Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6538 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Gaia Carotenuto Med Vet PhDstudent

Gaia Carotenuto Med Vet PhDstudent

Venerdì, 09 Novembre 2018 08:14

Farmacocinetica della moxidectina nel suino

Swine BreederL’obiettivo di questo studio era quello di indagare la farmacocinetica della moxidectina (MXD) nella specie suina dopo una singola somministrazione endovenosa di 1,25 mg/kg e dopo una singola somministrazione topica di 2,5 mg/kg.

I campioni ematici sono stati raccolti prima del trattamento (tempo 0) e nei 40 giorni successivi alla somministrazione.

tubo gommaL'otite esterna nel cane è una problematica comune. L’esame citologico dell'essudato auricolare è un utile test diagnostico per impostare e monitorare il trattamento dell'otite esterna. La tecnica generalmente utilizzata per la raccolta di campioni citologici prevede l’impiego di un tampone con punta in cotone inserito nella porzione verticale del canale auricolare. Recentemente è stato proposto un metodo alternativo che consiste nell’aspirare l'essudato in profondità, dalla porzione orizzontale del canale auricolare, mediante un tubicino di gomma.

Lo scopo di questo studio prospettico, randomizzato in cieco era quello di confrontare gli esiti dell’esame citologico di campioni auricolari ottenuti mediante l’impiego di due diverse tecniche di raccolta tramite la valutazione del numero di batteri, di leviti del genere Malassezia e di cellule infiammatorie.

otite esternaL'otite esterna è una comune patologia ad eziologia multifattoriale che nel cane raggiunge una prevalenza del 10-20%. Nell’uomo è stato osservato che, in condizioni di malattia, la diversità del micobiota (ossia della popolazione fungina) cutaneo aumenta, diversamente nei cani atopici è stata identificata una riduzione della varietà del micobiota cutaneo quando confrontati con i cani sani.

L’obiettivo di questo studio era quello di confrontare la composizione del micobiota auricolare, prelevato mediante l’impiego di tamponi di cotone, tra 6 cani con evidenza clinica e citologica di otite esterna e cinque cani clinicamente sani.

MRBQuesto studio è stato progettato con l’obiettivo di valutare l'efficacia di una nuova combinazione di florfenicolo/meloxicam (FM) nei vitelli con malattia respiratoria bovina.

A questo scopo, 90 vitelli sono stati infettati sperimentalmente mediante deposizione intratracheale di Mannheimia haemolytica. Sono stati inclusi solo i soggetti (n=84) che, a seguito dell’infezione avevano mostrato un rialzo termico > 39,5 °C e un punteggio clinico totale combinato (PCTC) maggiore o uguale a 3. I vitelli sono stati assegnati in modo casuale a uno di tre gruppi di trattamento: gruppo FM, trattati con la combinazione di florfenicolo/meloxicam; gruppo FF, trattati con la combinazione di florfenicolo/flunixina; gruppo di controllo (GC) trattati con soluzione fisiologica.

Mercoledì, 31 Ottobre 2018 23:45

Frazioni escretorie degli elettroliti nel cane

PUPD

Nel cane, il ruolo svolto dalle frazioni escretorie (FE) degli elettroliti per caratterizzare il danno renale acuto (AKI, acute kidney injury) e il loro significato come indicatori prognostici è scarsamente documentato.

vacca a terraRecentemente sono stati pubblicati i valori soglia della conta totale delle cellule nucleate (CTCN) e della concentrazione proteica nel liquido cerebrospinale (LCS) delle vacche con “sindrome della vacca a terra” (SVT) che suggeriscono una lesione al midollo spinale.

L’obiettivo di questo studio retrospettivo era quello di determinare la sopravvivenza a breve e a lungo termine delle vacche con SVT sottoposte all'analisi del LCS utilizzando i valori soglia riportati. Il secondo obiettivo era quello di valutare il valore prognostico di questi valori soglia per prevedere la sopravvivenza a breve e a lungo termine.

Martedì, 30 Ottobre 2018 17:08

Linfoma del sistema nervoso centrale nel cane

linfoma caneUno studio retrospettivo di tipo multicentrico ha indagato l’outcome di cani con linfoma del sistema nervoso centrale (LSNC).

Sono stati inclusi 18 cani con LSNC la cui diagnosi è stata confermata attraverso l’analisi del liquido cerebrospinale, l’analisi istopatologica, la citometria a flusso del liquido cerebrospinale e mediante la citologia del liquido cerebrospinale, dei linfonodi o della milza. A 15 cani su 18 sono stati somministrati trattamenti specifici diversi dal prednisone. Nello specifico, 3 sono stati sottoposti a chemioterapia e radioterapia dopo la decompressione chirurgica, 5 sono stati trattati con chemioterapia, 2 con radioterapia dopo decompressione chirurgica, 3 con chemioterapia dopo decompressione chirurgica e 2 con radioterapia e chemioterapia. Solo 1 cane ha ricevuto prednisone e 2 cani non hanno ricevuto alcun trattamento. La mediana del tempo di sopravvivenza complessivo era di 171 giorni (range 1-1942 giorni)

petecchieUno studio retrospettivo si è posto gli obiettivi di indagare la prevalenza della trombocitopenia in una popolazione felina, di identificare le patologie associate alla trombocitopenia e di stabilire la percentuale di gatti trombocitopenici risultati positivi al virus della leucemia felina o al virus dell’immunodeficienza felina.

La prevalenza della trombocitopenia è risultata essere del 5,9%. Le patologie ematologiche, infettive e le neoplasie sono risultate essere quelle maggiormente associate alla trombocitopenia. L’11% dei gatti trombocitopenici testati sono risultati positivi per il virus della leucemia felina, percentuale inferiore a quanto riportato precedentemente. I gatti che presentavano un’emorragia di origine sconosciuta avevano una conta piastrinica significativamente inferiore rispetto agli altri gatti trombocitopenici. La trombocitopenia immunomediata primaria è stata diagnosticata meno frequentemente rispetto a quanto non avvenga nel cane ed era associata a una conta piastrinica più bassa.

Martedì, 23 Ottobre 2018 21:25

Dieta idrolizzata di pesce e di riso nel cane

pruritoLa diagnosi di reazione avversa al cibo (AFR, Adverse Food Reaction) si basa su una dieta ad eliminazione (ED, elimination diet) di 8 settimane ed è confermata dalla ricomparsa dei sintomi alla reintroduzione della dieta precedentemente somministrata. Le diete idrolizzate sono comunemente impiegate come ED.

Sono stati inclusi in un trial clinico 50 cani con prurito non stagionale con l’obiettivo di valutare una dieta idrolizzata a base di proteine di pesce e amido di riso come ED per la diagnosi di ARF.

Martedì, 23 Ottobre 2018 21:16

Presunta neuroglicopenia nel cavallo

imagesPer neuroglicopenia si intende una carenza di glucosio nel cervello con conseguente disfunzione neuronale che può portare a morte se non trattata. La presunta neuroglicopenia non è stata ancora descritta nel cavallo.

Uno studio retrospettivo ha voluto documentare i segni neurologici dei cavalli con presunta neuroglicopenia conseguente a grave ipoglicemia.

Pagina 17 di 30

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.