Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6617 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Gaia Carotenuto Med Vet PhDstudent

Gaia Carotenuto Med Vet PhDstudent

Domenica, 15 Settembre 2019 20:56

Integrazioni vitaminiche nella specie suina

maiale 2Ad oggi, le informazioni relative al fabbisogno vitaminico nella specie suina sono ancora limitate e spesso si utilizzano diete con concentrazioni vitaminiche al di sopra dei valori suggeriti dalle tabelle nutrizionali.

Questo studio mirava a valutare l'effetto della somministrazione di integratori vitaminici alle scrofe in gestazione e allattamento e alle loro nidiate. In particolare, nel caso delle scrofe venivano valutati gli effetti sulle performance riproduttive e le condizioni corporee, nel caso dei suinetti venivano valutati gli effetti sulle performance e sul profilo immunitario dalla nascita alla macellazione.

Venerdì, 06 Settembre 2019 07:19

Doping nel cavallo

 99735355 horseracing getty 1Caffeina e teofillina sono sostanze dopanti proibite negli sport equestri. I residui di queste sostanze nei cavalli possono essere conseguenti a una somministrazione intenzionale o all'assunzione involontaria di alimenti contaminati. La Federazione delle Autorità Ippiche Internazionali del Galoppo ha recentemente introdotto i limiti internazionali di residui (IRL, international residue limits) per facilitare la discriminazione tra concentrazioni farmacologiche rilevanti e irrilevanti.

Uno studio ha indagato la validità scientifica di questi IRL. È stata eseguita un'analisi sistematica per valutare i IRL mediante diversi approcci statistici utilizzando i dati di farmacocinetica pubblicati.

Venerdì, 06 Settembre 2019 07:01

Enfisema epatico nel cane e nel gatto

enfis epaLo scopo di questo studio retrospettivo era quello di valutare i rilievi clinici e l’outcome per i diversi pattern ecografici di enfisema epatico nel cane e nel gatto.

Sono stati inclusi cani e gatti con diagnosi ecografica di enfisema epatico per i quali si conoscesse l’outcome. Sono stati registrati i seguenti dati: pattern ecografici di enfisema epatico (parenchimale, venoso portale, biliare), segni clinici, esami di laboratorio e outcome (favorevole, scarso).

epatoidiUno studio retrospettivo ha indagato l’utilità diagnostica di singoli criteri citologici e la migliore combinazione di questi per differenziare le lesioni proliferative benigne da quelle maligne delle ghiandole perianali nel cane.

Sono stati rivalutati i preparati citologici di lesioni proliferative delle ghiandole perianali per le quali si disponesse di una diagnosi istopatologica.

laminitis horseLa sindrome navicolare del cavallo, una causa comune di zoppia degli arti anteriori, è associata a modificazioni patologiche dell'osso navicolare. In corso di tale malattia, è stata raccomandata la somministrazione di bifosfonati al fine di aumentare il turnover osseo.

Il presente studio mirava a valutare l'efficacia clinica dell'acido clodronico somministrato per via intramuscolare in 11 cavalli con caratteristiche cliniche e radiografiche compatibili con la diagnosi di sindrome navicolare.

urine ecogenL’obiettivo di questo studio era quello di indagare, nel cane e nel gatto, l’associazione tra ecogenicità del contenuto vescicale ed esame del sedimento urinario.

Gli animali inclusi nello studio sono stati sottoposti a cistocentesi ecoguidata. Le immagini ecografiche sono state archiviate e riesaminate in cieco da un singolo radiologo certificato. L'aspetto delle urine è stato descritto come "anecogeno" o "con presenza di echi". Il sedimento urinario è stato esaminato per batteriuria, piuria, ematuria, cristalluria e peso specifico ed è quindi stato classificato come "attivo" o "spento".

Martedì, 30 Luglio 2019 21:02

Linfoadenite piogranulomatosa idiopatica

piogralinfUno studio retrospettivo multicentrico ha descritto l’anamnesi, le alterazioni clinicopatologiche, i rilievi di imaging, l’aspetto citologico/istologico dei linfonodi, il trattamento e l’outcome di cani di razza English Springer Spaniel con una diagnosi di linfoadenite piogranulomatosa idiopatica.

Nello studio sono stati inclusi 64 cani. L'età mediana alla presentazione era di 6 anni. Le femmine sterilizzate erano frequentemente affette dalla patologia. Nei cani per i quali erano disponibili i dati relativi all'anamnesi e all'esame fisico diretto, sono stati riportati i seguenti segni/sintomi: piressia (83,8%), linfoadenomegalia periferica (78,4%), lesioni dermatologiche (72,9%), letargia (67,6%), iporessia (54%), diarrea (29,7%), tosse (24,3%), epistassi, starnuti o secrezione nasale (21,6%), segni oculari (21,6%) e vomito (16,2%). É stata segnalata frequentemente la presenza di linfoadenomegalia poplitea (45,3%), cervicale superficiale (35,9%) e sottomandibolare (37,5%). All’ematologia e alla chimica sierica sono state riscontrate alterazioni aspecifiche. I test per le malattie infettive sono risultati negativi in tutti i casi in cui sono stati effettuati. L’esito dell’esame citologico e/o istologico dei linfonodi ha messo in evidenza la presenza di una linfoadenite infiammatoria mista (27%), piogranulomatosa (24%), neutrofilica (20%) o granulomatosa (11%). I dettagli del trattamento erano disponibili per 38 cani: 34/38 sono stati trattati con prednisolone per una durata mediana di 15 settimane (range: da 1 a 28 settimane). In tutti i casi tranne uno è stata riportata una risposta clinica da buona a eccellente. Dieci cani hanno avuto una recidiva dopo l'interruzione del prednisolone.

Domenica, 28 Luglio 2019 16:51

Mielopatia cervicale in un coniglio

rabbitmaoUn coniglio nano di un anno d’età era stato portato in visita per la comparsa sub-acuta di tetraparesi progressiva.

Le radiografie, la TC e la risonanza magnetica hanno evidenziato la presenza di una mielopatia cervicale compressiva secondaria a una malformazione atlanto-assiale caratterizzata da aplasia parziale dell’arco dorsale dell’atlante, malformazione del dente dell’epistrofeo, malarticolazione e dislocazione laterale atlanto-occipitale.

kittenCGUno studio ha voluto indagare se vi fossero alcuni eventi/condizioni verificatisi nelle prime 16 settimane di vita che accomunassero i gatti che venivano portati dal veterinario per sintomi gastroenterici in almeno due occasioni tra i 6 e i 30 mesi di età.

Ai proprietari di 1212 gatti sono stati sottoposti 2 questionari, di cui il primo relativo alle prime 16 settimane di vita e il secondo relativo al periodo tra i 6 e i 30 mesi d’età.

MRIMMI cani con mieloma multiplo possono presentare lesioni a carico delle vertebre e conseguenti sintomi neurologici. Tuttavia, in letteratura veterinaria, sono carenti gli studi che ne descrivano i rilievi osservati alla risonanza magnetica (MRI, Magnetic Resonance Imaging).

L'obiettivo di questo studio multicentrico, retrospettivo era quello di descrivere i segni neurologici e i rilievi MRI in un gruppo di cani con mieloma multiplo visitati per dolore spinale o per la presenza di altri deficit neurologici.

Pagina 6 di 34

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.