Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6755 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Gaia Carotenuto Med Vet PhDstudent

Gaia Carotenuto Med Vet PhDstudent

uretinjuL’obiettivo di questo case series retrospettivo era quello di descrivere la presentazione, il trattamento e l'outcome di cagne e gatte che avevano sviluppato un danno unilaterale o bilaterale a carico degli ureteri come complicazione dell’intervento di ovarioisterectomia.

Le informazioni estrapolate dalle cartelle cliniche o tramite contatto telefonico col proprietario comprendevano il segnalamento, l’anamnesi, i segni clinici al momento della presentazione, i risultati di laboratorio, i reperti di imaging, la diagnosi, il trattamento e l’outcome.

Domenica, 22 Marzo 2020 11:09

Microbiota fecale nei cavalli con asma

microbiofechorIl microbiota gastrointestinale può essere influenzato da diversi fattori, tra cui la dieta e l'infiammazione sistemica, e potrebbe a sua volta agire da modulatore della risposta allergica. Ad oggi, non erano presenti in letteratura studi che avessero indagato il microbiota fecale nei cavalli con asma.

L’obiettivo di questo studio osservazionale prospettico era quello di analizzare il microbiota fecale dei cavalli con e senza asma in condizioni ambientali e dietetiche diverse, sia durante la fase di remissione che durante l'esacerbazione della malattia.

adrenmassfnaIn medicina veterinaria, l'aspirazione con ago sottile (FNA; fine-needle aspiration) percutanea ecoguidata di lesioni a carico delle ghiandole surrenali è controversa.

Gli obiettivi di questo studio retrospettivo erano quello di indagare il punto di vista dei radiologi riguardo il rischio connesso alla procedura e quello di determinare l'incidenza di complicazioni.

Domenica, 22 Marzo 2020 10:48

Paraoxonasi-1 nel cavallo

pon1È stato dimostrato in diverse specie che la paraoxonasi-1 (PON-1), una glicoproteina di origine epatica, diminuisce in corso di infiammazione a causa della presenza di stress ossidativo. La sua misurazione è stata recentemente validata nel cavallo, ma il suo ruolo come marker clinico non è ancora noto.

L’obiettivo di questo studio trasversale, che ha coinvolto 3 ospedali veterinari per un totale di 172 campioni di sangue prelevati da 58 cavalli malati, era quello di valutare la sensibilità, la specificità e il rapporto di verosimiglianza (likelihood ratio) dell'attività della PON-1 nell’identificare i cavalli affetti da sindrome da risposta infiammatoria sistemica (SIRS, systemic inflammatory response syndrome) o i cavalli con prognosi sfavorevole.

Domenica, 22 Marzo 2020 10:41

Fratture nel gatto: confronto tra impianti

locL’obiettivo di questo studio sperimentale era quello di confrontare il comportamento torsionale di due chiodi intramidollari ad angolo fisso (I-Loc e Targon) con quello delle placche di bloccaggio e compressione (LCP, locking compression plate). Inoltre, è stato valutato l'effetto della rimozione dell'impianto sulla forza torsionale di surrogati ossei felini espiantati intatti.

Un totale di 6 impianti (I-Loc 3 e 4, Targon 2.5 e 3.0, LCP 2.0 e 2.4) sono stati utilizzati per stabilizzare fratture su costrutti che sono poi stati testati in torsione. Per simulare la rimozione dell'impianto, sui surrogati intatti sono stati eseguiti fori che mimassero quelli effettuati per ciascun tipo di impianto e il surrogato è stato successivamente ruotato fino al cedimento. Sono state confrontate la cedevolezza torsionale (TC, torsional compliance), lo scorrimento angolare (AD, angular deformation) e la forza di torsione necessaria per determinare il cedimento (FT, failure torque).

Domenica, 22 Marzo 2020 10:35

Ostruzione uretrale da urolitiasi nel becco

urolitgoatL’obiettivo di questo case series era quello di descrivere il trattamento di 8 becchi con ostruzione uretrale secondaria a urolitiasi tramite cistostomia con inserimento del catetere cistostomico e uretrotomia.

I dati estrapolati dalle cartelle cliniche comprendevano il segnalamento, l’anamnesi, i reperti dell'esame fisico, i risultati diagnostici, i trattamenti perioperatori, i dettagli dell’intervento, la durata del ricovero, le complicanze intraoperatorie e postoperatorie, l'analisi dell'urolita e il tempo necessario affinchè la pervietà uretrale fosse ristabilita. Il follow-up a lungo termine (> 12 mesi) è stato ottenuto tramite e-mail o interviste telefoniche dei proprietari o mediante esame clinico.

pelvic fracture catsL’obiettivo di questo studio retrospettivo era quello di caratterizzare e valutare i fattori di rischio per comorbilità e morte in 280 gatti con fratture pelviche.

Le informazioni estrapolate dalle cartelle cliniche includevano il segnalamento, il meccanismo lesivo, i reperti clinici, le indagini di diagnostica per immagini, il tipo e il numero di lesioni concomitanti sulla base della posizione anatomica, il tipo di terapia e la sopravvivenza. Le fratture pelviche sono state classificate in base alla posizione e alla gravità.

Domenica, 22 Marzo 2020 10:11

Fruttosamine ed emoglobina glicata

doggliccotrlL’obiettivo di questo studio era quello di valutare le performance di 2 metodiche per la misurazione della concentrazione sierica delle fruttosamine e dell’emoglobina glicata (HbA1c) e confrontare l'utilità delle 2 proteine glicate per la valutazione del controllo glicemico nei cani con diabete mellito.

Per il primo scopo sono stati impiegati campioni di sangue di 40 cani sani, di 13 cani diabetici e di 23 cani anemici normoglicemici; per il secondo scopo, sono state valutate un totale di 200 visite di controllo in 46 cani diabetici.

blinesLa finalità di questo studio prospettico di tipo multicentrico era quella di indagare se l'ecografia polmonare (LUS, lung ultrasonography) eseguita nelle porzioni di polmone che avvolgono il cuore e che sono in contatto con il pericardio (LUS pericardica), possa essere utilizzata per la diagnosi di edema polmonare cardiogeno (CPE, cardiogenic pulmonary edema) nei cani con malattia degenerativa della valvola mitrale (DMVD, degenerative mitral valve disease).

Lo studio ha incluso 15 cani sani (gruppo di controllo) e 26 cani con DMVD, questi ultimi divisi in due gruppi a seconda della presenza (n=11) o meno (n=15) di CPE. In tutti i cani sono state effettuate delle radiografie toraciche, l'ecocardiografia e la LUS pericardica. Per quanto riguarda quest’ultima, la scansione in asse corto del ventricolo sinistro è stata ottenuta con una sonda cardiaca (cane in posizione di riposo parasternale destra) ed è stato quantificato il numero di linee B. L’accuratezza della LUS pericardica per la diagnosi di CPE è stata valutata usando come standard di riferimento la radiografia toracica.

kidney 1762218Nella medicina bovina l'analisi delle urine non viene abitualmente utilizzata e non esistono evidenze che il rapporto proteine/creatinina urinarie (UPC) possa avere una utilità nella diagnosi di malattie renali in questa specie.

L'obiettivo di questo studio era quello di quantificare l’UPC in bovini clinicamente sani ma con diverse malattie renali subcliniche al fine di indagare se l'UPC possa svolgere un ruolo nel differenziare i bovini con patologia renale subclinica da quelli senza.

Pagina 1 di 40

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.