Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7430 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

ANTONIO MARIA TARDO

ANTONIO MARIA TARDO

benign prostatic hypertrophyIl presente articolo presenta i risultati di uno studio clinico randomizzato progettato per confrontare l'efficacia e i profili terapeutici di osaterone acetato (OA) e deslorelina acetato (DA) in cani maschi con segni clinici di iperplasia prostatica benigna (IPB).

Nello studio sono stati inclusi 45 cani maschi interi. Il gruppo I (controllo negativo) comprendeva 10 cani sani, il gruppo II (controllo positivo) includeva 10 cani con IPB confermata e nessun trattamento, mentre i gruppi III e IV erano costituiti da cani con IPB trattati, rispettivamente, con DA (15 cani) o OA (10 cani). Sono stati valutati la risposta clinica, i livelli di testosterone ed estradiolo, l'ematologia, il profilo biochimico e l'incidenza degli effetti avversi.

FGMSIl monitoraggio della glicemia è parte integrante della gestione del diabete mellito. A questo scopo, i sistemi per il monitoraggio interstiziale del glucosio sono sempre più comunemente utilizzati in cani e gatti, compreso un sistema di monitoraggio flash del glucosio (flash glucose monitoring system, FGMS). Lo scopo di questo studio era quello di descrivere l'incidenza e la natura delle complicanze associate all'uso di un FGMS nei gatti diabetici.

Sono state valutate, in maniera retrospettiva, le cartelle cliniche di tutti i gatti in cui era stato applicato un FGMS, con durata di 14 giorni, in un arco di tempo di 1 anno. I dati raccolti includevano il numero di giorni in cui il sensore era rimasto collegato e funzionante, la posizione in cui era stato applicato il sensore e le complicanze associate all’uso del sensore. Le complicanze sono state definite come distacco precoce del sensore, guasto del sensore prima della fine del periodo di monitoraggio di 14 giorni e cambiamenti dermatologici nel sito di applicazione del sensore. Per caratterizzare i dati è stata utilizzata un’analisi statistica descrittiva.

Cavia CushingL'iperadrenocorticismo è una malattia rara nella cavia domestica, tuttavia è importante escluderla in animali con alopecia bilaterale simmetrica non pruriginosa, poliuria, polidipsia e altri segni di malessere generalizzato. I test diagnostici a disposizione sono limitati a causa della mancanza degli intervalli di riferimento. I test sono, inoltre, impegnativi a causa delle fluttuazioni giornaliere di cortisolo, stress, malattie concomitanti, difficoltà nell’ottenere dei campioni adeguati e dimensioni grandi/variabili delle ghiandole surrenali nelle cavie domestiche.

Il presente studio descrive il caso clinico di una cavia domestica (Cavia porcellus) femmina, di tre anni e mezzo, portata in visita per la comparsa di alopecia simmetrica bilaterale, poliuria e polidipsia da cinque settimane. L'ecografia addominale ha evidenziato entrambe le ghiandole surrenali di piccole dimensioni. È stato effettuato un test di stimolazione con ACTH, il quale ha rivelato dei valori di cortisolo pre- e post-stimolazione notevolmente elevati. È stata, quindi, introdotta una terapia con trilostano (2-4 mg/kg PO q12h); quest’ultima ha determinato, dopo tre mesi, la risoluzione dei segni clinici in assenza di evidenti effetti avversi. L’animale è diventato, in seguito, refrattario al trattamento e ha mostrato una perdita di peso significativa; l’esecuzione di una nuova ecografia addominale ha permesso di rilevare una massa a carico della ghiandola surrenale di destra.

VetBlue ScanL’obiettivo del presente studio era quello di determinare l'accuratezza dell'ecografia polmonare (LUS) utilizzando il protocollo VetBLUE (Veterinary Bedside Lung Ultrasound Examination) e delle radiografie toraciche (TXR) rispetto alla tomografia computerizzata toracica (TCT) per la diagnosi e quantificazione delle contusioni polmonari (PC).

Sono stati inclusi, in modo prospettico, 32 cani che avevano subito traumi da investimento automobilistico. Tre cani sono stati esclusi dall'analisi statistica. Tutti i cani sono sopravvissuti e sono stati dimessi dall'ospedale.

mammary tumors in cats 679043353Sebbene i carcinomi mammari felini (feline mammary carcinomas, FMCs) siano altamente metastatici, in letteratura sono scarse le informazioni relative alle opzioni di trattamento per i tumori in stadio avanzato. L’obiettivo di questo studio era quello di indagare l'outcome clinico del FMC metastatico con o senza trattamento adiuvante.

