Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6771 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Gaia Carotenuto Med Vet PhDstudent

Gaia Carotenuto Med Vet PhDstudent

ipertensione polmonareL'ipertensione polmonare (PH, Pulmonary hypertension) può instaurarsi in seguito a diverse patologie cardiopolmonari. L’uso del sildenafil ha migliorato la gestione dei cani affetti da PH.

Questo trial clinico ha avuto l’obiettivo di valutare la risposta al sildenafil nei cani con PH secondaria a patologie respiratorie.

Martedì, 11 Febbraio 2020 18:35

Uso responsabile degli antibiotici nel cavallo

eqantimicrGli obiettivi di questo studio erano quello di valutare il tasso di resistenza batterica a una combinazione di penicillina+gentamicina per via parenterale e a una combinazione di trimetoprim+sulfametossazolo per via orale e, in secondo luogo, quello di determinare il tasso di resistenza agli antimicrobici di seconda linea quando quelli di prima linea non sono efficaci.

Lo studio è consistito in un’analisi retrospettiva delle concentrazioni minime inibenti (MIC, minimal inhibitory concentration) degli antimicrobici in un campione costituito da 6354 colture batteriche, di cui 365 ottenute da pratiche ambulatoriali e 519 da un ospedale di riferimento.

Martedì, 11 Febbraio 2020 18:22

Ferite da morso nel gatto

torcatwoL’obiettivo di questo studio retrospettivo era quello di descrivere i riscontri clinici, radiografici e chirurgici di gatti con ferite da morso di cane a localizzazione toracica e quello di valutare l’outcome e i fattori di rischio associati alla mortalità.

Sono state raccolte le informazioni relative alla presentazione clinica, alla profondità e alla gestione della ferita, i reperti radiografici, quelli chirurgici e la mortalità. La profondità della ferita è stata definita come: assenza di lesioni di continuo cutanee, ferita superficiale, ferita profonda o ferita penetrante. La gestione della ferita è stata definita come: conservativa, esplorativa o esplorativa toracica.

Martedì, 11 Febbraio 2020 18:15

Cistectomia parziale nel cane

bladder caL’obiettivo di questo studio clinico prospettico e multicentrico era quello di descrivere l'uso di una pinza di sigillatura bipolare per la cistectomia parziale in cani sottoposti a escissione di tumori vescicali.

Nello studio sono stati inclusi 7 cani con lesioni a carico della parete vescicale ma non di pertinenza del trigono. I cani sono stati sottoposti a cistectomia parziale con l’impiego della pinza di sigillatura bipolare, con o senza guida cistoscopica. Il sito della cistectomia è stato poi assicurato tramite una sutura semplice continua a singolo strato con un filo monofilamento riassorbibile.

Domenica, 09 Febbraio 2020 20:39

Cateterismo endovenoso nei grossi animali

cathgoatsheepI ruminanti ospedalizzati sono frequentemente sottoposti all’inserimento del catetere endovenoso. Ad oggi, le informazioni relative alle possibili complicazioni associate al cateterismo endovenoso in queste specie sono molto limitate.

Le ipotesi degli autori di questo studio prospettico osservazionale erano che la prevalenza delle infezioni del catetere endovenoso nei ruminanti ospedalizzati fosse maggiore al 50%; che avessero maggiori probabilità di essere infetti i cateteri endovenosi mantenuti in sede per più di 5 giorni rispetto a quelli mantenuti per meno di 5 giorni e, infine, che fossero a rischio più elevato di infezione i cateteri endovenosi posizionati in modo non asettico rispetto a quelli posizionati in modo asettico.

CSF collectionL’obiettivo di questo studio prospettico era quello di identificare i fattori di rischio per la contaminazione ematica durante la raccolta del liquido cerebrospinale (LCS) nella specie canina.

