Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6493 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Gaia Carotenuto Med Vet PhDstudent

Gaia Carotenuto Med Vet PhDstudent

lapa aove richL’obiettivo di questo studio prospettico randomizzato, in cieco, controllato con placebo era quello di confrontare la risposta al dolore in cavalle sottoposte ad ovariectomia laparoscopica monolaterale in stazione a seconda che ricevessero una anestesia topica o inoculata nel peduncolo ovarico.

Quindici cavalle sane sono state sottoposte ad ovariectomia paralombare destra o sinistra per via laparoscopica. Le fattrici sono state divise in due gruppi di trattamento e volumi uguali di mepivacaina sono stati somministrati per via topica (n = 8) o per inoculazione nel peduncolo ovarico (n = 7). Parallelamente, a ciascuna cavalla è stata somministrata della soluzione salina per inoculazione (n = 8) o per via topica (n = 7). La risposta al dolore è stata valutata mediante la scala analogica visiva e le concentrazioni perioperatorie di cortisolo sierico.

famciclovirLo scopo di questo studio era quello di valutare gli effetti della somministrazione di famciclovir nei gatti con malattia acuta delle vie aeree superiori.

Sono stati inclusi 24 gattini con sintomi clinici compatibili con malattia acuta delle vie aeree superiori. Tali soggetti sono stati randomizzati in 2 gruppi: al gruppo D (n=12) è stata somministrata doxiciclina da sola (5 mg/kg PO q12h) per un massimo di 3 settimane; al gruppo DF (n=12) è stata somministrata doxiciclina in associazione a famciclovir (90 mg/kg PO q12h) per un massimo di 3 settimane. La gravità della malattia clinica è stata valutata al momento dell’inclusione nello studio e quotidianamente fino alla sospensione delle terapie. I tamponi oculo-orofaringei raccolti all’inizio e alla fine del protocollo terapeutico sono stati valutati mediante PCR quantitativa per herpesvirus felino di tipo 1 (FHV-1), calicivirus felino (FCV), Chlamydia felis, Bordetella bronchiseptica e Mycoplasma felis.

BTAIl megaesofago (ME, megaesophagus) nel cane è una patologia associata ad una prognosi a lungo termine sfavorevole. Nelle persone, l'acalasia dello sfintere esofageo distale (LES, lower esophageal sphincter) è una causa rara di ME; in questi casi, il ME può risolversi a seguito della risoluzione dell’acalasia. Recentemente, anche nella specie canina è stata descritta una sindrome simile all’acalasia dello sfintere esofageo distale (LES-AS, LES achalasia-like syndrome).

L’obiettivo di questo studio retrospettivo era quello di valutare la risposta dei cani con LES-AS alla dilatazione meccanica o all'iniezione di tossina botulinica A (TBA), con o senza miotomia chirurgica e fundoplicatio. Gli autori ipotizzano che i sintomi clinici e le alterazioni evidenziate alle indagini videofluoroscopiche durante l’atto di deglutizione (VFSS) migliorino in seguito alla risoluzione dell'ostruzione funzionale a carico dello LES.

ab ingestis gattoUno studio retrospettivo ha descritto la sindrome clinica della polmonite ab ingestis e ne ha indagato i fattori predisponenti.

Sono state esaminate le cartelle cliniche di gatti con una diagnosi di “polmonite ab ingestis” o di “broncopolmonite”. Sono stati inclusi i casi che avessero una cartella clinica completa e tre radiografie toraciche con pattern polmonari compatibili con polmonite ab ingestis e che non avessero nessun reperto radiografico o rilievi clinici suggestivi di altre patologie polmonari o cardiache.

pugsIl trattamento chirurgico dei diverticoli aracnoidei spinali (SAD, spinal arachnoid diverticula) è associato ad una percentuale di successo pari all’82% dei casi.

Gli autori di questo studio hanno ipotizzato che i Carlini trattati chirurgicamente per SAD toracolombare abbiano una prognosi favorevole nel breve termine e scarsa nel lungo termine.

