Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7663 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Antonio Maria Tardo Med Vet PhD Student

Antonio Maria Tardo Med Vet PhD Student

836d69e15f07a58835e4f0.63462265 L’obiettivo di questo studio era quello di valutare e confrontare l'outcome clinico dopo estrazioni dentali in gatti con gengivostomatite cronica (Feline chronic gingivostomatitis, FCGS) e infezione da FIV e FeLV.

Sono stati inclusi, in modo retrospettivo, gatti con diagnosi di FCGS dei quali si aveva disponibilità di cartelle cliniche dettagliate, radiografie dentali complete e risultati dei test sulle malattie retrovirali (FIV e FeLV). È stata registrata, inoltre, l'efficacia del trattamento chirurgico. I gatti sono stati divisi in tre gruppi: gruppo di controllo, FIV e FeLV.

Domenica, 05 Dicembre 2021 14:58

Terapia topica per il melanoma nel cavallo

Melanoma CavalloL'acido betulinico naturale (betulinic acid, BA) e il suo derivato NVX-207 inducono apoptosi nelle cellule di melanoma equino in vitro. Dopo l'applicazione topica, è possibile raggiungere elevate concentrazioni di queste sostanze nella cute di cavalli sani. L'obiettivo di questo studio era quello di valutare l'effetto e la sicurezza di BA e NVX-207 applicati localmente in cavalli con tumori melanocitari.

Nel presente studio longitudinale, prospettico, randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo sono stati inclusi 18 cavalli con melanoma cutaneo in stadio iniziale. Gli animali sono stati divisi in tre gruppi. Le lesioni cutanee sono state trattate per via topica, due volte al giorno per 91 giorni, con l'utilizzo di: placebo, 1% BA oppure 1% NVX-207. Per valutare gli effetti e la sicurezza del farmaco sono state eseguite misurazioni delle lesioni tumorali, valutazioni cliniche ed esami del sangue.

Sindrome epatoLa dermatite necrolitica superficiale (Superficial necrolytic dermatitis, SND) è una malattia rara nel cane, comunemente associata alla sindrome epatocutanea. Sebbene la remissione a lungo termine sia stata riportata sporadicamente potrebbe essere più comune di quanto si creda. L’obiettivo del presente studio era quello di valutare il trattamento e l’outcome nei cani con sindrome epatocutanea (hepatocutaneous-associated hepatopathy, HCH) con o senza SND, denominata nell’insieme “aminoaciduric canine hypoaminoacidemic hepatopathy syndrome” (ACHES).

Sono stati inclusi nello studio, in modo retrospettivo, 41 cani di varie razze ed età con diagnosi di ACHES. I dati degli animali sono stati ottenuti tramite sondaggi elettronici, cartelle cliniche (2014-2019) e comunicazione con i veterinari. Sono state valutate tre categorie di trattamento: infusione di aminoacidi EV (EV-AA) (≥2 vs <2), integratori (tra cui S-adenosilmetionina [SAMe], arginina con ornitina, glutatione, lisina, prolina, acidi grassi omega-3 o zinco; ≥3 vs <3) e tipo di dieta (casalinga vs commerciale). Il trattamento ottimale è stato definito come la ricezione di ≥2 trattamenti EV-AA, ≥3 integratori nutrizionali e dieta casalinga.

Domenica, 05 Dicembre 2021 14:53

Malattia del rene policistico nel gatto

PKD CatsLa malattia del rene policistico (Polycystic kidney disease, PKD) è una malattia che colpisce i felini e altri mammiferi, come gli esseri umani. Il nome comune è "malattia policistica renale autosomica dominante" (autosomal dominant polycystic kidney disease, ADPKD) e provoca la progressiva formazione di cisti a contenuto liquido nel rene e talvolta in altri organi come fegato e pancreas. Lo sviluppo e la crescita delle cisti avviene lentamente, causando il deterioramento del tessuto renale e una graduale diminuzione della funzionalità renale, portando a insufficienza renale irreversibile. La PKD felina o l'ADPKD nell'uomo sono patologie ereditarie a trasmissione autosomica dominante. L'ADPKD è una delle malattie genetiche con la più alta prevalenza nell'uomo. Anche nei gatti questa malattia ha una prevalenza elevata, principalmente nella razza persiana, essendo una delle malattie genetiche feline più comuni. La diagnostica per immagini sembra essere il metodo più affidabile per la diagnosi della malattia, sebbene siano in fase di sviluppo ulteriori test genetici per rilevare la presenza della mutazione responsabile della malattia.

L’obiettivo di questa review era quello di riassumere le attuali conoscenze sulla PKD felina per orientare la ricerca futura sui metodi di diagnosi precoce della malattia. Questo potrebbe infatti consentire l'istituzione di programmi di selezione per ridurre o eliminare questa patologia nelle razze feline.

Swine pigletsLa diagnosi e la sorveglianza della leptospirosi è difficile poiché i microrganismi possono essere eliminati in modo intermittente e in piccole quantità. Pertanto, il test di microagglutinazione (MAT) è il metodo di screening principale in quanto permette di rilevare gli anticorpi anti-Leptospira. Un titolo MAT ≥1:100 è considerato positivo, ma l'interpretazione dei risultati è complicata dall'uso dei vaccini commerciali. Infatti, la maggior parte delle linee guida per l'interpretazione dei titoli MAT nei suini sono state pubblicate negli anni '70 e '80, prima dello sviluppo degli attuali vaccini multivalenti. L’obiettivo del presente studio era quello di valutare i titoli MAT in suini da ricerca sani vaccinati di routine e confrontare i risultati con quelli ottenuti in suini non vaccinati.

