Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7700 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Gaia Carotenuto Med Vet PhDstudent

Gaia Carotenuto Med Vet PhDstudent

CSF collectionL’obiettivo di questo studio prospettico era quello di identificare i fattori di rischio per la contaminazione ematica durante la raccolta del liquido cerebrospinale (LCS) nella specie canina.

Lo studio è stato condotto su 170 campioni di LCS. I dati raccolti includevano il segnalamento del paziente, il punteggio delle condizioni corporee (BCS, body condition score), il sito di raccolta del liquido cerebrospinale (cisterna cerebellomidollare, detta anche cisterna magna, o cisterna lombare), il numero di tentativi, l'esperienza del medico, la diagnosi finale, l'ora del giorno, la conformazione del cranio e il giorno della settimana. I campioni sono stati analizzati ed è stata registrata la presenza di contaminazione ematica (globuli rossi >500/µl).

Domenica, 09 Febbraio 2020 20:23

Milza a nido d'ape nel gatto

honcocatLo scopo di questo studio era quello di indagare la prevalenza dell’aspetto a nido d'ape (honeycomb) della milza in una popolazione di 25 gatti e di determinare il valore diagnostico di questa alterazione rispetto alla diagnosi definitiva, alla citologia splenica e ai riscontri ematologici.

La prevalenza dell’aspetto a nido d'ape era del 6,8%. Nessuna delle citologie spleniche era stata considerata normale; in particolare erano stati riscontrati quattro tipi di lesioni: iperplasia linfoide (64%), neoplasia (16%), ematopoiesi extramidollare (12%) e splenite (8%). Un aspetto a nido d'ape è stato identificato con successo con una sonda lineare ad alta frequenza in tutti i gatti, ma solo nel 36% dei casi con la sonda micro-convex. Le informazioni relative al follow-up erano disponibili per 4 gatti, e in tutti e 4 i soggetti l'aspetto a nido d'ape persisteva fino a 105 giorni dopo il primo esame ecografico. I gatti con diagnosi citologica di ematopoiesi extramidollare presentavano la più bassa concentrazione plasmatica di emoglobina (P = 0,011).

Giovedì, 06 Febbraio 2020 19:09

Leishmaniosi: ruolo degli immunocomplessi

leishimmcTra gli animali domestici, i cani sono il principale serbatoio della Leishmania infantum. Quando l’infezione non è controllata, si assiste ad una imponente risposta immunitaria di tipo umorale, che però non è efficace nel combattere il parassita. Precedenti studi hanno suggerito che quando il rapporto antigene/anticorpo è caratterizzato da una moderata prevalenza degli antigeni rispetto agli anticorpi si può assistere alla formazione di immunocomplessi circolanti (ICC). La deposizione di questi complessi nei tessuti è stata associata a vasculite, uveite, artrite, dermatite e soprattutto glomerulonefrite e insufficienza renale. Tuttavia, si sa poco sulla relazione tra la presenza di ICC e la progressione della malattia.

Lo scopo di questo studio era quello di valutare i livelli sierici di ICC e la loro correlazione con la gravità della malattia nei cani infetti con diversi stadi della malattia e animali non infetti utilizzati come controlli sani.

Canine plateletsI cani con nefropatia proteino-disperdente (PLN, protein-losing nephropathy) vengono trattati con antiaggreganti piastrinici per tromboprofilassi, ma non esiste un metodo standardizzato per oggettivare la risposta terapeutica. Non si conosce, inoltre, se le concentrazioni dei metaboliti del clopidogrel (CM, clopidogrel metabolite) differiscono tra cani sani e cani con PLN.

L’obiettivo di questo studio consiste nel valutare la risposta all'aspirina o al clopidogrel nei cani con PLN tramite l'aggregometria piastrinica (PA, platelet aggregometry) e confrontare i CM tra cani sani e cani con PLN.

Martedì, 28 Gennaio 2020 21:38

Mandibolectomia nel gatto

mandibolectomia2Questo case-series ha voluto descrivere l’outcome di 8 gatti sottoposti a mandibolectomia radicale.

Sono state revisionate le cartelle cliniche per selezionare gatti con una diagnosi confermata di neoplasia del cavo orale e che fossero stati sottoposti a mandibolectomia radicale. I dati raccolti includevano: informazioni demografiche, procedura chirurgica, diagnosi istopatologica, gestione postoperatoria ed outcome.

angolo tibialeLo scopo di questo studio retrospettivo era quello di valutare l'angolo di inclinazione del piatto tibiale (TPA, tibial plateau angle) medio in una vasta popolazione di cani e di indagare se la razza o la gonadectomia avessero un'associazione significativa con un TPA patologico.

Sono stati inclusi cani con rottura del legamento crociato craniale (CrCL, cranial cruciate ligament) sottoposti a stabilizzazione chirurgica dinamica. DI tali soggetti sono state registrate le informazioni relative al segnalamento, ai riscontri clinici, al TPA preoperatorio e i referti chirurgici.

dilstatsdgastL’obiettivo di questo studio era quello di indagare lo stato acido-base e i valori emogasanalitici in conigli con stasi gastrica e sindrome da dilatazione gastrica.

Sono stati inclusi 30 conigli con sintomi e radiografie coerenti con stasi gastrica e sindrome da dilatazione gastrica ai quali sono stati effettuati degli emogas arteriosi prima, durante e dopo il trattamento.

leishmaniosisI cani domestici costituiscono il serbatoio principale di Leishmania infantum e svolgono un ruolo chiave nella trasmissione all'uomo. Lo strumento principale per controllare la diffusione dell'infezione è l’utilizzo di un vaccino sicuro ed efficace, poiché l'immunizzazione efficace dei cani potrebbe ridurre significativamente l'incidenza della leishmaniosi viscerale umana (VL, visceral leishmaniosis) e rappresenta la strategia di controllo più conveniente. I fattori che determinano la progressione della malattia nella leishmaniosi canina (CanL, canine leishmaniosis) rimangono scarsamente compresi, sebbene uno studio precedente su cani con infezione naturale abbia dimostrato una chiara relazione tra la presenza di immunocomplessi circolanti (CIC, circulating immune complexes) nel sangue e la progressione della malattia.

Lo scopo di questo studio consiste nel confrontare i livelli di CIC nei campioni di siero di cani vaccinati e di cani non vaccinati con LetiFend®, un nuovo vaccino contenente la proteina ricombinante Q, infettati sperimentalmente con L. infantum.

Nel cane, il sarcoma istiocitico (HS, histiocytic sarcoma) che colpisce il sistema nervsarcoma istiociticooso centrale (CNS, central nervous system) può presentarsi come malattia primaria o disseminata, spesso caratterizzata da infiammazione. La prognosi è sfavorevole e la differenziazione, tramite imaging, dagli altri tumori del CNS può risultare difficile.

Uno studio retrospettivo ha voluto caratterizzare le alterazioni clinico-patologiche infiammatorie, la predisposizione di razza e la sopravvivenza nei cani con HS del CNS.

Venerdì, 20 Dicembre 2019 07:28

Prolasso uterino in 3 conigli domestici

rabbitQuesto report descrive una tecnica chirurgica per la risoluzione del prolasso uterino nel coniglio.

In tre conigli domestici è comparsa, entro 24 ore dal parto, una massa rossa che sporgeva dalla vagina ed è stato diagnosticato un prolasso uterino.

Pagina 11 di 47

vetchannel.jpg

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares
0
Shares