Lo studio è stato condotto su 170 campioni di LCS. I dati raccolti includevano il segnalamento del paziente, il punteggio delle condizioni corporee (BCS, body condition score), il sito di raccolta del liquido cerebrospinale (cisterna cerebellomidollare, detta anche cisterna magna, o cisterna lombare), il numero di tentativi, l'esperienza del medico, la diagnosi finale, l'ora del giorno, la conformazione del cranio e il giorno della settimana. I campioni sono stati analizzati ed è stata registrata la presenza di contaminazione ematica (globuli rossi >500/µl).

Domenica, 09 Febbraio 2020 20:23

Milza a nido d'ape nel gatto

honcocatLo scopo di questo studio era quello di indagare la prevalenza dell’aspetto a nido d'ape (honeycomb) della milza in una popolazione di 25 gatti e di determinare il valore diagnostico di questa alterazione rispetto alla diagnosi definitiva, alla citologia splenica e ai riscontri ematologici.

La prevalenza dell’aspetto a nido d'ape era del 6,8%. Nessuna delle citologie spleniche era stata considerata normale; in particolare erano stati riscontrati quattro tipi di lesioni: iperplasia linfoide (64%), neoplasia (16%), ematopoiesi extramidollare (12%) e splenite (8%). Un aspetto a nido d'ape è stato identificato con successo con una sonda lineare ad alta frequenza in tutti i gatti, ma solo nel 36% dei casi con la sonda micro-convex. Le informazioni relative al follow-up erano disponibili per 4 gatti, e in tutti e 4 i soggetti l'aspetto a nido d'ape persisteva fino a 105 giorni dopo il primo esame ecografico. I gatti con diagnosi citologica di ematopoiesi extramidollare presentavano la più bassa concentrazione plasmatica di emoglobina (P = 0,011).

Giovedì, 06 Febbraio 2020 19:09

Leishmaniosi: ruolo degli immunocomplessi

leishimmcTra gli animali domestici, i cani sono il principale serbatoio della Leishmania infantum. Quando l’infezione non è controllata, si assiste ad una imponente risposta immunitaria di tipo umorale, che però non è efficace nel combattere il parassita. Precedenti studi hanno suggerito che quando il rapporto antigene/anticorpo è caratterizzato da una moderata prevalenza degli antigeni rispetto agli anticorpi si può assistere alla formazione di immunocomplessi circolanti (ICC). La deposizione di questi complessi nei tessuti è stata associata a vasculite, uveite, artrite, dermatite e soprattutto glomerulonefrite e insufficienza renale. Tuttavia, si sa poco sulla relazione tra la presenza di ICC e la progressione della malattia.

Lo scopo di questo studio era quello di valutare i livelli sierici di ICC e la loro correlazione con la gravità della malattia nei cani infetti con diversi stadi della malattia e animali non infetti utilizzati come controlli sani.

Canine plateletsI cani con nefropatia proteino-disperdente (PLN, protein-losing nephropathy) vengono trattati con antiaggreganti piastrinici per tromboprofilassi, ma non esiste un metodo standardizzato per oggettivare la risposta terapeutica. Non si conosce, inoltre, se le concentrazioni dei metaboliti del clopidogrel (CM, clopidogrel metabolite) differiscono tra cani sani e cani con PLN.

L’obiettivo di questo studio consiste nel valutare la risposta all'aspirina o al clopidogrel nei cani con PLN tramite l'aggregometria piastrinica (PA, platelet aggregometry) e confrontare i CM tra cani sani e cani con PLN.

Martedì, 28 Gennaio 2020 21:38

Mandibolectomia nel gatto

mandibolectomia2Questo case-series ha voluto descrivere l’outcome di 8 gatti sottoposti a mandibolectomia radicale.

Sono state revisionate le cartelle cliniche per selezionare gatti con una diagnosi confermata di neoplasia del cavo orale e che fossero stati sottoposti a mandibolectomia radicale. I dati raccolti includevano: informazioni demografiche, procedura chirurgica, diagnosi istopatologica, gestione postoperatoria ed outcome.

Pagina 4 di 40

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.