Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7700 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Eleonora Malerba Med Vet PhD

Eleonora Malerba Med Vet PhD

Lunedì, 11 Maggio 2020 10:49

Malattia respiratoria bovina

ew diagnostic for Bovine Respiratory DiseaseLa malattia respiratoria bovina (BRD, bovine respiratory disease) è una malattia dall’importante risvolto economico nell’ambito dell’allevamento; per questo motivo continua ad essere un oggetto di studio molto affrontato. Tuttavia, le informazioni disponibili in letteratura riguardo al tempo che intercorre tra l'esposizione al patogeno e lo sviluppo dei segni clinici, l’eliminazione degli agenti eziologici e la sieroconversione sono molto carenti.

Questo studio si propone come strumento per stimare la durata della malattia clinica e dell’eliminazione del patogeno.

Lunedì, 11 Maggio 2020 10:42

Iponatremia nei puledri

iponapuedroL'iponatriemia e la sua rapida correzione possono portare allo sviluppo di alterazioni neurologiche.

L'obiettivo di questo studio studio di coorte retrospettivo era quello di determinare se le concentrazioni plasmatiche di sodio (Na+) e la velocità di correzione dell'iponatriemia fossero significativamente associate ad alterazioni neurologiche nei puledri.

decmpcistoL’obiettivo di questo studio clinico prospettico osservazionale condotto su 45 gatti maschi castrati con ostruzione uretrale era quello di indagare la presenza di versamento addominale e la sua associazione con la cistocentesi decompressiva.

Ad ogni gatto sono stati effettuati esami di laboratorio mentre la presenza di versamento addominale al momento della presentazione è stata valutata utilizzando l’ecografia FAST (Focused Assessment with Sonography for Trauma). La cistocentesi decompressiva è stata quindi eseguita prima del cateterismo con una tecnica standardizzata. L’esame FAST è stato eseguito 15 minuti dopo la cistocentesi e il giorno successivo per valutare ulteriormente la presenza di versamento addominale.

jsap13121 fig 0001 mL’obiettivo di questo studio era quello di descrivere la tecnica chirurgica epatobiliare che prevede l’esecuzione di una diaframmotomia allo scopo di faciliare la visualizzazione delle lesioni epatobiliari intra-addominali. Vengono, inoltre, riportati le complicanze intra e post-operatorie e l’outcome a breve e lungo termine.

L’analisi retrospettiva delle cartelle cliniche ha individuato 31 cani sottoposti a diaframmotomia di cui sono stati registrati i dati relativi a: segnalamento, diagnosi, chirurgia eseguita, tecnica di esecuzione della diaframmmotomia, gestione della diaframmmotomia e dello pneumotorace, complicanze intra- e post-operatorie, outcome a breve e lungo termine.

iris hyperpigmentationL’obiettivo di questo studio retrospettivo condotto su gatti con iperpigmentazione dell’iride era quello di valutare il vantaggio di eseguire una biopsia dell'iride per differenziare la melanosi dal melanoma irideo diffuso felino (FDIM, feline diffuse iris melanoma).

Sono stati inclusi 7 gatti con iperpigmentazione unilaterale dell'iride. La procedura di biopsia è stata eseguita in anestesia generale (n = 7) con blocco neuromuscolare (n = 6) dopo un trattamento topico con farmaci con effetto miotico (n = 5). Sono stati bioptati un numero variabile da 1 a 6 campioni di tessuto da ciascun occhio, in corrispondenza delle aree di iperpigmentazione. Le biopsie erano a tutto spessore in 3 casi e a spessore parziale in 4 casi. Le complicazioni osservate erano di scarsa rilevanza: lieve emorragia intraoperatoria (n = 4), formazione di coaguli di fibrina (n = 2), ulcera corneale (n = 1), ipertensione oculare post-operatoria (n = 1), discoria (n = 1) e pseudopolicoria (n = 2). In 6 casi il primo prelievo bioptico era stato sufficiente per la diagnosi, mentre in un caso era stato necessario ripetere il campionamento. L'esame istopatologico era coerente con la diagnosi di melanosi in 5 gatti e con il FDIM precoce in 2 gatti. La stadiazione per indagare la presenza di malattia metastatica (tomografia computerizzata toracica ed ecografia addominale) era negativa in entrambi i gatti con diagnosi di FDIM precoce. L'enucleazione e la successiva istopatologia hanno confermato la diagnosi iniziale in entrambi i casi.