Mercoledì, 26 Giugno 2019 07:45

Agobiopsia epatica nel porcellino d’India

cavia biopsiaUno studio ha descritto una tecnica di agobiopsia nel porcellino d’India (Cavia porcellus) e ha valutato l’incidenza delle complicazioni che si verificano a seguito di tale procedura.

Sono state eseguite biopsie ecoguidate del lobo epatico destro usando un ago Tru-Cut in 36 porcellini d’India sani.

Domenica, 23 Giugno 2019 18:11

Peritonite idiopatica nel cavallo

peritonitis 1 585x322La peritonite idiopatica nel cavallo viene solitamente trattata con terapia antimicrobica ad ampio spettro per lunghi periodi e ha una prognosi riservata. Spesso la peritonite idiopatica è osservata come complicazione di lesioni traumatiche che coinvolgono la cavità addominale, la rottura dell’intestino o la chirurgia addominale. Sono stati descritti, tuttavia, casi di peritonite idiopatica nei quali non sono state identificate cause sottostanti. In Svezia la peritonite idiopatica viene riscontrata di frequente e, contrariamente alla peritonite secondaria a cause traumatiche, i cavalli affetti sembrano rispondere positivamente alla terapia medica.

Uno studio retrospettivo si è posto l’obiettivo di descrivere i segni clinici, i reperti clinico-patologici, i risultati delle colture batteriche, i regimi di trattamento e i tassi di sopravvivenza dei cavalli con peritonite idiopatica.

230117 landgate farm cattle P1010736Studi precedenti hanno dimostrato che la gravità delle lesioni polmonari valutata, al momento della diagnosi di broncopolmonite (BP), mediante ecografia toracica (ECO-t) è in grado di predire la morte nei manzi che, a seguito della diagnosi, non sono stati sottoposti ad alcun tipo di trattamento. Attualmente non ci sono studi in letteratura che confermino che tali lesioni polmonari rilevate tramite ECO-t siano associate ad outcome negativi nei bovini con BP che, a seguito della diagnosi, siano stati sottoposti ad una terapia medica.

L’obiettivo di questo studio era quello di indagare se la gravità delle lesioni polmonari rilevate con ECO-t influenzasse il tasso di recidiva e l’incremento ponderale medio giornaliero (IPMG) dei bovini da carne alla prima diagnosi di BP.

probio for dogFrequentemente i cani vengono portati a visita per l’esordio acuto di diarrea. L’efficacia di specifiche paste probiotiche anti-diarroiche (PPAD) nella gestione della diarrea acuta non complicata non è stato indagato.

Gli autori di questo studio multicentrico in doppio cieco, controllato con placebo hanno ipotizzato che la somministrazione di una PPAD contenente Enterococcus faecium 4b1707 migliorerà l'outcome clinico della diarrea acuta non complicata rispetto al placebo.

Venerdì, 21 Giugno 2019 09:42

Test sierologici per la Toxoplasmosi felina

serological testI gatti domestici e altri felidi sono ospiti definitivi per il protozoo zoonosico Toxoplasma gondii. Negli studi epidemiologici, vari test sierologici sono stati impiegati per stimare la percentuale di gatti che hanno avuto un contatto con il parassita. La sieropositività indica un'esposizione precedente e si suppone che i gatti sieropositivi abbiano eliminato le oocisti del parassita e che siano cronicamente infetti.

In questo studio, sono stati utilizzati 200 sieri di gatti campionati in maniera randomizzata da una popolazione comunemente esposta al parassita. I campioni sono stati inizialmente sottoposti a un test di screening commerciale per la presenza di immunoglobuline G (IgG) contro T. gondii, che consiste in una agglutinazione diretta modificato (ADM: Toxo-Screen DA; bioMérieux SA, Marcy-l'Étoile, Francia); successivamente gli stessi campioni sono stati analizzati utilizzando un test commerciale enzyme-linked immunosorbent assay (ELISA: VectoToxo-anticorpi [VektoTokso- antytila], VectorBest, Novosibirsk, Federazione Russa).

Pagina 2 di 28

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.