I risultati hanno messo in evidenza che, come riportato in studi pregressi, il sierotipo Pomona suscita una risposta anticorpale minima anche dopo un secondo richiamo effettuato dopo 6 mesi dalla vaccinazione iniziale. Tuttavia, titoli MAT ≥1:3200 sono stati rilevati già dopo 4 settimane dalla vaccinazione iniziale per i sierotipi Bratislava e Icterohaemorrhagiae e sono rimasti fino a ≥1:1.600 prima del richiamo (6 mesi dopo la prima vaccinazione).

canine aural ear hematoma 2L’obiettivo del presente studio era quello di valutare l'incidenza e i fattori di rischio per l'otoematoma nei cani sottoposti a cure veterinarie primarie nel Regno Unito.

Nel presente studio di coorte sono stati identificati, tramite il database VetCompass, i cani che avevano una diagnosi di otoematoma nel 2016. Per l'analisi dei fattori di rischio sono stati utilizzati dei modelli di regressione logistica univariata e multivariata.

petmd diabetes cats 8L’obiettivo del presente studio era quello di descrivere l’outcome nei gatti con acromegalia e insulino-resistenza trattati con radiochirurgia stereotassica (stereotactic radiosurgery, SRS).

Sono stati inclusi nello studio, in modo retrospettivo, 14 gatti di proprietà con acromegalia e insulino-resistenza trattati con SRS (17 Gy) tra agosto 2013 e novembre 2019 presso un singolo centro. L'analisi di Kaplan-Meier è stata utilizzata per valutare il tempo di sopravvivenza.

Tentacle snakeIl serpente dai tentacoli (Erpeton tentaculatum) è un serpente acquatico viviparo desiderabile nei parchi zoologici grazie al suo aspetto unico e alle sue strategie di alimentazione. Nonostante la sua presenza negli zoo negli ultimi 50 anni, i dati in letteratura sulla mortalità e morbilità di questa specie risultano essere limitate. L’obiettivo di questo studio era quello di valutare retrospettivamente 125 referti patologici di serpenti dai tentacoli, ottenuti tra il 1996 e il 2017 presso il “The Wildlife Conservation Society's Bronx and Central Park zoos” di New York.

I risultati hanno mostrato che poco più della metà dei decessi era dovuta a malattie infettive (n = 67; 53,6%) e di questi, oltre la metà (n = 40; 59,7%) era dovuta a micosi cutanee. Paranannizziopsis spp. era il microrganismo isolato nella maggior parte dei casi. Anche la morte per infezione batterica era relativamente comune (n = 21; 16,8%) e in un terzo dei casi (n = 7; 5,6%) sono stati riscontrati bacilli intralesionali compatibili con Mycobacterium spp. Le comorbilità più comuni includevano: parassiti gastrointestinali (n = 44; 35,2%), patologie renali (n = 31; 24,8%) e accumulo lipidico negli epatociti (n = 13; 10,4%).

Fotolia 109401461 Subscription Monthly MLa cardiomiopatia dilatativa (dilated cardiomyopathy, DCM) è la malattia cardiaca più comune nei cani di grossa taglia. La malattia può insorgere con aritmie o disfunzione sistolica del miocardio. L’obiettivo del presente studio era quello di descrivere i metodi di screening per la DCM in varie razze e fornire un nuovo sistema di stadiazione modificato.

Lo screening per la DCM dovrebbe iniziare già ai tre anni di età, utilizzando il monitoraggio Holter in Boxer e Dobermann e potrebbe essere utile anche in altre razze. I complessi prematuri ventricolari (ventricular premature complexes, VPC) singoli possono essere rilevati in molti cani sani, ma gli animali sani hanno tipicamente <50 VPC in 24 ore e si verificano spesso come singoli battiti ectopici. In generale, è stato raccomandato un cut-off di >100 VPC in 24 h per ottenere una diagnosi di DCM. Tuttavia, sono presenti in letteratura delle raccomandazioni specifiche per razza relative alla diagnosi di DCM in Doberman e Boxer. È raccomandabile effettuare uno screening annuale per tutta la vita del cane, poiché uno screening una tantum non è sufficiente per escludere lo sviluppo futuro della DCM. Diversi metodi ecocardiografici come le misurazioni M-mode, la misurazione del volume ventricolare sinistro e l'E-point to septal separation (EPSS) sono raccomandati per lo screening. Viene, infine, discussa l’utilità clinica di test aggiuntivi come i biomarker cardiaci (troponina I e NT-proBNP), nonché un elettrocardiogramma a riposo di 5 minuti (ECG) o nuovi metodi ecocardiografici.

why does my cat sit in the litterbox5 1607490969579L’obiettivo di questo studio era quello di valutare l’outcome nei gatti sottoposti a colectomia subtotale per il trattamento del megacolon idiopatico e determinare se l’asportazione della giunzione ileocecocolica (ileocecocolic junction, ICJ) fosse associata all’outcome.

Nel presente studio sono stati inclusi, in modo retrospettivo, 166 gatti di proprietà. Sono state analizzate le cartelle cliniche di 18 ospedali veterinari per identificare i gatti con megacolon idiopatico trattati con colectomia subtotale da gennaio 2000 a dicembre 2018. Per ogni soggetto sono stati registrati: variabili perioperatorie e chirurgiche, complicanze, outcome e percezione della procedura da parte del proprietario. È stata valutata l’associazione tra le diverse variabili e l’outcome ed è stata eseguita un’analisi di sopravvivenza tramite le curve di Kaplan-Meier.

Pagina 12 di 18

VET Channel

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares
0
Shares