Sono state analizzate, in maniera retrospettiva, le cartelle cliniche di 73 gatti con FMC metastatico (stadio 4). Le metastasi del tumore sono state rilevate mediante diverse metodiche di diagnostica per immagini (radiografia, ecografia e TC) e confermate dalla citologia e/o dall'istopatologia. I gatti con trattamento chemioterapico adiuvante (n = 34) sono stati divisi in tre gruppi: gruppo 1 (n = 9) gatti che ricevevano chemioterapia alla dose massima tollerata; gruppo 2 (n = 15) gatti che ricevevano chemioterapia metronomica; e gruppo 3 (n = 10) gatti trattati con toceranib fosfato. Gli endpoints considerati nello studio erano il time to progression (TTP) e il tumour-specific survival (TSS). La tossicità correlata al trattamento è stata valutata in base al Common Terminology Criteria for Adverse Events versione 1.1 (VCOG-CTCAE) del Veterinary Co-operative Oncology Group.

Foal newbornLa misurazione ecografica delle ghiandole surrenali è utile, in diverse specie, nella valutazione clinica di pazienti con disfunzione surrenalica. Nei neonati umani sani, la dimensione ecografica delle ghiandole surrenali diminuisce durante i primi giorni di vita. L'ecografia delle ghiandole surrenali si è dimostrata fattibile nei puledri neonati.

Gli obiettivi di questo studio erano quelli di descrivere una tecnica per la misurazione ecografica delle dimensioni delle ghiandole surrenali per testarne l'affidabilità nei puledri neonati e valutare qualsiasi variazione delle dimensioni surrenaliche durante i primi cinque giorni di vita in puledri sani.

SUinettoLo scopo del presente studio era quello di indagare l'effetto di quattro anestetici locali per alleviare il dolore durante la castrazione chirurgica nei suinetti.

Sono stati inclusi nello studio 71 suinetti maschi (da tre a sette giorni di vita); essi sono stati divisi in gruppi di controllo (manipolazione, castrazione senza anestesia o analgesia) e gruppi di prova anestetici locali (procaina, lidocaina, bupivacaina, mepivacaina). Gli animali dei gruppi di trattamento, ad eccezione dei suinetti nel gruppo di manipolazione, hanno ricevuto un'iniezione di anestetico locale o di cloruro di sodio 0,5 ml intratesticolare e 0,5 ml sottoscrotale, 20 minuti prima della castrazione. Durante l'iniezione e la castrazione, sono stati valutati i comportamenti difensivi. Per rilevare lo sviluppo di effetti avversi sono stati valutati: l'attività motoria, il sanguinamento postoperatorio, la guarigione delle ferite e l'aumento di peso medio giornaliero.

ultrasound for petsNei pazienti affetti da malattia renale cronica (CKD), alcuni rilievi ecografici (US) si sono dimostrati maggiormente correlati, rispetto ad altri, con la progressione della malattia. Lo scopo del presente studio era quello di valutare la prevalenza delle alterazioni ecografiche renali più frequenti nei cani in diversi stadi di CKD e di indagare la loro associazione con gli stadi International Renal Interest Society (IRIS) della CKD.

Sono stati valutati, in maniera retrospettiva, le cartelle cliniche e i referti ecografici di 855 cani. Le alterazioni ecografiche renali più frequenti sono state: aumento dell'ecogenicità corticale, alterato rapporto della giunzione cortico-midollare (C/M) e pielectasia. È stata evidenziata una differenza statisticamente significativa nella prevalenza di profilo renale irregolare, alterata giunzione cortico-midollare, alterato C/M, aumento dell'ecogenicità della corticale e pielectasia nei cani in diversi stadi IRIS. Il numero di cani con più di una alterazione US è aumentato in modo significativo con la progressione dello stadio IRIS.

Dobermann DCMIn medicina umana e veterinaria, la fibrillazione atriale (FA) in corso di insufficienza cardiaca congestizia (CHF) è associata ad un alto rischio di mortalità e tempi di sopravvivenza più brevi.

Nel presente studio è stata eseguita una revisione retrospettiva delle cartelle cliniche per valutare l'impatto della FA sui tempi di sopravvivenza di cani Doberman Pinscher con cardiomiopatia dilatativa (DCM). Sono stati, inoltre, determinati il ​​tempo della prima insorgenza di CHF e il suo ruolo come fattore prognostico, così come i fattori predittivi per lo sviluppo di FA.

Giovedì, 15 Ottobre 2020 12:53

Neoplasie del cavo orale nel cane e nel gatto

Cat Oral HealthLe neoplasie orali rappresentano il 6-7% di tutte le neoplasie nel cane e il 3% di tutte le neoplasie nel gatto. A conoscenza degli autori, la più recente analisi epidemiologica delle neoplasie orali nel cane e nel gatto è stata pubblicata nel 1976. L'obiettivo di questo studio era quindi quello di descrivere le informazioni demografiche attuali riguardo i tumori orali nel cane e nel gatto.

I dati sono stati raccolti dalle cartelle cliniche di cani o gatti con diagnosi di neoplasia orale afferenti presso 26 ospedali universitari veterinari dal 1° gennaio 1996 al 31 dicembre 2017.

Pagina 17 di 20

VET Channel

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares
0
Shares