Lunedì, 11 Maggio 2020 10:07

Degenerazione vitreale nel cane

vitreus degenerationL’obiettivo di questo studio retrospettivo era quello di indagare quanto fosse frequente la degenerazione vitreale e la sua associazione con comorbidità oculari tra cui la cataratta, la lussazione del cristallino, il glaucoma e il distacco della retina.

Sono stati coinvolti 4217 cani sottoposti a esami oftalmologici di screening. Le razze analizzate includevano levriero italiano, Shih Tzu, Affenpinscher, Bichon Frise, Grifoni di Bruxelles, Whippets e Levriero. I dati raccolti includevano età, sesso, numero di visite e se la degenerazione vitreale, insieme alla cataratta, alla lussazione del cristallino, al glaucoma e/o al distacco retinico erano presenti in uno o in entrambi gli occhi.

rabbit fibrinL’obiettivo di questo studio prospettico era quello di analizzare le concentrazioni di D-dimeri nell'umor acqueo (UA) degli occhi di conigli (n=44) in condizioni fisiologiche, dopo induzione di coaguli di fibrina e dopo terapia fibrinolitica. Inoltre, è stata confrontata l’efficacia di diversi protocolli di trattamento nel ridurre la presenza di fibrina (esame con lampada a fessura, ultrasuoni ad alta risoluzione).

Lo studio è stato condotto in due tempi poiché i conigli sono stati acquistati in momenti diversi, il che ha portato a due gruppi di sperimentazione separati temporalmente (gruppo A e gruppo B). L’UA è stato prelevato dall’occhio sinistro di ciascun coniglio prima dell'induzione del coagulo (giorno 1), 24 ore dopo l'induzione del coagulo/pre-trattamento (giorno 2) e 48 ore dopo l'induzione del coagulo/post-trattamento (giorno 3). Le concentrazioni intraoculari di D-dimeri sono state misurate mediante un saggio di immunoassorbimento enzimatico (ELISA).

puppy sheLa leptina regola il peso corporeo e diversi processi fisiologici, inclusa la sfera riproduttiva.

Gli autori di questo studio hanno valutato le concentrazioni circolanti di leptina nelle cagne gravide e non gravide, nonché la loro correlazione con il peso corporeo, l'assunzione di cibo e il numero di feti.

surgical complications 24 638La celiotomia è l'approccio più comune per il trattamento di cavalli con colica chirurgica. Il rischio di infezione del sito chirurgico dipende da fattori associati al paziente, alle procedure chirurgiche, alla qualità dell’anestesia e del risveglio. L'infezione è il fattore di rischio più importante per lo sviluppo di un’ernia nel sito di incisione.

La diagnosi presunta di infezione del sito chirurgico si basa sulla presenza di febbre, tumefazione, dolore e presenza di secrezione dalla ferita. L'ecografia può essere utilizzata per identificare le raccolte di liquidi ancor prima che questi siano visibili dall’esterno. La diagnosi definitiva si basa sulla positività all’esame colturale effettuato sul secreto.
L'ernia incisionale viene diagnosticata mediante palpazione del sito chirurgico, di solito entro 30-60 giorni. L'ecografia può essere di supporto nella diagnosi precoce, qualora fossero evidenti delle discontinuità della linea di sutura lungo la linea alba.

epidcaudcatL’obiettivo di questo studio prospettico, in doppio cieco, randomizzato, controllato era quello di indagare l'efficacia e la sicurezza dell’anestesia epidurale caudale nei gatti con ostruzione uretrale (OU).

Lo studio ha coinvolto 88 gatti maschi con OU suddivisi, in maniera randomizzata, in 3 gruppi: anestesia epidurale con bupivacaina (BUP, n=33), anestesia epidurale con bupivacaina-morfina (BUP/MOR, n=28), e un gruppo di controllo (CTRL, n=30). Il tempo impiegato per eseguire l'epidurale e l'efficacia dell'epidurale sono stati valutati mediante le risposte della coda e del perineale. Sono stati registrati la quantità di propofol necessaria per effettuare il cateterismo urinario, quanto tempo dopo il cateterismo il paziente necessitava di un’analgesia (buprenorfina) ed eventuali complicazioni epidurali.

Pagina 6 di 52

vetchannel.jpg

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares
0
Shares