Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6888 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Gaia Carotenuto Med Vet PhDstudent

Gaia Carotenuto Med Vet PhDstudent

pleural effusionQuesto studio vuole determinare se i criteri di Light semplificati (concentrazione di lattato deidrogenasi nel versamento pleurico e delle proteine totali sieriche) siano in grado di identificare la natura del versamento pleurico nel cane e valutare l’accuratezza di questi criteri rispetto alla classificazione veterinaria tradizionale basata sulla concentrazione delle proteine totali nel versamento pleurico (TPp, pleural effusion total protein) e sulla conta delle cellule nucleate (TNCCp, nucleated cell count).

Sono stati inclusi 100 cani con versamento pleurico. L'eziologia del versamento è stata utilizzata per classificarne la fisiopatologia. I parametri misurati includevano i criteri di Light semplificati, TPp e TNCCp. È stata valutata l'utilità diagnostica dei due metodi nel classificare la natura del versamento pleurico.

Sabato, 11 Luglio 2020 13:56

Duplicazione rettale in un gatto

duplicazione rettaleUn gatto europeo, maschio intero di 3 anni e 8 mesi è stato portato in visita per prolasso rettale ricorrente, tenesmo e dolore durante la defecazione. Precedenti trattamenti medici e chirurgici non avevano portato a un risultato soddisfacente. Il prolasso rettale era recidivato dopo 2 settimane dall’ultimo trattamento.

All'esame clinico veniva palpata, per via transrettale, una massa intraluminale. All’esame TC la massa era di natura cistica ed è stata asportata chirurgicamente mediante un approccio transanale. Le pareti della cisti, istologicamente, erano costituite da tre strati: mucosa, muscularis mucosa e sottomucosa. La diagnosi definitiva era di duplicazione rettale.

Giovedì, 09 Luglio 2020 18:55

Trattamento della parvovirosi felina

FPVIl parvovirus felino (FPV, Feline parvovirus) causa una grave gastroenterite e leucopenia nel gatto e la prognosi è sfavorevole. In letteratura non sono presenti informazioni su trattamenti specifici. Gli oligodeossinucleotidi CpG di classe A (CpG-A, Class A CpG oligodeoxynucleotides) sono brevi sequenze di DNA a singolo filamento, che stimolano la produzione di interferone di tipo I. Nel gatto, i CpG-A inducono una risposta antivirale in vivo e inibiscono la replicazione del FPV in vitro.

Lo scopo di questo studio prospettico consiste nell’indagare, nei gatti naturalmente infetti da FPV, gli effetti del CpG-A su: sopravvivenza, score clinico, reperti ematologici, risposta antivirale (citochine), viremia ed eliminazione fecale (qPCR in tempo reale).

Mercoledì, 08 Luglio 2020 08:18

Levetiracetam nel cane

levetiracetam1In medicina veterinaria, il levetiracetam (LEV) è un farmaco antiepilettico ben tollerato, con lievi-moderati effetti collaterali. I cambiamenti comportamentali sono raramente segnalati negli animali. Al contrario, in medicina umana è stata spesso descritta l’influenza del LEV sul comportamento.

Gli autori ipotizzano che, nei cani con crisi convulsive, il levetiracetam induca cambiamenti comportamentali o causi un'intensificazione dei disturbi comportamentali preesistenti.

Martedì, 07 Luglio 2020 15:11

Sistema cardiovascolare e invecchiamento

oldcatL’obiettivo dello studio era determinare l’impatto dell’invecchiamento sul sistema cardiovascolare di gatti adulti sani.

Sono stati utilizzati 6 gatti da esperimento. L’ecocardiografia e la misurazione della pressione sanguigna sistolica (SBP, systolic blood pressure) sono state eseguite, in tutti i gatti, ogni anno per 8 anni consecutivi (da 1 a 8 anni di età). Sono stati valutati i cambiamenti legati all'età delle strutture del ventricolo sinistro (LV, left ventricular), della funzione sistolica e diastolica e della SBP.

meflochina2Questo studio preliminare vuole indagare il profilo farmacocinetico della meflochina come potenziale trattamento per le infezioni da Coronavirus felino o da Calicivirus felino.

A 7 gatti clinicamente sani sono stati somministrati, per via orale, 62,5 mg di meflochina due volte alla settimana per quattro somministrazioni totali. Le concentrazioni plasmatiche di meflochina sono state misurate per 336 ore mediante cromatografia liquida ad alta prestazione (HPLC, high pressure liquid chromatography).

addisonI cani con ipoadrenocorticismo (HA, hypoadrenocorticism) mostrano spesso sintomi di malattia gastrointestinale (SGD, signs of gastrointestinal disease). Non si conosce la prevalenza di cani con HA, portati in visita per SGD cronica.

Gli obiettivi di questo studio multicentrico erano: determinare la prevalenza di HA nei cani con SGD cronica e identificare le variabili cliniche e di laboratorio caratteristiche dell’HA.

Venerdì, 03 Luglio 2020 07:36

Dermatite del pastorale

EPD2La dermatite del pastorale del cavallo (EPD, Equine pastern vasculitis) è una patologia non comune della specie equina. Le cause sottostanti sono difficili da determinare, specialmente quando si tratta di infezioni batteriche.

Un cavallo da sella Francese di 13 anni è stato visitato per una EPD insorta 6 settimane prima della visita. L'esame istopatologico, effettuato su campioni di biopsia cutanea, evidenziava una vasculite a carico dei vasi di piccolo calibro. Alla coltura batterica, ottenuta da una biopsia cutanea profonda, si assisteva alla crescita in purezza di Pseudomonas aeruginosa multi-resistente (MRPA, multidrug-resistant Pseudomonas aeruginosa). La remissione clinica è stata osservata dopo un ciclo di enrofloxacina di sei settimane e le lesioni non sono recidivate.

SDMA HTQuesto studio ha l’obiettivo di valutare la dimetilarginina simmetrica (SDMA, symmetric dimethylarginine) nei gatti ipertiroidei prima e dopo il trattamento con iodio radioattivo e di determinare in che modo il valore pretrattamento della SDMA si correli allo sviluppo di iperazotemia post-trattamento.

Sono stati inclusi 84 gatti normoazotemici nei quali erano state misurate le concentrazioni sieriche di SDMA e creatinina prima del trattamento (T0) con radioiodio e dopo 1, 3 e 6 mesi.

Mercoledì, 24 Giugno 2020 13:20

Proteina C-reattiva salivare e sierica nel cane

CRPQuesto studio vuole caratterizzare la differenza tra lo stato infiammatorio e non-infiammatorio in cani malati misurando la concentrazione salivare di proteina C-reattiva (CRP, C-reactive protein). È stata, inoltre, valutata un’eventuale correlazione tra le concentrazioni salivari e sieriche di CRP.

Le concentrazioni di CRP sono state misurate in 32 cani. In base alle concentrazioni sieriche di CRP, i cani sono stati suddivisi in 2 gruppi: “infiammatorio” e “non-infiammatorio”.

Pagina 1 di 46

SCIVAC Rimini Web

eveditoria Editoria Scientifica

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.