Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6910 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Gaia Carotenuto Med Vet PhDstudent

Gaia Carotenuto Med Vet PhDstudent

Mercoledì, 11 Marzo 2020 07:48

Mastite bovina: ruolo della Klebsiella

dettaglio della mammella della mucca dell holstein 34747885Al genere Klebsiella appartengono diverse specie di patogeni opportunisti comunemente riconosciuti come agenti ambientali di mastite clinica. Tale infezione si associa a ripercussioni significative sia sull’individuo che sull’allevamento.

Lo scopo di questo studio era quello di caratterizzare le specie di Klebsiella coinvolte in casi clinici di mastite in Canada.

Mercoledì, 11 Marzo 2020 07:41

Sieroprevalenza della toxoplasmosi

felidiI felidi (gatti domestici e selvatici) svolgono un ruolo cruciale nell'epidemiologia del parassita Toxoplasma gondii in quanto sono gli unici ospiti in grado di espellere nell’ambiente le oocisti resistenti.

Questo studio si è posto l’obiettivo di revisionare la letteratura degli ultimi 50 anni (1967-2017) al fine di stimare la prevalenza globale di T. gondii nei felidi.

anesL’obiettivo di questo studio sperimentale cross-over era quello di valutare gli effetti della somministrazione endovenosa di maropitant sulla pressione arteriosa in cani sani svegli e negli stessi cani in condizioni di anestesia generale.

Otto Beagle adulti sani hanno ricevuto Maropitant (1 mg/kg) per via endovenosa nelle seguenti condizioni: 1) svegli con monitoraggio della pressione arteriosa non invasivo (ScNIBP), 2) svegli con monitoraggio della pressione arteriosa invasiva (ScIBP), 3) premedicati con acepromazina IM (0,005 mg/kg) e butorfanolo IM (0,2 mg/kg) indotti con propofol e anestetizzati con isoflurano (AgAB) e 4) premedicati con dexmedetomidina IM (0,005 mg/kg) e butorfanolo IM (0,2 mg/kg) indotti con propofol e anestetizzati con isoflurano (AgDB). La frequenza cardiaca (FC), la pressione sanguigna sistolica (SAP), diastolica (DAP) e media (MAP) sono state registrate prima dell'iniezione di maropitant (basale), durante i primi 60 secondi di iniezione, durante i secondi 60 secondi di iniezione, alla fine dell'iniezione e ad intervalli di 2 minuti per i 18 minuti successivi all'iniezione.

Venerdì, 06 Marzo 2020 07:41

Angio-TC nella pancreatite acuta

pancreatite acutaL'angiografia tramite tomografia computerizzata (CTA, computed tomographic angiography) è risultata essere uno strumento utile nella diagnosi di pancreatite acuta nel cane, nell'identificazione della necrosi pancreatica e nel riscontro di complicanze. Nell’uomo e nel cane è stata dimostrata una correlazione tra l'evidenza di necrosi pancreatica alla CTA e un outcome peggiore; una diagnosi precoce e un intervento tempestivo possono migliorare l’outcome di questi pazienti. Solitamente nell'uomo, la necrosi pancreatica è evidente alla CTA entro 48 ore dalla comparsa dei segni clinici, per questo motivo, vengono spesso eseguite CTA seriali. In letteratura veterinaria non sono presenti informazioni riguardo le tempistiche della CTA e l'esecuzione di CTA seriali nei cani con pancreatite acuta.

In questo studio prospettico, la CTA è stata eseguita, in cani con pancreatite acuta, al momento del ricovero e dopo 3-5 giorni per determinare se la presenza di necrosi pancreatica o di complicazioni venissero sotto-diagnosticate alla CTA effettuata al momento dell’ospedalizzazione. Gli studi di CTA sono stati esaminati per identificare: variazioni delle dimensioni del pancreas, variazioni dell’enhancement pancreatico e caratteristiche dei tessuti e dei vasi peri-pancreatici.

vet trapUno studio prospettico ha indagato sicurezza, attuabilità e utilità della tomografia computerizzata total body (WBCT, whole body computed tomography) nei pazienti con politrauma. Un secondo obiettivo consisteva nel descrivere, in questi pazienti, l'utilizzo del dispositivo di contenimento VetMouse per l’esecuzione della WBCT in sedazione.

