Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7700 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

   Note tecniche

Questo archivio bibliografico contiene tutti i lavori scientifici pubblicati dal 1987 dalle riviste edite da SCIVAC prima e da EV srl poi, e lavori reperiti nella letteratura internazionale a partire dal 2001 in avanti. Per tutti i lavori è disponibile l'abstract, mentre per quelli italiani è disponibile anche il PDF originale (dal 1995).
La parola digitata nel campo [parola chiave] viene cercata in
[autori]
[titolo]
[abstract]
[parole chiavi]
Agendo sugli altri operatori (data, specie animale, rivista) si può rendere la ricerca più rapida e mirata.

  Riviste Italiane Indicizzate

Cinologia
Collana di Radiologia Clinica Ippologia
Large Animals Review
Medicina Felina
Notiziario Farmaceutico
Quaderni di Dermatologia
SISCA Observer


Totale Riviste pubblicate : 4831. Questa pagina mostra gli ultimi lavori inseriti.

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 362

Sabato, 06 Aprile 2019

Tinelli S. et al.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Dermatofilosi bovina in un allevamento della Puglia

  • Riferimento: Large Animal Review 2018; 24: 131-133
  • Abstract: La dermatofilosi è una dermatite cronica contagiosa a carattere essudativo-proliferativo che colpisce principalmente i ruminanti. È causata da Dermatophilus congolensis, un batterio Gram positivo. È considerata endemica in Africa, Nord America, Australia e Nuova Zelanda. In Italia le poche segnalazioni che ci sono non riguardano i bovini domestici nei quali l’infezione è caratterizzata da un’alta morbilità e bassa mortalità, con lesioni epidermiche a “paintbrush” distintive. Nei ruminanti la patologia coinvolge gli strati superficiali della cute del dorso, carpo e garretto. Le forme aggravate comportano febbre elevata e notevole riduzione della produzione lattea. La diagnosi si effettua mediante isolamento colturale su Columbia Blood Agar (CBA) incubato in microaerofilia a 37°C per 5 giorni. Nella presente nota descriviamo un focolaio di dermatofilosi avvenuto nell’agosto 2016 in un allevamento di bovine da latte sito in Puglia. Le lesioni coinvolgevano il 30% dell’effettivo e alcuni animali presentavano anoressia e febbre con riduzione della produzione lattea. Due croste provenienti da soggetti diversi sono state sottoposte ad esami batteriologici e micologici, e ad identificazione molecolare mediante PCR con primers specifici per D. congolensis. Gli amplificati sono stati sequenziati mediante tecnologia MiSeq NGS e la sequenza, allineata con le sequenze di referenza del database BLAST, ha dato esito positivo per D. congolensis. La diagnosi basata sull’isolamento colturale risulta spesso non idonea a causa della contemporanea presenza di contaminanti cutanei, come è avvenuto in questo caso, si rende perciò necessario l’impiego di test diagnostici affidabili come la PCR al fine di ottenere informazioni più precise sulla reale diffusione di questo patogeno.
  • Note: //
  • Specie: animali da reddito
  • Anno: 2018
  • Rivista: Large Animals Review
Letto 619 volte Ultima modifica il Sabato, 06 Aprile 2019

vetchannel.jpg

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares
0
Shares