani con infezione da Parvovirus trattati con maropitant (1 mg/kg IV q24h; n=11) o con ondansetron (0,5 mg/kg IV q8h; n=11).

gatto obesoL’obiettivo di questo studio condotto sulla specie felina era quello di indagare l’associazione tra il body condition score (BCS) e alcune condizioni patologiche di cui è stata dimostrata una correlazione con il sovrappeso e/o con l’obesità, quali il diabete mellito, disturbi dermatologici e ipertensione.

Nello specifico, sono state prese in esame 21 condizioni patologiche, di cui è riconosciuta una predisposizione legata alle condizioni corporee, e sono state messe in correlazione con il BCS (usando la scala a 9 punti).

castrazioneNonostante la castrazione sia un intervento di routine, le complicazioni che possono insorgere e quali siano le misure preventive per evitarle non è attualmente noto.

Uno studio prospettico multicentrico ha determinato l’incidenza di complicazioni e i fattori di rischio associati alla castrazione nella specie equina.

rabbitLe malattie cardiache congenite sono state descritte raramente nei conigli. In questo case report sono descritte le caratteristiche cliniche, radiografiche ed ecocardiografiche in corso di difetto parziale del setto atrioventricolare in un coniglio domestico.

Un coniglio maschio vaccinato di 3 mesi di età e di 380 grammi di peso corporeo è stato portato a visita per ridotta attività, aumento della frequenza respiratoria, anoressia e ridotta produzione fecale della durata di 2 giorni.

OHE gattaL'obiettivo di questo studio prospettico randomizzato era quello di valutare l'effetto analgesico intraoperatorio dell'infiltrazione preoperatoria del sito di incisione con lidocaina o con una combinazione di lidocaina e bupivacaina in 75 gatte sottoposte a ovarioisterectomia (OHE).

In fase preoperatoria le gatte sono state suddivise in 3 gruppi di trattamento (25 soggetti per gruppo) a seconda del tipo di anestesia locale effettuata nel sito di incisione: lidocaina 1,5 mg/kg (gruppo L), lidocaina 1 mg/kg + bupivacaina 1 mg/kg (gruppo L+B) oppure soluzione fisiologica (gruppo placebo). Durante l’intervento chirurgico tutte le gatte sono state sottoposte allo stesso protocollo anestesiologico che prevedeva la somministrazione di medetomidina-ketamina-buprenorfina e sono stati registrati i dati relativi a: pressione arteriosa, frequenza cardiaca e respiratoria, temperatura, tono muscolare e riflesso pupillare. Nella fase di risveglio è stata monitorata la comparsa o meno di effetti collaterali; l'analgesia postoperatoria prevedeva la somministrazione di 0,2 mg/kg di meloxicam. La maggior parte dei gatti è stata ricontrollata 2 settimane dopo l'intervento per rimuovere le suture cutanee.

birmanÈ noto che i gatti Birmani hanno valori di creatinina sierica più elevati rispetto ad altre razze feline. In questo contesto sarebbe utile individuare un parametro che, meglio della creatinina, consenta di valutare la malattia renale cronica.

L’obiettivo di questo studio era quello di valutare come fossero le concentrazioni di dimetilarginina simmetrica (SDMA, symmetric dimethylarginine) nei gatti Birmani clinicamente sani rispetto alla popolazione felina generale.

MPELa diagnosi antemortem di mieloencefalite protozoaria si basa sulla dimostrazione della presenza di anticorpi intratecali. Dal momento che questo test può associarsi ad una bassa specificità, alcuni sostengono che, in associazione alla sierologia, possano essere d’ausilio le proteine di fase acuta.

L’obiettivo di questo studio era quello di verificare se le concentrazioni sieriche di proteina C-reattiva (CRP) o di sieroamiloide A (SAA) fossero più elevate in corso di mieloencefalite protozoaria equina (MPE) rispetto ad altre malattie neurologiche.

Mercoledì, 24 Ottobre 2018 23:19

Confronto tra 3 soluzioni antisettiche nel cane

garzeUno studio clinico prospettico randomizzato ha confrontato l’efficacia antibatterica della soluzione contenente clorexidina gluconato 2%+etanolo 70% (C+E), della soluzione disinfettante F10 (F10) e dell’acqua elettrolizzata (AE, o acqua elettrochimicamente attivata), per la preparazione chirurgica dei pazienti.

Sono stati inclusi 115 cani sottoposti ad ovarioisterectomia, divisi in 3 gruppi (C+E, F10, AE). L’effetto antibatterico è stato valutato in 4 siti cutanei e in 4 tempi diversi: dopo la semplice preparazione della superficie cutanea, dopo la procedura antisettica, a 2 ore di distanza da questo secondo campionamento e alla fine della chirurgia. L’assenza di unità formanti colonia (UFC) è stata definita come “nessuna contaminazione”, la presenza di 1-12 UFC è stata definita come “bassa contaminazione” e, infine, la presenza di più di 12 UFC è stata definita come “alta contaminazione”.

Pagina 16 di 30

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.