Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7045 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

   Note tecniche

Questo archivio bibliografico contiene tutti i lavori scientifici pubblicati dal 1987 dalle riviste edite da SCIVAC prima e da EV srl poi, e lavori reperiti nella letteratura internazionale a partire dal 2001 in avanti. Per tutti i lavori è disponibile l'abstract, mentre per quelli italiani è disponibile anche il PDF originale (dal 1995).
La parola digitata nel campo [parola chiave] viene cercata in
[autori]
[titolo]
[abstract]
[parole chiavi]
Agendo sugli altri operatori (data, specie animale, rivista) si può rendere la ricerca più rapida e mirata.

  Riviste Italiane Indicizzate

Cinologia
Collana di Radiologia Clinica Ippologia
Large Animals Review
Medicina Felina
Notiziario Farmaceutico
Professione Veterinaria
Quaderni di Dermatologia
SISCA Observer
Veterinaria.


Totale Riviste pubblicate : 4784. Questa pagina mostra gli ultimi lavori inseriti.

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 362

Lunedì, 27 Luglio 2020

G.Zanardi et al

Vota questo articolo
(0 Voti)

Infezione da Streptococcus agalactiaeInfezione da Streptococcus agalactiaein bovine da latte: epidemiologia epiano di controllo di regione Lombardia

  • Riferimento: Large Animal Review 2019; 25: 207-213
  • Abstract: L’infezione da Streptococcus agalactiae è la principale causa di mastite contagiosa subclinica con eventuali forme di cronicizzazione, che comporta l’innalzamento del conteggio di cellule somatiche, parametro di conformità igienico sanitaria che influisce negativamente nei processi di trasformazione casearia e che è normato dalla UE per la produzione di latte crudo. DG Welfare di Regione Lombardia dal 2012 ha impostato un piano di controllo e di eradicazione dell’infezione con l’obiettivo di ridurre la prevalenza all’8% alla fine del 2014. La prevalenza media iniziale del 17,24% nel 2012 si è ridotta al 11,69% nel 2014 e solo nel 2018 si è attestata al 7,27% con risultati più favorevoli nelle zone di pianura (2-7%), mentre nelle aree di montagna persistono livelli d’infezione elevati, dal 15 al 25%. Questo lavoro descrive le caratteristiche epidemiologiche dell’agente eziologico e le modalità del suo controllo, illustrando l’andamento dell’applicazione del Piano e i suoi riflessi sul controllo dell’infezione dal 2012 al 2018, evidenziando in particolare le criticità, che non hanno ancora permesso la sua eradicazione; a tale fine è stato, infatti, rimodulato il piano Regionale 2019.
  • Specie: animali da reddito
  • Anno: 2019
  • Rivista: Large Animals Review
Letto 43 volte Ultima modifica il Lunedì, 27 Luglio 2020

SCIVAC Rimini Web

eveditoria Editoria Scientifica

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.