Ogni gatto o cane di peso inferiore ai 20 Kg, arrivato in pronto soccorso a seguito di un politrauma era includibile nello studio. Prima di essere posizionati nel dispositivo VetMouse, i pazienti sono stati trattati con somministrazione di analgesici e sedativi. È stata quindi eseguita la WBCT.

astrovirusLe encefaliti non suppurative sono state associate alle infezioni da Astrovirus e Bornavirus in diverse specie tra cui uomo e cane.

L’obiettivo di questo studio prospettico consiste nel verificare la presenza di acido ribonucleico di Astrovirus o Bornavirus nel liquido cerebrospinale (CSF, cerebrospinal fluid) di cani con diagnosi clinica di meningoencefalomielite ad eziologia sconosciuta (MUE, meningoencephalomyelitis of unknown etiology).

Giovedì, 27 Febbraio 2020 20:15

Cheratomalacia nel cane

cheratomalacia Uno studio ha valutato l’outcome clinico e la funzione visiva a seguito di trattamento medico intensivo per cheratomalacia nel cane.

Sono state esaminate le cartelle cliniche per identificare i cani con ulcere corneali e cheratomalacia. Tutti i pazienti sono stati sottoposti al medesimo protocollo terapeutico con somministrazioni topiche frequenti di tobramicina in combinazione con siero equino. La scelta del trattamento chirurgico durante i primi 15 giorni di follow-up è stata considerata come fallimento della terapia medica.

Domenica, 23 Febbraio 2020 19:11

Tiletamina-zolazepam nel gatto

sedcatLo scopo di questo studio crossover randomizzato, in cieco era quello di descrivere gli effetti sedativi e alcuni effetti fisiologici dell’associazione tiletamina-zolazepam dopo somministrazione buccale nella specie felina.

Lo studio ha incluso 7 gatti europei a pelo corto sani; ciascuno ha ricevuto due dosi di tiletamina-zolazepam: una volta a basso dosaggio (BD; 5 mg/kg di ciascun principio attivo) e una volta ad alto dosaggio (AD; 7,5 mg/kg di ciascun principio attivo). Prima della somministrazione sono stati registrati la pressione sanguigna sistolica (SAP, systolic blood pressure), la frequenza cardiaca (HR, heart rate), la frequenza respiratoria (RR, respiratory rate) e il punteggio di sedazione. Nelle 2 ore successive alla somministrazione, e ad intervalli di tempo regolari, sono state registrate le stesse variabili e, inoltre, la percentuale di saturazione dell’ossigeno con l’emoglobina (SpO2).

Domenica, 23 Febbraio 2020 19:03

Disturbi aerodigestivi nel cane

xrayLe malattie aerodigestive sono disturbi ibridi che rappresentano un legame patologico tra vie respiratorie e vie alimentari. Queste condizioni possono manifestarsi con sintomi respiratori in assenza di sintomi gastrointestinali. Si tratta di patologie spesso sotto-diagnosticate perché difficili da riconoscere e per i limiti diagnostici.

L’ipotesi degli autori dello studio è che, sottoponendo cani con tosse ma senza sintomi gastroenterici ad uno studio videofluoroscopico della deglutizione (VFSS, videofluoroscopic swallow study), una certa percentuale di questi mostrerebbe la presenza di disturbi aerodigestivi occulti.

sestÈ dimostrato che l'esposizione agli antibiotici è implicata nell'emergere di ceppi batterici dotati di resistenza, sia nei confronti delle molecole strutturalmente correlate che non.

La tilosina è un antibiotico appartenente alla famiglia dei macrolidi, impiegato per il trattamento dei batteri patogeni che colpiscono l’apparato respiratorio dei suini.

Pagina 9 di 47

SCIVAC Rimini Web

eveditoria Editoria Scientifica

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.